CROCE E DELIZIA DI DONNA LETIZIA - INDOVINATE CHI ENTRERÀ NELLO STAFF DELLA NEO ASSESSORA ALLA SANITÀ DELLA LOMBARDIA, LETIZIA MORATTI? ALFREDO ROBLEDO, EX MAGISTRATO DELLA PROCURA DI MILANO CHE INDAGÒ SUL FIGLIO DELLA EX SINDACA PER GLI ABUSI EDILIZI DEL MEGA APPARTAMENTO RIBATTEZZATO "BAT CAVERNA" - MA LA CONSULENZA, SI SA, NON VUOLE RANCORI...

-

Condividi questo articolo

Paolo Colonnello per "La Stampa"

 

robledo e bruti liberati 1 robledo e bruti liberati 1

Croce e delizia di donna Letizia, Alfredo Robledo a quanto pare entrerà nello staff della neo assessora alla sanità della Lombardia Letizia Moratti, s'immagina per consigliarla sul piano legale.

 

Gabriele e Letizia Moratti Gabriele e Letizia Moratti

E d'altronde, chi meglio di lui? Robledo, prima di diventare presidente di una società di servizi ambientali, per anni è stato un valente e scaltro magistrato della Procura più temuta d'Italia, e in questa veste, dismessa in seguito allo scontro con l'ex procuratore Bruti Liberati, indagò e fece patteggiare il figlio della Moratti per gli abusi edilizi di un mega appartamento ribattezzato "bat caverna", quindi chiese l'archiviazione (respinta) dell'allora sindaca di Milano per i cosiddetti "incarichi d'oro". Vicenda per cui Moratti venne condannata poi dalla Corte dei conti. Ma la consulenza, si sa, non vuole rancori.

BRUTI ROBLEDO BRUTI ROBLEDO gabriele moratti foto vogue.it gabriele moratti foto vogue.it GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI MARTA MARZOTTO LETIZIA MORATTI MARTA BRIVIO SFORZA SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI MARTA MARZOTTO LETIZIA MORATTI MARTA BRIVIO SFORZA SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO GABRIELE MORATTI SERATA SANPATRIGNANO emily foulloux e gabriele moratti emily foulloux e gabriele moratti

 

Condividi questo articolo

politica

“I BENETTON VOLEVANO SOLO DIVIDENDI, DIVIDENDI, DIVIDENDI…” – LE TELEFONATE TRA L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI ATLANTIA CARLO BERTAZZO, IL PRESIDENTE FABIO CERCHIAI E GIANNI MION CHE PARLANO ALLEGRAMENTE DI CASTELLUCCI E DELLE STRATEGIE DELLA HOLDING: “LUI DICE CHE DEVONO USCIRE. SE LUI DICESSE I BENETTON SONO DEI CAZZONI, PUÒ ESSERE. MA CHE L'ABBIANO INGESSATO COSTRINGENDOLO CON QUESTI DIVIDENDI, NON CI CREDO" – "È UNA DIFESA INDEGNA, MENTRE LUI STA LAVORANDO CON QUALCHE FONDO PER ORGANIZZARE LA CORDATA..."