ARIECCOLO! “SERVE UN MIO RITORNO IN CAMPO” - BERLUSCONI SI SMARCA DALLA LEGA E PROVA A RIFARE IL "REGISTA" DEL CENTRODESTRA DOPO IL FLOP DEI SOVRANISTI. “AVEVO PROPOSTO BERTOLASO PER ROMA, ALBERTINI E MORATTI PER MILANO: SE NON MI AVESSERO BOCCIATO QUESTI NOMI, SAREMMO ANDATI SICURAMENTE MEGLIO..." – IL VERO OBIETTIVO DI SILVIO E’ IL COLLE MA SUL SUO CAPO PENDE UNA SPADA DI DAMOCLE: IL PROCESSO "RUBY TER"…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Emanuele Lauria per repubblica.it

 

silvio berlusconi silvio berlusconi

(..)

"Serve un mio ritorno in campo". Rieccolo, Silvio Berlusconi, annunciato da una telefonata con Mario Draghi ("lunga e cordiale" secondo prassi) e dalla solita, strabordante, voglia di protagonismo.

 

Tornerà a Roma a breve, e farà base nella residenza sull’Appia Antica che fu di Franco Zeffirelli (...)

 

Berlusconi intende riprendersi un ruolo da “regista”, nel partito e in una coalizione nella quale fa fatica a vedere un federatore. Le amministrative hanno posto in luce le difficoltà dei sovranisti.

 

(...) Lui, l’ex premier, fino a ieri l’altro - parlando coi suoi - ha ribadito il disappunto per le scelte sbagliate per le amministrative: "Avevo proposto Bertolaso per Roma, Albertini e Moratti per Milano: se non mi avessero bocciato questi nomi, saremmo andati sicuramente meglio...".

 

(..)

 

È così motivato, il Cavaliere, da non vedere la corsa al Colle come sogno. Ma come ipotesi realizzabile. Pubblicamente non ne parla ma tutti sanno delle mire quirinalizie, alla sua corte. E certamente non si oppongono. Antonio Tajani parla "a titolo personale" ma dice una cosa esplicita: "Berlusconi è l’uomo che ha più esperienza di tutti a livello nazionale e internazionale. Il centrodestra sceglierà più avanti il suo candidato ma per me è la soluzione migliore".

silvio berlusconi fuori dal seggio a milano 1 silvio berlusconi fuori dal seggio a milano 1

 

 

Un puzzle al quale manca però un tassello fondamentale: di qui ai prossimi mesi potrebbero arrivare a sentenza i due filoni del processo "Ruby Ter", a Siena e Milano. Una condanna potrebbe far saltare ogni progetto. La spada di Damocle sulla strada dell’ennesimo ritorno.

 

 

silvio berlusconi vota a milano 2 silvio berlusconi vota a milano 2 silvio berlusconi vota a milano 1 silvio berlusconi vota a milano 1 silvio berlusconi vota a milano silvio berlusconi vota a milano silvio berlusconi fuori dal seggio a milano 3 silvio berlusconi fuori dal seggio a milano 3

 

 

Condividi questo articolo

politica

"L'ALLEANZA M5S-PD NON FUNZIONA E SE A METÀ GIUGNO VERRÀ MESSA LA FIDUCIA SUL DECRETO AIUTI, TORNERÒ A FARE IL SENATORE…" – IL CAPODELEGAZIONE M5S AL GOVERNO E MINISTRO DELL’AGRICOLTURA, STEFANO PATUANELLI, CERTIFICA L’INSOFFERENZA RECIPROCA TRA DEM E GRILLINI: “NON POSSIAMO STARE ASSIEME SOLO NELLA CONVINZIONE CHE NON DEVONO GOVERNARE GLI ALTRI. CI SONO TROPPI SCONTRI. PARTIAMO DAL PROGETTO PER LA SICILIA, NON DAI NOMI – L’INCENERITORE A ROMA? ADESSO È EVIDENTE CHE TUTTE LE CRITICHE CHE VENIVANO FATTE A VIRGINIA RAGGI ERANO ASSOLUTAMENTE STRUMENTALI…”

LA SOLITA “SALVINATA” – PRIMA IPOTIZZA UN VIAGGIO DIPLOMATICO A MOSCA, POI SALVINI E’ COSTRETTO A FARE DIETROFRONT: “NON HO CERTEZZE CHE CI ANDRÒ, CI STIAMO LAVORANDO. E SI VA SE SERVE, CERTEZZE NON CE NE SONO” – NEL FRATTEMPO SI SONO INCAZZATI TUTTI, DALL’IPER-ATLANTISTA GUERINI (“VIAGGIO IMPROBABILE, NO COMMENT”) A ENRICO LETTA (“VUOLE ANDARE DOVE GLI BATTE IL CUORE”) – IL GELO DI DRAGHI CERTIFICATO DALLE VOCI DI PALAZZO CHIGI: “E’ UNA NOTIZIA CHE SI COMMENTA DA SOLA”

SIAMO NEI GUAI: IL DISGELO IN MANO AL "CAPITONE"! – SALVINI “MINACCIA” UN VIAGGIO A MOSCA PER “CONFRONTARSI CON LE ISTITUZIONI RUSSE”: “PUTIN HA APPENA PARLATO CON DRAGHI, E NE SONO STATO FELICE, SE ANDRÒ A MOSCA LO FARÒ SOLO SE UTILE. SE DEVI CHIEDERE UN "CESSATE IL FUOCO", LO CHIEDI INNANZITUTTO A CHI HA COMINCIATO IL CONFLITTO” (E LA DIPLOMAZIA MONDIALE CHE STA FACENDO, SI GRATTA I CABASISI?!) – E’ L’ENNESIMA PIROETTA SENZA SENSO: “QUALORA SI CONCRETIZZASSE, FARÒ TUTTI I PASSAGGI NECESSARI E NE PARLERÒ PRIMA DI TUTTO CON IL PRESIDENTE DRAGHI. OVVIAMENTE MI CONFRONTERÒ ANCHE CON I VERTICI DELLA LEGA” (MATTE’, MA ‘NDO VAI? METTI L’ELMETTO E ASSERRAGLIATI AL DIVANO)