UN VIRUS ALLA VOLTA, PLEASE! - NON BASTAVA IL COVID 19: ORA CI SI METTE ANCHE IL LYSSAVIRUS, TIPICO DEI PIPISTRELLI E DIVERSO DAL VIRUS DELLA RABBIA, ISOLATO IN UN GATTO MORTO AD AREZZO DOPO CHE AVEVA MORSO LA PADRONA – IL VIRUS È STATO ISOLATO NEL CERVELLO DELL’ANIMALE ED È STATO RINVENUTO UNA SOLA VOLTA, A LIVELLO MONDIALE, IN UN PIPISTRELLO DEL CAUCASO NEL 2002 – LE PERSONE CHE SONO ENTRATE IN CONTATTO CON IL FELINO SONO…

-

Condividi questo articolo

Chiara Giannini per "Il Giornale"

 

gatto aggressivo 5 gatto aggressivo 5

Non bastava il Covid 19 a creare preoccupazione tra la popolazione, ora ci si mette anche il Lyssavirus, tipico dei pipistrelli e diverso dal virus della rabbia, isolato in un gatto morto ad Arezzo dopo che nei giorni scorsi aveva morso la padrona. Come rende noto la Regione Toscana, «il Centro di referenza nazionale per la Rabbia dell'Istituto zooprofilattico di Lazio e Toscana ha isolato Lyssavirus dal cervello dell'animale.

 

gatto aggressivo 3 gatto aggressivo 3

Era stato rinvenuto una sola volta, a livello mondiale, in un pipistrello del Caucaso nel 2002, senza che ne fosse mai stata confermata la capacità di infettare animali domestici o l'uomo». Nel comunicato si specifica che «la rabbia classica è generalmente trasmessa dai carnivori domestici e selvatici e gli ultimi casi erano stati segnalati in Italia nella volpe rossa, dal 2008 al 2011. L'Italia è ufficialmente indenne dal 2013».

 

gatto aggressivo 2 gatto aggressivo 2

Attualmente, non ci sono evidenze di trasmissione da animale a uomo, ma a «titolo precauzionale, le persone che sono state a contatto con il gatto risultato positivo all'infezione sono state sottoposte a profilassi post-esposizione. Gli approfondimenti epidemiologici che richiedono la tipicità e la novità del caso, hanno determinato la costituzione presso il Ministro della salute, di concerto con la Regione Toscana, di un gruppo tecnico scientifico che si è già riunito, con la partecipazione di esperti e Istituzioni locali e nazionali».

 

gatto aggressivo 6 gatto aggressivo 6

Il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, ha emesso oggdue ordinanze urgenti in via cautelativa a tutela della salute pubblica al fine del contenimento di infezione rabida. «Con la prima ordinanza - riporta l'Agi - il sindaco ha disposto il sequestro degli animali di proprietà della donna (un cane, un gatto e tre gattini lattanti) con il contestuale affidamento in custodia presso il canile comunale od altra idonea struttura equipollente, così come prescrive la legge».

 

gatto aggressivo 10 gatto aggressivo 10

Il proprietario è tenuto a mantenere «gli animali indicati in custodia ed in isolamento presso la propria abitazione fino al termine delle operazioni tecniche necessarie al trasferimento definitivo». Inoltre, l'ordinanza 143 prevede che «dalla data odierna e fino al 27 agosto compreso, i cani, anche se muniti di museruola, non possano circolare se non condotti al guinzaglio». I cani accalappiati rinvenuti vaganti «non saranno restituiti ai possessori se non abbiano subito favorevolmente il periodo di osservazione di 6 mesi».

gatto aggressivo 1 gatto aggressivo 1

 

Il primo cittadino ha quindi disposto che i proprietari di cani «segnalino immediatamente al Comune l'eventuale fuga dei propri animali ovvero il manifestarsi in essi di qualsiasi sintomo che possa far sospettare l'inizio della malattia come ad esempio: cambiamento d'indole, tendenza a mordere, manifestazioni di paralisi, impossibilità della deglutizione».

gatto aggressivo 9 gatto aggressivo 9 gatto aggressivo 4 gatto aggressivo 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

‘’MARADONA NON È MORTO, È SOLO ANDATO A GIOCARE IN TRASFERTA” – LA MORTE DEL GENIO DEL CALCIO HA COLPITO PAOLO SORRENTINO MENTRE STA GIRANDO A NAPOLI. “E' STATA LA MANO DI DIO” - A MARADONA SONO STATI DEDICATI NUMEROSI FILM DIRETTI DA REGISTI DIVERSI TRA LORO COME EMIR KUSTURICA, MARCO RISI,  ASIF KAPADIA – NERI PARENTI HA AVUTO L'ONORE DI DIRIGERE IL PIBE DE ORO IN UN CINEPANETTONE: TIFOSI (1999), IN CUI IL CAMPIONE INTERPRETA SE STESSO E SI FA RAPINARE DA NINO D'ANGELO

politica

CONTE È DAVVERO IN BILICO? NON FINCHÉ DURA IL COVID NON SARA’ PIATTO E VACCINATO - A FEBBRAIO, INVIATI I PIANI DEL RECOVERY FUND, CONTE SI TROVERÀ DAVANTI A UN BIVIO: O SI RICORDERÀ CHE È STATO MESSO DA DI MAIO A PALAZZO CHIGI PER MEDIARE TRA I PARTITI DELLA MAGGIORANZA, E NON PER FARE IL MONARCA ASSOLUTO, OPPURE TORNERÀ A FARE L'AVVOCATO – MATTARELLA CHIEDE IL NOME DEL SOSTITUTO DI CONTE MA NON C’E’ ACCORDO (DI MAIO ACCETTARE UN ISCRITTO PD). CERCASI UN ESPONENTE DELLA SOCIETA’ CIVILE O DEL ''DEEP STATE'' - IL PATTO BETTINI/GIANNI LETTA

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute