TUTTI IN SPAGNA, BASTA CHE SE MAGNA! – PER LA PRIMA VOLTA IN DIECI ANNI, LA SPAGNA SORPASSA L’ITALIA PER NUMERO DI MIGRANTI SBARCATI: 16 MILA ARRIVI DALL’INIZIO DELL’ANNO (UN DATO QUADRUPLICATO RISPETTO AL 2023), CONTRO GLI 11 MILA SULLE NOSTRE COSTE (-60%) – UN DATO DOVUTO AL CONSOLIDAMENTO DELLA ROTTA DELL’OCEANO ATLANTICO BATTUTA DA MIGLIAIA DI PERSONE CHE, DALLE COSTE DI SENEGAL E MAURITANIA, APPRODANO ALLE CANARIE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Alessandra Ziniti per www.repubblica.it

 

MIGRANTI - ROTTA ATLANTICA - CANARIE MIGRANTI - ROTTA ATLANTICA - CANARIE

I primi tre mesi del 2024 suggellano il sorpasso: sbarchi quadruplicati in Spagna rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, grazie al consolidamento della rotta dell’Oceano Atlantico battuta da migliaia di persone che dalle coste di Senegal e Mauritania approdano alle Canarie.

 

Per la prima volta negli ultimi dieci anni, l’Italia non è più il Paese di primo approdo dei migranti diretti in Europa, un dato assai rilevante alla vigilia delle elezioni europee. L’Italia, con i suoi 11.373 arrivi, il 60 % in meno rispetto all’anno scorso, non può di certo dirsi in emergenza. A differenza della Spagna che ha visto negli ultimi cinque mesi quadruplicare gli sbarchi.

 

pedro sanchez giorgia meloni 2 pedro sanchez giorgia meloni 2

Almeno 16.156 persone sono entrate irregolarmente in Spagna nel primo trimestre del 2024, la cifra più alta per il periodo gennaio-marzo negli ultimi sette anni, secondo i dati appena pubblicati dal Ministero dell'Interno.

 

[…]  In buona parte, i migranti del 2024 hanno raggiunto la Spagna via mare: oltre 13.000 sono sbarcati alle Canarie, mentre poco più di 2.200 sono approdati lungo le coste peninsulari o alle Baleari.

 

Per quanto riguarda le Canarie, dove nelle ultime 24 ore sono arrivate altre 56 persone, un forte aumento degli sbarchi di migranti aveva avuto luogo anche negli ultimi mesi del 2023: l'anno si è chiuso con quasi 40.000 neo-arrivati, una cifra record. [...]

pedro sanchez giorgia meloni 2 3 pedro sanchez giorgia meloni 2 3 migranti dalla nigeria alle canarie aggrappati al timone di una petroliera migranti dalla nigeria alle canarie aggrappati al timone di una petroliera

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – JOE BIDEN VUOLE CHE GIORGIA MELONI METTA ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL G7 L’USO DEI BENI RUSSI CONGELATI. PER CONVINCERE LA DUCETTA HA SPEDITO A ROMA LA SUA FEDELISSIMA, GINA RAIMONDO, SEGRETARIO AL COMMERCIO – GLI AMERICANI PRETENDONO DALL’EUROPA UN'ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ DOPO TUTTI I MILIARDI CHE WASHINGTON HA POMPATO A ZELENSKY. MA METTERE MANO AI BENI RUSSI È UN ENORME RISCHIO PER L’UNIONE EUROPEA: POTREBBE SPINGERE ALTRI PAESI (CINA E INDIA SU TUTTI) A RIPENSARE AI LORO INVESTIMENTI NEL VECCHIO CONTINENTE…

DAGOREPORT – PARTITI ITALIANI, PERACOTTARI D'EUROPA - L’ASTENSIONE “COLLETTIVA” SUL PATTO DI STABILITÀ È STATA DETTATA SOLO DALLA PAURA DI PERDERE CONSENSI IL 9 GIUGNO - SE LA MELONA, DOPO IL VOTO, PUNTA A IMPUGNARE UN PATTO CHE E' UN CAPPIO AL COLLO DEL SUO GOVERNO, IL PD DOVEVA COPRIRSI DAL VOTO CONTRARIO DEI 5STELLE – LA DUCETTA CONTINUA IL SUO GIOCO DELLE TRE CARTE PER CONQUISTARE UN POSTO AL SOLE A BRUXELLES. MA TRA I CONSERVATORI EUROPEI STA MONTANDO LA FRONDA PER IL CAMALEONTISMO DI "IO SO' GIORGIA", VEDI LA MANCATA DESIGNAZIONE DI UN CANDIDATO ECR ALLA COMMISSIONE (TANTO PER TENERSI LE MANINE LIBERE) – L’INCAZZATURA DI DOMBROVSKIS CON GENTILONI PER L'ASTENSIONE DEL PD (DITEGLI CHE ELLY VOLEVA VOTARE CONTRO IL PATTO)…

DAGOREPORT – GIUSEPPE CONTE VUOLE LA DIREZIONE DEL TG3 PER IL “SUO” GIUSEPPE CARBONI. IL DG RAI ROSSI NICCHIA, E PEPPINIELLO MINACCIA VENDETTA IN VIGILANZA: VI FAREMO VEDERE I SORCI VERDI – NEL PARTITO MONTA LA PROTESTA CONTRO LA SATRAPIA DEL FU AVVOCATO DEL POPOLO, CHE HA INFARCITO LE LISTE PER LE EUROPEE DI AMICHETTI - LA PRECISAZIONE DEL M5S: "RETROSCENA TOTALMENTE PRIVO DI FONDAMENTO. IN UN MOMENTO IN CUI IL SERVIZIO PUBBLICO SALE AGLI ONORI DELLE CRONACHE PER EPISODI DI CENSURA INACCETTABILI, IL MOVIMENTO 5 STELLE È IMPEGNATO NELLA PROMOZIONE DEGLI STATI GENERALI DELLA RAI..."