IL VIRUS DEGLI ALTRI – NEGLI STATI UNITI I MORTI SUPERANO QUOTA 96MILA, I CASI CONFERMATI 1,6 MILIONI – IL BRASILE HA SUPERATO LA RUSSIA E ORA È IL SECONDO PAESE AL MONDO PER CONTAGI (330MILA) – LA CINA ANNUNCIA DI NON AVER REGISTRATO NESSUNA NUOVA INFEZIONE: È LA PRIMA VOLTA DA GENNAIO

-

Condividi questo articolo

 

 

1 – CORONAVIRUS, NEGLI USA 1,6 MILIONI DI CASI

Da www.adnkronos.com

 

donald trump con la mascherina donald trump con la mascherina

Sono 1,6 milioni le persone che hanno contratto il Covid-19 negli Stati Uniti e sono 96mila coloro che hanno perso la vita in seguito all'infezione. Lo ha reso noto la Johns Hopkins University parlando di 1.607.434 casi confermati e di 96.007 decessi per complicanze legate al coronavirus. Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti sono stati segnalati oltre 23mila nuovi casi di coronavirus e 1.346 morti, sempre secondo i dati della Johns Hopkins University.

bolsonaro bolsonaro

 

2–  BRASILE SECONDO AL MONDO PER CONTAGI   

(ANSA) -  Con 1.001 decessi registrati nelle ultime 24 ore, il Brasile ha superato la Russia per numero di infetti confermati da Covid-19, diventando il secondo Paese con più casi di coronavirus al mondo, dietro solo agli Usa: lo rendono noto i media locali, citando gli ultimi dati del ministero della Sanità, secondo cui il bilancio complessivo delle vittime è salito a 21.048 e quello dei contagi a 330.890.

JAIR BOLSONARO JAIR BOLSONARO

 

3 – CORONAVIRUS, CINA ANNUNCIA ZERO CONTAGI

(ANSA) - La Cina ha annunciato di non avere registrato alcuna nuova infezione da coronavirus per la prima volta da quando ha iniziato a raccogliere i dati, a gennaio.

 

xi jinping in un negozio di prodotti tipici del centro di xi'an xi jinping in un negozio di prodotti tipici del centro di xi'an

    L'annuncio giunge il giorno seguente all'apertura del Congresso del Popolo, in cui sono stati celebrati i "grandi successi" nella lotta contro il virus. Il bilancio ufficiale delle vittime del Covid-19 nel Paese è di 4.634, ben al di sotto del numero dichiarato da Paesi molto più piccoli. Dubbi sono stati espressi in questi mesi sull'affidabilità dei dati diffusi da Pechino.

CORONAVIRUS BRASILE CORONAVIRUS BRASILE coronavirus, il mondo vuoto 37 coronavirus, il mondo vuoto 37 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 3 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 3 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 11 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 11 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 10 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 10 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 2 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 2 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 7 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 7 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 1 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 1 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 12 coronavirus, fosse comuni a manaus in brasile 12 JAIR BOLSONARO JAIR BOLSONARO INDIGENI PIANGONO UNA VITTIMA DI CORONAVIRUS A MANAU, IN BRASILE INDIGENI PIANGONO UNA VITTIMA DI CORONAVIRUS A MANAU, IN BRASILE la mascherina di trump la mascherina di trump la mascherina di donald trump la mascherina di donald trump donald trump si toglie la mascherina 1 donald trump si toglie la mascherina 1 coronavirus, il mondo vuoto 22 coronavirus, il mondo vuoto 22

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

IL VACCINO ALLA VACCINARA – IL DUPLEX ITALO-SVIZZERO SPALLANZANI-REITHERA È CONVINTISSIMO CHE L’ANTI-COVID POSSA CREARSI CON COMUNICATI STAMPA E BALLE ASSORTITE – SONO INDIETRO NELLA PRODUZIONE? CERTO: LE ALTRE 8 MULTINAZIONALI (PFIZER, ASTROZENECA, MODERNA, ETC) NON SONO PRUDENTI COME NOI (SIC!) – POI ARRIVA IL CENTRO CLINICO DI VERONA, CHE HA PRESO IN CARICO LA SPERIMENTAZIONE SPALLANZANI-REITHERA, E PRECISA: “IL VACCINO SARÀ PRONTO PER NATALE 2021” - (NON AVETE LETTO MALE: NATALE 2021!)

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute