IL CICLONE MUSK STA PER TRAVOLGERE LA POLITICA AMERICANA: IL PROPRIETARIO DI TWITTER HA ANNUNCIATO CHE SOSTERRÀ IL GOVERNATORE DELLA FLORIDA, RON DESANTIS, QUALORA INTENDESSE CANDIDARSI ALLE PRESIDENZIALI DEL 2024. ED ESSENDO L’UOMO PIÙ RICCO DEL MONDO, CON 119 MILIONI DI FOLLOWER, LA SUA OPINIONE CONTA: “È UNA PERSONA RAGIONEVOLE E CENTRISTA. SPERAVO IN BIDEN, MA SONO RIMASTO DELUSO” – POI ANNUNCIA CHE POTREBBE CREARE UN SUO SMARTPHONE SE APPLE E GOOGLE BANDISSERO TWITTER…

-

Condividi questo articolo


ELON MUSK ELON MUSK

USA, MUSK SOSTERRÀ DESANTIS ALLE PRESIDENZIALI DEL 2024

(ANSA) - Elon Musk ha intenzione di sostenere il governatore della Florida, Ron De Santis, repubblicano, qualora intendesse candidarsi alle presidenziali del 2024. Il multimiliardario ha risposto 'Yes' su Twitter alla domanda 'Sosterrai Ron DeSantis nel 2024, Elon?'.

 

Nella stessa discussione sul social che ha recentemente acquisito, Musk ha ricordato di aver attivamente sostenuto Obama, in precedenza, e di aver votato per Biden, ma di esserne deluso. "La mia preferenza per la presidenza del 2024 - ha scritto - va a una persona ragionevole e centrista. Speravo che sarebbe stato così per l'amministrazione Biden, ma finora sono rimasto deluso".

 

ron desantis alla jewish coalition annual leadership meeting di las vegas 10 ron desantis alla jewish coalition annual leadership meeting di las vegas 10

NUOVA PROVOCAZIONE DI ELON MUSK, POTREI CREARE IL MIO SMARTPHONE

(ANSA) - Dopo le auto elettriche, lo spazio e i social media Elon Musk potrebbe avviarsi alla conquista di un altro territorio: quello degli smartphone.

 

Rispondendo ad una famosissima podcaster americana, Liz Wheeler, che sosteneva che se "Apple e Android decidessero di togliere Twitter dai loro app, Musk sarebbe costretto a inventare un suo smartphone", il nuovo proprietario del social media ha scritto: "Mi auguro che non si debba arrivare a questo, ma se non avessi altra scelta, sì, creerei un telefono alternativo". D'altra parte, sottolinea Wheeler nel suo post, "quest'uomo costruisce razzi per andare su Marte, cosa vuoi che sia per lui uno stupido smartphone". E aggiunge che "metà degli americani sarebbero felici di mollare quegli spioni di Apple e Android". 

ron desantis alla jewish coalition annual leadership meeting di las vegas 5 ron desantis alla jewish coalition annual leadership meeting di las vegas 5 elon musk alla festa di halloween di heidi klum elon musk alla festa di halloween di heidi klum MEME SU ELON MUSK E TWITTER MEME SU ELON MUSK E TWITTER ELON MUSK TWEET SULLA MORTE DI TWITTER ELON MUSK TWEET SULLA MORTE DI TWITTER elon musk alla festa di halloween di heidi klum elon musk alla festa di halloween di heidi klum IL MEME DI ELON MUSK DOPO LA RIAMMISSIONE SU TWITTER DI DONALD TRUMP IL MEME DI ELON MUSK DOPO LA RIAMMISSIONE SU TWITTER DI DONALD TRUMP

 

Condividi questo articolo

politica

GLI EFFETTI DELLA GUERRA MELONI-RAMPELLI NON PREOCCUPANO FRANCESCO ROCCA, CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO, CHE SI SENTE LA VITTORIA IN TASCA - COME DAGO-RIVELATO RAMPELLI, COMMISSARIATO DA DONNA GIORGIA, PUNTA A “CONTROLLARE” ALMENO 5-6 CONSIGLIERI NEL LAZIO PER AVERE LA GOLDEN SHARE SULLA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE DI CENTRODESTRA. IL CANDIDATO GOVERNATORE È PIÙ TRANQUILLO. “FARANNO A GARA A SFIDARSI SULLE PREFERENZE E FARANNO GUADAGNARE VOTI ALLA COALIZIONE” – LA GRANA AUTONOMIA (CHE NON PIACE A ROCCA)…

DAGOREPORT – GIORGIA MELONI HA DECISO DI TAGLIARE DEFINITIVAMENTE LE VECCHIE RADICI (EURO-SCETTICISMO E SOVRANISMO): STA TRATTANDO UN’ALLEANZA TRA IL SUO GRUPPO ECR, CONSERVATORI E RIFORMISTI, E IL PPE IN VISTA DELLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2024 – A NEGOZIARE CON BRUXELLES CI PENSA IL MINISTRO DEGLI ESTERI, ANTONIO TAJANI, GRANDE AMICO DEL PRESIDENTE DEL PPE MANFRED WEBER (BERLUSCONI, CHE SOGNAVA DI TRAGHETTARE GLI EX MISSINI NEL SALOTTO DEMOCRATICO EUROPEO, E' STATO SCAVALCATO) - NUOVO RAPPORTO TRA GIORGIA E URSULA CHE SOGNA LA RICONFERMA COME PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE – L’OSTACOLO POLACCO E I SOCIALISTI FIACCATI DAL QATARGATE

SAPETE QUAL ERA IL MITO DI GIORGIA MELONI AI TEMPI DEL LICEO? MICHAEL JACKSON -  A “UN GIORNO DA PECORA” LE RIVELAZIONI DI UNA EX COMPAGNA DEL LICEO DELLA DUCETTA: “IL SUO BRANO PREFERITO ‘MAN IN THE MIRROR’. A 16 ANNI, ANDAMMO A UN SUO CONCERTO A ROMA. PRIMA PROVAMMO A VEDERLO SOTTO L’HOTEL IN CUI SOGGIORNAVA, LEI ERA EMOZIONATISSIMA – A SCUOLA LA CHIAMAVAMO PER COGNOME, ‘LA MELONI’. ERA L’UNICA CHE DOVEVA LAVORARE PER AIUTARE A CASA. MA ERA UNA SECCHIONA “AVEVA LA MEDIA DEL 9”