ALLARME ROSSO PER LETTA - UN SONDAGGIO RISERVATISSIMO BOCCIA LA LINEA DEL NEO SEGRETARIO DEL PD (DALLO IUS SOLI AL TWEET PRO FEDEZ) - INTANTO, IL CENTRODESTRA SEMBRA AVER TROVATO LA QUADRA. A UN CENNO POSITIVO DI GIORGIA MELONI, BERTOLASO A ROMA E ALBERTINI A MILANO ACCETTEREBBERO LA CANDIDATURA – NELLE RILEVAZIONI, BERTOLASO RISULTA VINCENTE SU ZINGARETTI, ALBERTINI SU SALA. IDEM DAMILANO SU LO RUSSO A TORINO. ECCO PERCHÉ ENRICHETTO HA QUALCHE MOTIVO PER NON STARE SERENO...

Condividi questo articolo


goffredo bettini enrico letta elly schlein giuseppe conte goffredo bettini enrico letta elly schlein giuseppe conte

DAGOREPORT

Allarme rosso per Enrichetto Letta. Un sondaggio riservatissimo boccia la linea del neo segretario del Pd: per il 65 per cento degli elettori dem, lo Ius Soli non è assolutamente una priorità. Il 75%, poi, si domanda: che necessità aveva Letta di postare un tweet a favore di Fedez?

 

Intanto, il centrodestra sembra aver trovato la quadra per i candidati alle amministrative di ottobre. A un cenno positivo di Giorgia Meloni, Bertolaso a Roma e Albertini a Milano accetterebbero la candidatura. Sono in corso trattative per l’eventuale spartizione dei consigli comunali.

salvini meloni salvini meloni

 

Se la Meloni dovesse accettare, Bertolaso, nel confronto con Zingaretti, nei sondaggi risulta vincente. Anche Albertini, se si dovesse presentare contro Beppe Sala, nelle rilevazioni ad oggi ha un vantaggio dell’1 per cento.

 

A Torino, infine, sempre secondo i sondaggi, il candidato del centrodestra Damilano ha un vantaggio di ben 5 punti sul probabile candidato del Pd, Stefano Lo Russo.

 

Ecco perché Enrichetto ha qualche buon motivo per non stare sereno.

roberto formigoni e gabriele albertini roberto formigoni e gabriele albertini MELONI BERTOLASO MELONI BERTOLASO bertolaso meloni rom 9 bertolaso meloni rom 9 matteo salvini e gabriele albertini matteo salvini e gabriele albertini

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...