UNA VITTORIA PER FLEXIMAN – IL NUOVO DECRETO AUTOVELOX, UNO DEI CAVALLI DI BATTAGLIA DI SALVINI, ENTRERÀ IN VIGORE MARTEDÌ – VIENE LIMITATA L'AUTONOMIA DEI COMUNI: D'ORA IN POI SOLO I PREFETTI POTRANNO DECIDERE DOVE PIAZZARE I RILEVATORI DI VELOCITÀ. NORME PIÙ STRINGENTI ANCHE PER I CARTELLI CHE AVVISANO DELLA PRESENZA DEGLI OCCHI ELETTRONICI – CAMBIANO I LIMITI DI VELOCITÀ PER…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luigi Gaetani per www.repubblica.it

 

autovelox autovelox

Il momento tanto atteso dai simpatizzanti di "Fleximan" sta per arrivare. Il nuovo decreto Autovelox, uno dei cavalli di battaglia di Matteo Salvini, sta per diventare legge. Il testo sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale martedì prossimo, 28 maggio, ed entrerà subito in vigore.

 

[…]

 

Una vera e propria stretta, che inizia limitando fortemente l'autonomia dei Comuni in materia. Perché d'ora in poi – al di fuori di autostrade e strade extraurbane principali – sarà solo il prefetto a decidere dove potranno essere collocati gli autovelox.

 

matteo salvini al volante matteo salvini al volante

Norme più stringenti anche per quanto riguarda i cartelli che avvisano della presenza degli occhi elettronici, che “dovranno essere segnalati in anticipo nel rispetto di distanze minime, almeno 1 chilometro fuori dai centri urbani”, ha spiegato Salvini, precisando che “tra un dispositivo e l'altro dovranno intercorrere delle distanze minime differenziate in base al tipo di strada: urbana o extraurbana”, per evitare le multe multiple su uno stesso tratto.

All'interno dei centri urbani, la distanza tra il segnale e l’autovelox dovrà essere di almeno 200 metri sulle strade di scorrimento e di almeno 75 sulle altre. Novità anche in materia di limiti.

 

autovelox autovelox

“La velocità rilevata dagli autovelox – ha sottolineato il ministro – sarà parametrata a quella prevista dal codice per ciascuna tipologia di strada, ossia 50km nei centri urbani”, mentre “nelle strade extraurbane i dispositivi potranno essere utilizzati solo per riduzione della velocità non superiore a 20km rispetto al limite ordinario”.

 

Il che significa che, salvo deroghe specifiche e motivate, gli occhi elettronici non potranno mai essere piazzati su strade in cui limite di velocità è già inferiore di oltre 20 km orari rispetto a quello massimo previsto dal Codice della strada per quel tipo di strada. Il decreto non affronta, invece, il nodo dell'omologazione dei dispositivi, sollevato di recente da una sentenza della Cassazione […]

autovelox autovelox MATTEO SALVINI AL VOLANTE MATTEO SALVINI AL VOLANTE AUTOVELOX SEGATO AUTOVELOX SEGATO autovelox distrutto in trentino 2 autovelox distrutto in trentino 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE