LA CASTA CON LA TOGA - LA CONSULTA SALVA GLI STIPENDI DEI MAGISTRATI (A TUTELA DELLA LORO ‘’INDIPENDENZA’’) MA PENALIZZA TUTTI GLI ALTRI PUBBLICI DIPENDENTI

“Si tratta di una sentenza scandalosa - sostiene il Prof Michele Poerio, segretario nazionale Confedir e presidente Federspev – che impugneremo davanti alla CEDU per violazione della contrattazione collettiva in quanto determina trattamenti diversi ed opposti nei confronti di dipendenti pubblici”…

Condividi questo articolo

DAGOREPORT

toghe large ro mediumtoghe large ro medium

Con la sentenza n° 310/2013 (redattore Coraggio), passata sotto quasi completo silenzio, la Corte Costituzionale, rigettando il ricorso presentato dai docenti universitari, ha ritenuto (per esigenze di equilibrio del bilancio statale) legittimo il blocco degli stipendi dei pubblici dipendenti e dei loro diritti quesiti, con eccezione dei magistrati.

Toghe RosseToghe Rosse

"Si tratta di una sentenza scandalosa - sostiene il Prof Michele Poerio, segretario nazionale Confedir e presidente Federspev - che impugneremo davanti alla CEDU per violazione dei diritti dell'uomo e della contrattazione collettiva in quanto determina trattamenti diversi ed opposti nei confronti di dipendenti pubblici, alcuni dei quali - i magistrati - vengono tutelati dalla grave perdita del potere di acquisto del loro reddito, diversamente da altri con stipendi ben inferiori ed a volte alla soglia di povertà".

 

magistratimagistrati gvi 45 magistratigvi 45 magistrati

 

 

Condividi questo articolo

politica

TRUMP VUOLE SPEGNERE IL BAZOOKA A DRAGHI – IL PRESIDENTE AMERICANO CONTRO LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA BCE SUI “NUOVI STIMOLI” ALL’ECONOMIA: “RENDE INGIUSTAMENTE PIÙ FACILE PER L’EUROPA COMPETERE CON GLI USA. SONO ANNI CHE LO STANNO FACENDO” – LA REPLICA DI SUPER MARIO: “I TASSI DI CAMBIO NON SONO UN NOSTRO TARGET” – MA IL VERO DESTINATARIO DEL TWEET DI DONALD È IL CAPO DELLA FED JEROME POWELL, CHE POTREBBE ESSERE LICENZIATO A BREVE PER LE SUE POLITICHE SUI TASSI

MENARE IL KEYNES PER L’AIA – L’AMERICA HA RISCOPERTO IL FASCINO DEL DEFICIT: TANTO OBAMA CHE TRUMP, PUR DI CRESCERE, SE NE SONO FREGATI DEL DEBITO PUNTANDO FORTE SU INVESTIMENTI E SGRAVI. E I RISULTATI SI VEDONO – RAMPINI CONTRO “L’ORDO-LIBERISMO GERMANICO”: “PIÙ SIMILE A UNA RELIGIONE FONDAMENTALISTA CHE A UNA SCIENZA. CONDANNATA ANCHE DALL’EX CAPO ECONOMISTA DELL’FMI OLIVIER BLANCHARD”, LANCIATO DA FERDINANDO GIUGLIANO (BLOOMBERG) COME SUCCESSORE DI DRAGHI ALLA BCE