IL COMMISSARIO DELLE GAFFE - MENTRE L’OMS LANCIA L’ALLARME PER UNA POSSIBILE TERZA ONDATA, ARCURI CHIEDE ALLE REGIONI IL PIANO PER IL VACCINO ENTRO “VENERDÌ 23 NOVEMBRE”. PECCATO CHE NON ESISTA. IL 23 È OGGI, CIOÈ LUNEDÌ, E VENERDÌ SARÀ 27 - LA COMUNICAZIONE HA MANDATO IN TILT LE TASK FORCE REGIONALI – RENZI LO SGONFIA: “QUESTA COSA CHE QUALSIASI EMERGENZA LA GESTISCE LUI È ESAGERATA. NON C' È UN SUPERMAN CHE POSSA GESTIRE INSIEME I TAMPONI, I BANCHI A ROTELLE E I VACCINI”

-

Condividi questo articolo


DOMENICO ARCURI 1 DOMENICO ARCURI 1

 Fabio Amendolara per “la Verità”

 

L' Europa rischia di dover affrontare una terza ondata di Covid-19 se, come ha annunciato l' inviato speciale dell' Organizzazione mondiale della sanità David Nabarro in un' intervista al quotidiano svizzero Solothurner Zeitung, «i governi ripeteranno gli errori che hanno portato a una seconda ondata quest' anno».

 

 

DAVID NABARRO 1 DAVID NABARRO 1

Davanti a un monito di questo tipo, però, il Commissario per l' emergenza Domenico Arcuri continua a pasticciare i documenti ufficiali.

 

Nella circolare con la quale ha chiesto alle Regioni di individuare in ogni provincia le strutture capaci di rispettare le indicazioni per la consegna, la conservazione e la somministrazione del vaccino, ha indicato come data ultima, entro la quale inviare la comunicazione, venerdì 23 novembre. Il prossimo venerdì sarà 27. Mentre il 23 è oggi, lunedì.

 

La comunicazione, come è ovvio immaginare, avrà mandato in confusione non poche task force regionali.

 

 

DOMENICO ARCURI FRANCESCO BOCCIA DOMENICO ARCURI FRANCESCO BOCCIA

L' Oms, però, sembra aver pesato nel frattempo ai governi europei, perché Nabarro di bacchettate non ne ha risparmiate: «Hanno mancato di costruire le infrastrutture necessarie durante i mesi estivi, dopo aver messo sotto controllo la prima ondata, ora c' è la seconda ondata.

 

Se non costruiscono le infrastrutture necessarie, avremo una terza ondata all' inizio del prossimo anno».

 

domenico arcuri domenico arcuri

E per ora il Commissario straordinario non sembra capace neppure di censire le strutture che dovranno gestire il vaccino.

 

 

 

 

 

 

 

L' inviato dell' Oms, invece, ha elogiato la risposta alla crisi nei paesi asiatici, come la Corea del Sud, dove le infezioni sono relativamente basse. «Le persone sono pienamente coinvolte, assumono comportamenti che rendono difficile la trasmissione del virus.

 

Mantengono le distanze, indossano mascherine, si isolano quando sono malate, lavano le mani e le superfici. Proteggono i gruppi più a rischio».

 

Domenico Arcuri Myrta Merlino - ricevimento al quirinale 2011 Domenico Arcuri Myrta Merlino - ricevimento al quirinale 2011

Nabarro ha infine esortato i governi dell' Ue a resistere alla tentazione di revocare troppo rapidamente le misure restrittive.

 

«Un altro elemento che è molto chiaro in Asia orientale è che una volta che hanno ridotto i numeri dei casi non allentano le misure, aspettano fino a quando il numero di casi è basso e rimane basso».

 

Un calo di contagi viene segnalato in Italia nelle ultime 24 ore. Stando ai dati diffusi dal ministero della Salute, sono 28.337 i nuovi casi registrati, rispetto ai 34.767 di sabato, per un totale di 1.408.868 di casi dall' inizio dell' epidemia (i positivi attuali sono 805.947). I tamponi effettuati, 188.747, però, sono di meno rispetto a quelli di sabato: 237.225. In calo anche i decessi: 562 (692 sabato).

 

I dimessi e i guariti ammontano a 13.574, per un totale di 553.098 dall' inizio dell' epidemia. I ricoverati con sintomi sono 216, per un totale di 34.279. E aumentano le persone ricoverate in terapia intensiva: 43 rispetto ai dieci del giorno precedente.

 

matteo renzi foto di bacco (8) matteo renzi foto di bacco (8)

Anche l' ormai senatore semplice Matteo Renzi, che sostiene la maggioranza giallorossa, sembra non credere nelle capacità di Arcuri: per distribuire i vaccini, secondo il Bullo, «serve l' esercito e non il commissario Arcuri.

 

Questa cosa che qualsiasi emergenza la gestisce lui è esagerata. Non c' è un Superman che possa gestire insieme i tamponi, i banchi a rotelle e i vaccini».

 

Una vaccinazione di massa, poi, sembra non essere ipotizzabile nel breve periodo. E non solo per le disorganizzazioni in capo al Commissario straordinario.

DAVID NABARRO DAVID NABARRO

 

«Nei primi tre-sei mesi del 2021 non ci sarà comunque una vaccinazione di massa della popolazione», ha spiegato il direttore generale dell' Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Nicola Magrini, a Mezz' ora in più, su Rai 3, aggiungendo: «Questo sarà un compito che affronteremo verso l' estate.

DOMENICO ARCURI MASCHERINA DOMENICO ARCURI MASCHERINA

 

Arriveranno anche altri vaccini e probabilmente in tre mesi, da gennaio a marzo, potremo avere una capacità vaccinale fino a 10 milioni, ma si vedrà dalle disponibilità a gennaio».

 

Sempre che il Commissario Arcuri riesca a censire le strutture adeguatamente. Al primo passo è già stato colto in fallo.

DOMENICO ARCURI CON LA MASCHERINA CALATA SOTTO IL NASO DOMENICO ARCURI CON LA MASCHERINA CALATA SOTTO IL NASO la lega e piu europa uguali su domenico arcuri la lega e piu europa uguali su domenico arcuri la lega e piu europa uguali su domenico arcuri la lega e piu europa uguali su domenico arcuri Domenico Arcuri Smascherato Foto Mezzelani GMT003 Domenico Arcuri Smascherato Foto Mezzelani GMT003 domenico arcuri a vedro domenico arcuri a vedro

 

Condividi questo articolo

politica

OSCAR DI MONTIGNY SI RITIRA! NON SARÀ LUI IL CANDIDATO DEL CENTRODESTRA PER MILANO. UFFICIALMENTE, DICE DI AVER “REGISTRATO CHE NON C’ERA TOTALE CONVERGENZA" SUL SUO NOME. MA IL VERO MOTIVO DELLA RINUNCIA È CHE I SONDAGGI RISERVATI, CIOÈ QUELLI VERI, LO DANNO TERZO DIETRO A GIANLUIGI PARAGONE - BERLUSCONI AVEVA GIÀ AFFOSSATO IL SUO NOME. DA BUON VENDITORE DI PENTOLE E SOGNI, IL CAV AVEVA TROVATO IL SUO PUNTO DEBOLE: IL COGNOME DIFFICILE. SENZA CONSIDERARE CHE SILVIO VUOLE UN POLITICO (LUPI?)

MARTA DA QUIRINALE! - CHI SARÀ IL SUCCESSORE DI SERGIO MATTARELLA, STRADECISO A TORNARE A CASA? A OGGI IL CANDIDATO CON PIU' CHANCE, E CHE PUÒ VANTARE UN APPOGGIO PIÙ O MENO TRASVERSALE, È IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA MARTA CARTABIA - MA LA SUA FUTURA INVESTITURA DA “QUIRINABILE” È LEGATA A UN ''SE'': SE RIUSCIRA' NEL MIRACOLO DI FAR APPROVARE, ENTRO LA FINE DEL MESE IN CONSIGLIO DEI MINISTRI, LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA EVITANDO LE TRAPPOLE DEI SUOI OPPOSITORI CONTE-BONAFEDE…