CACCIARI AL COLPEVOLE – “VENEZIA SOTT’ACQUA? LA COLPA E’ DI TUTTI: FORZA ITALIA, LEGA E DEI GOVERNI CHE SI SONO SUCCEDUTI. IO SONO L’UNICO INNOCENTE. FINO ALL’ULTIMO MI SONO OPPOSTO AL MOSE. ESISTEVA UN PROGETTO IMPORTANTE DI RIALZO DI PIAZZA SAN MARCO E DI CONTENIMENTO DELLE ACQUE MA TUTTI I SOLDI SONO STATI BUTTATI PER IL...”

-

Condividi questo articolo

Da www.liberoquotidiano.it

 

cacciari cacciari

Massimo Cacciari è sempre stato contro la realizzazione del Mose, l'opera ingegneristica non ancora ultimata che dovrebbe salvare Venezia dall'acqua alta. E ora che la città è in ginocchio per la marea record, l'ex sindaco dice: "Nulla di nuovo, tutto questo si conosceva quando si è deciso di buttare via i soldi con il Mose. Esisteva un progetto importante di rialzo di piazza San Marco e di contenimento delle acque per preservare la Basilica da questo fenomeno. Era possibile farlo ma poi tutti i soldi per la manutenzione della città sono stati spesi per il Mose e ora chi è causa del suo mal pianga se stesso".

acqua alta a venezia acqua alta a venezia

 

Insomma il Mose è inutile e Cacciari è l'unico che a suo dire aveva capito tutto: "La questione era stata affrontata, c'era già un progetto di massima con cui ci si trovava anche d"accordo". E adesso "la responsabilità è di tutti i governi che si sono succeduti: della Lega, di Forza Italia e di tutti quelli che hanno sostenuto questa strada. Forse gli unici innocenti sono il sottoscritto e i suoi collaboratori che fino all'ultimo si sono opposti al Mose". 

cacciari cacciari acqua che entra nell hotel gritti palace acqua che entra nell hotel gritti palace acqua alta a san marco acqua alta a san marco il negozio di celine il negozio di celine gondole nell acqua alta gondole nell acqua alta il vaporetto a venezia il vaporetto a venezia luigi brugnaro cammina nell acqua alta luigi brugnaro cammina nell acqua alta piazza san marco venezia piazza san marco venezia massimo cacciari (3) massimo cacciari (3)

 

 

Condividi questo articolo

politica

IL VOTO DI FIDUCIA AL GOVERNO DI MARIA ROSARIA ROSSI È LA VENDETTA PER ESSERE STATA USATA E SCARICATA - EX COLONNA DEL "CERCHIO TRAGICO" DEL CAV AI TEMPI DELLA PASCALE, DA UN ANNO ERA FINITA AI MARGINI CON IL REGNO DELLA NUOVA PREFERITA, MARTA FASCINA, TANTO DA APRIRE UNA PIZZERIA IN PROVINCIA DI NAPOLI - LA POPPUTISSIMA ROSSI È STATA ASSISTENTE E CONSIGLIERA DEL BANANA: NE HA CUSTODITO I SEGRETI PERSONALI E POLITICI. GLI HA FATTO SCUDO QUANDO SI TRATTAVA DI DIFENDERLO DALLE ACCUSE PER IL BUNGA-BUNGA - ERA LEI A GESTIRE LE OLGETTINE, TANTO DA FINIRE TRA GLI IMPUTATI AL PROCESSO RUBY TER...

COSA DIRÀ MATTARELLA A CONTE? LO SPOILERA MARZIO BREDA: "FARÀ NOTARE LA DEBOLEZZA STRUTTURALE DELL'ESECUTIVO, CHE ESCE PIÙ INFRAGILITO DI PRIMA. MATTARELLA AVRÀ UN BEL PO' DI ARGOMENTI DA PROPORRE, TUTTI ISPIRATI ALL'INCERTEZZA SULLA CONCRETA OPERATIVITÀ DEL GOVERNO (PER ESEMPIO QUANDO NELLE COMMISSIONI POTREBBE SCATENARSI IL SABOTAGGIO DEI RENZIANI) E ALL'URGENZA DI ALCUNE MISURE COME LA CHIUSURA DEL RECOVERY PLAN E DELLA SUA GOVERNANCE, PER NON PARLARE DELLA CAMPAGNA VACCINALE INCEPPATA, DEI RISTORI DA ACCREDITARE E DELLA PRESSIONE SOCIALE IN CRESCITA…"