LA CONSOB CHIUDE PER COVID - IL PRESIDENTE PAOLO SAVONA (84 ANNI) È RISULTATO POSITIVO AL CORONAVIRUS, MA DICE DI ESSERE ASINTOMATICO E DI STARE ''BENISSIMO''. LE DUE SEDI DI ROMA E MILANO SONO STATE CHIUSE PER UNA SETTIMANA A SCOPO PRECAUZIONALE, IL LAVORO CONTINUERÀ DA REMOTO. I MEMBRI DELLA SEGRETERIAN DI SAVONA SONO RISULTATI TUTTI NEGATIVI

-

Condividi questo articolo

Claudia Voltattorni per il ''Corriere della Sera''

 

paolo savona paolo savona

«Sto benissimo, continuo il mio lavoro da remoto». A quasi 84 anni, il presidente della Consob Paolo Savona è risultato positivo al Covid. Ma rassicura sul suo stato di salute: «Sono asintomatico, ma devo proteggere gli altri e quindi lavoro da casa». Da ieri gli uffici di Roma e Milano dell'Autorità che vigila sui mercati finanziari resteranno chiusi per una settimana. La chiusura fino a venerdì 18 settembre delle due sedi - via Giovanni Battista Martini a Roma e via Broletto a Milano - è stata decisa in via precauzionale per portare avanti le operazioni di sanificazione. L'istituto fa sapere che comunque verrà assicurata la piena operatività.

 

«Ho assunto questa decisione - spiega il direttore generale della Consob Mauro Nori in una lettera inviata ai dipendenti - in qualità di datore di lavoro come misura prudenziale e precauzionale dopo che oggi (ieri, ndr ) è stato riscontrato in Istituto un caso di positività al Covid-19». Nonostante ciò, continua il direttore generale, «la prosecuzione delle attività ordinarie sarà assicurata, come di consueto in maniera prevalente da remoto e al termine delle previste attività di sanificazione, anche dal presidio fisico della direzione generale e dal almeno uno dei componenti della Commissione».

MAURO NORI MAURO NORI

 

Il caso di positività al virus riguarda il presidente Savona che però si dice tranquillo e racconta di aver fatto il tampone «per precauzione» e di aver saputo ieri i risultati del tampone: «Avevo già fatto anche il test sierologico, sapevo che poteva accadere, ma sto bene». E spiega di «aver sempre mantenuto le distanze» e di non «aver mai partecipato ad alcun assembramento, tranne un viaggio aereo». Classe '36, cagliaritano, economista, ex ministro dell'Industria nel governo Ciampi ed ex ministro per gli Affari europei nel primo governo Conte, Paolo Savona presiede la Consob dall'8 marzo 2019 e resterà in carica fino al 2026.

 

PAOLO SAVONA PAOLO SAVONA

Nei prossimi giorni continuerà a lavorare seppur da casa dove dovrà trascorrere le due settimane di quarantena in attesa della negativizzazione del tampone. Nel frattempo anche tutti i membri della sua segreteria per precauzione sono stati sottoposti al tampone e sono risultati tutti negativi. «Per fortuna io non ho alcun sintomo, ma mi preoccupo per chi mi sta vicino e lavora con me, devo proteggerli - dice al Corriere -, ecco perché continuerò a lavorare da remoto, ma mi sento bene, sono un portatore positivo asintomatico e continuerò a seguire tutti i miei impegni». E alla fine sorride: «Posso dire di aver visto anche questa».

sede consob sede consob

 

Condividi questo articolo

politica

DE MICHELI, IL FALLIMENTO È IL MIO MESTIERE - NELLE MARCHE PROMETTE SOLDI E RACCOGLIE FISCHI: I TERREMOTATI NON LE PERDONANO NULLA - A ROMA, TRA I NOMI DI UN POSSIBILE RIMPASTO, OLTRE AI GRILLINI INETTI E CIUCCI, BRILLA LA MINISTRA DELLE INFRASTRUTTURE – LA POVERINA È ACCUSATA DI ESSERE SUCCUBE DEL SUO CAPO DI GABINETTO ALBERTO STANCANELLI E DEL SUO “ADVISOR”, L’IMMARCESCIBILE MAURO MORETTI. QUESTI TRE CERVELLONI, AD ESEMPIO, NON SONO RIUSCITI A CHIUDERE LA PARTITA DI AUTOSTRADE