''THE ART OF THE DEAL'' TRUMPIANO, EDIZIONE INTERNAZIONALE - DONALD SCATENA I FALCHI POMPEO E BOLTON PER ATTIZZARE LO SCONTRO, COSÌ CHE LUI POSSA POI SPEGNERLO E CHIUDERE UN ACCORDO MIGLIORE PER GLI USA. ALLE MINACCE DI UN INTERVENTO CONTRO L'IRAN, PUTIN RISPONDE CHE STA TENENDO ''FERME'' SIRIA E LIBIA, NELL'INTERESSE ANCHE DI EUROPA E USA. VI SIETE ACCORTI CHE DA QUALCHE GIORNO NON SI SPARA PIÙ INTORNO A TRIPOLI? MACRON HA CHIAMATO HAFTAR E…

-

Condividi questo articolo

 

DAGONEWS

 

MIKE POMPEO MIKE POMPEO

''The Art of the Deal'', edizione internazionale. Che è andato a fare Mike Pompeo da Putin? La mossa fa parte del manuale trumpiano dei negoziati: spedisce un falco in avanscoperta per menare l'interlocutore o far saltare la trattativa con richieste inaccettabili, e poi arriva Donald travestito da colomba a chiudere un accordo, ovviamente vantaggioso per lui.

 

john bolton john bolton

Mentre l'ultra-falco Bolton fa trapelare al ''New York Times'' di essere pronto a schierare 120mila uomini in Iran, Trump smentisce tutto gridando alle fake news. Ma la fonte è autorevole, e i nemici si spaventano lo stesso.

 

Pompeo a Mosca è andato a incendiare un po' la situazione: non esclude un intervento americano in Venezuela, è pronto a una dura rappresaglia contro Teheran che usa i droni per fare provocazioni e mini-attacchi a obiettivi sensibili. Ha messo sul tavolo un presidio navale americano dello stretto di Hormuz, dove passano le petroliere di mezzo mondo e dove Emirati e iraniani si contendono il controllo.

 

sergej lavrov sergej lavrov

A queste ipotesi ovviamente Putin ha reagito malissimo, e ha ricordato al Segretario di Stato americano che la Russia tiene ferma una situazione esplosiva in Siria, cosa che fa molto comodo a Europa e Stati Uniti, e fa lo stesso in Libia.

 

 È stato lui a frenare Haftar, insieme a Macron, che non aveva interesse a un'escalation militare con la firma francese a poche settimane dalle elezioni europee. Vi siete accorti che da qualche giorno non si parla più di azioni militari del generale della Cirenaica?

MACRON HAFTAR MACRON HAFTAR trump putin trump putin

 

Condividi questo articolo

politica

POTEVA MANCARE LA LETTERINA DI BRUXELLES ALL'ITALIA? NO! I CONTI DELLA MANOVRA  NON TORNANO E "C'È IL RISCHIO DI UNA DEVIAZIONE SIGNIFICATIVA" DALLE RACCOMANDAZIONI. LO SCARTO TRA LA FINANZIARIA ITALIANA E LE RICHIESTE DELL'UNIONE EUROPEA È DI CIRCA 12,6 MILIARDI. L'ESECUTIVO HA GIÀ MESSO IN CONTO UNA FLESSIBILITÀ DELLO 0,2% (3,6 MILIARDI) PER LE SPESE "ECCEZIONALI" DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO. COSÌ LO SCOSTAMENTO SAREBBE DI CINQUE DECIMALI, IL MARGINE DI TOLLERANZA. MA CI SONO DUE PRBLEMI…