FICO ARRIVA AL QUIRINALE A MANI VUOTE E ANNUNCIA CHE LA SUA ESPLORAZIONE È FALLITA: "ALLO STATO ATTUALE PERMANGONO DISTANZE ALLA LUCE DELLE QUALI NON HO REGISTRATO UNANIME DISPONIBILITÀ PER DARE VITA ALLA MAGGIORANZA" - LA ROTTURA FINALE È STATA SUI NOMI DI BONAFEDE, AZZOLINA E ARCURI: MATTEUCCIO LI VOLEVA FAR FUORI E I GRILLINI SI SONO ARROCCATI – POI RENZI HA MESSO LA PIETRA TOMBALE SUL CONTE TER CON UN TWEET IN CUI PARLAVA APERTAMENTE DI "EX MAGGIORANZA" – CRIMI: "È RENZI CHE HA MESSO I VETI. L'OBIETTIVO ORA È EVIDENTE, ERA QUELLO DI OTTENERE QUALCHE POLTRONA IN PIÙ E SINDACARE ANCHE SUI MINISTRI DEGLI ALTRI"

Condividi questo articolo


MATTEO RENZI ALFONSO BONAFEDE GIUSEPPE CONTE NICOLA ZINGARETTI LUIGI DI MAIO – AMICI MIEI MATTEO RENZI ALFONSO BONAFEDE GIUSEPPE CONTE NICOLA ZINGARETTI LUIGI DI MAIO – AMICI MIEI

 

Fico,manca unanime disponibilità per dare vita a maggioranza 
(ANSA)
- ROMA, 02 FEB - "Allo stato attuale permangono distanze alla luce della quali non ho registrato unanime disponibilità per dare vita alla maggioranza". Lo ha detto il Presidente della Camera Roberto Fico al termine del colloquio con il Capo dello Stato.

 

Renzi in chat Iv, scontro su contenuti e rottura su nomi

(ANSA) - ROMA, 02 FEB - "La barzelletta che non si chiude sul verbale è, appunto, una barzelletta. Qui lo scontro è altissimo sui contenuti: dal Mes alle infrastrutture, dalla giustizia alla Torino -Lione e ovviamente sui nomi.

 

Crimi ha detto che non intendono cedere su nessuno a cominciare da Bonafede e Azzolina. Domenico Arcuri e Mimmo Parisi non si toccano. Possono sostituire la Catalfo solo se non ci va la Bellanova. E per vicepremier al momento è in ballo Fraccaro con Orlando". Lo scrive Matteo Renzi, a quanto si apprende, in chat con i parlamentari di Italia Viva.

 

Governo: Pd, da Renzi rottura inspiegabile ++

GIUSEPPE CONTE - MATTEO RENZI GIUSEPPE CONTE - MATTEO RENZI

 (ANSA) - ROMA, 02 FEB - "Renzi aveva fatto richieste sugli assetti di governo ancor prima che fosse dato l'incarico a Conte e poi la rottura inspiegabile". Lo fanno sapere fonti Pd aggiungendo che Renzi voleva scegliere anche i ministri del Pd.

 

Crimi, Renzi ha posto interessi poltrone davanti a Paese 
(ANSA) - ROMA, 02 FEB - "L'obiettivo ora è evidente, l'obiettivo era ottenere qualche poltrona in più. Non abbiamo ricevuto da Iv nessun tipo di rassicurazione su Conte e abbiamo assistito anche al sindacare sui minisetri degli altri. Chi ha cominciato a mettere veti è Renzi,che ha posto davanti all'interesse del Paese l'interesse ad avere qualche poltrona in più". Lo dice il capo politico M5S Vito Crimi.

orlando zingaretti orlando zingaretti

MATTEO RENZI E GIUSEPPE CONTE COME LUKAKU E IBRA MATTEO RENZI E GIUSEPPE CONTE COME LUKAKU E IBRA giuseppe conte e i ministri durante l intervento di renzi in senato giuseppe conte e i ministri durante l intervento di renzi in senato Matteo Bolle Matteo Bolle

 

Condividi questo articolo

politica