BYE BYE ARCURI – IL COMMISSARIO PER L’EMERGENZA HA I GIORNI CONTATI: MARIO DRAGHI STA RIORGANIZZANDO LE STRUTTURE CHE HANNO GESTITO (MALE) LA PANDEMIA E HA COMINCIATO CON IL CAPO DELLA PROTEZIONE CIVILE ANGELO BORRELLI, SOSTITUITO DA FABRIZIO CURCIO - PER ARCURI SI ASPETTERÀ SEMPLICEMENTE LA SCADENZA DEL MANDATO (31 MARZO)

-

Condividi questo articolo


Chiara Giannini per “il Giornale”

DOMENICO ARCURI DOMENICO ARCURI

 

Il commissario per l' emergenza Domenico Arcuri ha, per le sue funzioni, i giorni contati.

Il decreto Milleproroghe, approvato lo scorso 31 dicembre dal Consiglio dei ministri, all' articolo 19 fissa infatti al 31 marzo prossimo la scadenza dei suoi compiti. È ormai noto che il premier Mario Draghi sembri aver perso fiducia nell' uomo che si è occupato, con il governo Conte II, della gestione della crisi pandemica. Tanto che non lo invita più neanche alle riunioni ufficiali in materia di Covid o vaccini.

 

MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI

La presenza nell' esecutivo di Lega e Forza Italia, oltretutto, frena una possibile riconferma del commissario, ritenuto da molti non all' altezza del compito. Ma il centrodestra non calcherebbe troppo la mano proprio perché sa dell' imminente fine del contratto di Arcuri.

 

Peraltro, la recente inchiesta che vede protagonisti l' ex giornalista Rai Mario Benotti e altri soggetti a lui legati, non facilita certo la posizione del commissario, che forse consapevole della scadenza, fa inviare ieri mattina da Invitalia ben due mail con cui comunica che alla data del 24 febbraio sono state somministrate 102.433 dosi di vaccino e che «tutte le mascherine sono certificate».

 

MARIO BENOTTI MARIO BENOTTI

In particolare, nel secondo comunicato si legge: «Tutti i dispositivi di cui si parla sono stati sottoposti con esito favorevole a questa procedura come risulta dai relativi verbali di approvazione del Cts. Inoltre, la totalità dei dispositivi provenienti dall' estero vengono validati, di nuovo ai sensi di legge, dalle strutture preposte dell' Agenzia delle dogane che, solo dopo averne verificata la compatibilità con le norme vigenti, ne autorizza lo sdoganamento».

 

MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA

Ma Arcuri dimentica, forse, che in diversi aeroporti italiani, in particolare a Malpensa, sono ancora fermi milioni di dispositivi mai sbloccati. Diverse aziende italiane fanno sapere che dei loro ordini, già ampiamente pagati ai produttori cinesi o di altri Paesi, si sono perse le tracce.

 

Dove sono finiti mascherine, soprascarpe, guanti, sequestrati alla dogana perché «non conformi» a quanto stabilito dalla struttura commissariale? Tutte queste aziende hanno avviato azioni legali per il recupero dei soldi spesi.

BENOTTI SMS CON ARCURI BENOTTI SMS CON ARCURI

 

Intanto, la Procura di Roma sta portando avanti l' inchiesta legata alle commissioni percepite da Mario Benotti e altri soggetti per aver portato in Italia milioni di mascherine prese in Cina da tre diverse aziende. Ai domiciliari è attualmente finito Jorge Edisson Solis San Andres, uno degli indagati, perché si ravvisa la possibile «reiterazione del reato».

 

Nelle carte si legge che Mario Benotti «sfruttando le sue relazioni personali con Domenico Arcuri, si faceva prima promettere e quindi dare indebitamente da Andrea Tommasi (della Sunsky, ndr), che agiva in concerto con Daniele Guidi e Solis, la somma di 11.948.592 euro, confluita per 8.948.852 sul conto della Microproducts srl» della compagna Daniela Guarnieri, della Partecipazioni Spa, quale «remunerazione indebita perché svolta al di fuori di un ruolo istituzionale/professionale».

 

MAURO BONARETTI DOMENICO ARCURi MAURO BONARETTI DOMENICO ARCURi

Arcuri ha negato a più riprese di avere contatti con Benotti, ma le carte dicono qualcosa di diverso, ovvero confermano contatti serrati, fino all' ottobre scorso, tra il commissario e l' ex giornalista Rai. Sono 1.282, infatti, i contatti telefonici avuti tra i due finché un membro della struttura commissariale, tal Mauro Bonaretti, non confessa in una intercettazione a Benotti che Arcuri preferisce non parlargli per «evitare casini». Un punto su cui la Guardia di Finanza, su ordine della Procura, sta indagando.

MARIO BENOTTI 1 MARIO BENOTTI 1 mario benotti (ri)costruzione mario benotti (ri)costruzione DOMENICO ARCURI E LA MASCHERINA CONSUMATA DOMENICO ARCURI E LA MASCHERINA CONSUMATA

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


politica

FIATO ALLE TOMBE! L’ITALIA RIAPRE! – TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE PER RICOMINCIARE A VIVERE DAL 26 APRILE: VIA LIBERA AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI DELLO STESSO COLORE, MENTRE CI VORRÀ UN PASS PER ANDARE IN AREE DI COLORE DIVERSO – TORNA IL GIALLO RINFORZATO. IL COPRIFUOCO RIMANE ALLE 22, MA BAR E RISTORANTI CON TAVOLI ALL'APERTO RIMANGONO APERTI PURE LA SERA. PER GLI ALTRI LOCALI LA DATA DELLA LIBERAZIONE SCATTERÀ IL 1 GIUGNO. COME PER LE PALESTRE - CINEMA, TEATRI E I MUSEI AL 50% DELLA CAPIENZA E…

SOTTO LA MASCHERINA, C'E' “BAFFINO” - D'ALEMA VERRÀ SENTITO DAI PM COME PERSONA INFORMATA SUI FATTI PER L'INCHIESTA SULLA VENDITA A LAZIO E SICILIA, PER 22 MILIONI DI EURO, DI 5 MILIONI DI MASCHERINE E MEZZO MILIONE DI CAMICI CINESI NON CONFORMI, OLTRE A CERCARE ABBOCCAMENTI CON ARCURI PER PROVARE A PIAZZARE ALTRE PARTITE DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE – E SUI VENTILATORI RIVENDICA DI “AVER DATO UNA MANO A RECUPERARLI”, ANTICIPANDO I SOLDI PER LO STATO CON L'ASSOCIAZIONE DI CUI FA PARTE – IL RUOLO DEL LÌDER MAXIMO NEL CONTE BIS…

“ABBIAMO DELLE PSICOPATOLOGIE, CI VORREBBE UN NEUROLOGO” – GRILLO SPEDISCE I GRILLINI DALLO STRIZZACERVELLI PARLANDO IN MEMORIA DI GIANROBERTO CASALEGGIO: “FACCIAMO CAMBIAMENTI. GENTE CHE SE NE VA, GENTE CHE TORNA, GENTE CHE VA NEI GRUPPI MISTI, STRA-MISTI, GENTE CHE HA DELLE RIVOLUZIONI CULTURALI, DEI MANCAMENTI DI INTELLIGENZA” – L’ELEVATO STOPPA L'IDEA DI UN CAMBIO DI SIMBOLO VOLUTA DA CONTE CHE VIENE ASPETTATO AL VARCO DELLE COMUNALI DI OTTOBRE DA RAGGI E DI BATTISTA…