DAGONEWS: LA COMMOVENTE DICHIARAZIONE D’AMORE DI GRILLO NEI CONFRONTI DI DAVIDE CASALEGGIO NASCONDE UN RETROSCENA CHE RIBALTA I TITOLI DEI GIORNALI: PRIMA DELLA MAIL AI MOROSI, GRILLO HA CHIAMATO IL GURU JUNIOR E GLI HA DETTO CHIARAMENTE DI ABBANDONARE LE VELLEITÀ DI DIBBA E DI ALLINEARSI SULL'ALLEANZA COL PD, CHE INCLUDE DI MAIO CAPO POLITICO. E A QUEL PUNTO CASALEGGIO…

-

Condividi questo articolo

DAGOREPORT

 

beppe grillo davide casaleggio giuseppe conte 2 beppe grillo davide casaleggio giuseppe conte 2

Fermi tutti: la commovente dichiarazione d’amore di Grillo nei confronti di Davide Casaleggio (“I cittadini devono poter andare avanti potendo dire la loro con dei sistemi tecnologici. E non è una difesa di Rousseau, più o meno, è una difesa di una tecnologia che abbiamo fatto noi e dobbiamo ringraziare le persone che l'hanno fatta: Casaleggio padre e Casaleggio figlio”) nasconde un retroscena che ribalta i titoli dei giornali di oggi. Vale a dire: non è l’Elevato che si è avvicinato a Casaleggio, bensì il contrario. Un ribaltone che cambia il potere nel Movimento.

 

ALESSANDRO DI BATTISTA DAVIDE CASALEGGIO ALESSANDRO DI BATTISTA DAVIDE CASALEGGIO

Ecco cosa è successo. Prima della mail inviata ai parlamentari morosi, è avvenuto un colloquio tra BeppeMao e Davide Junior. Col tono brusco, il comico guerriero, che sta tentando di tutto di salvare il movimento dalla sparizione e vede in Di Maio il solo capo politico che può farlo, ha sibilato: ‘’L’unica linea politica del movimento è l’alleanza col Pd. Se vuoi stare con noi, devi sganciarti dalla corrente dei puri & duri capitanata da Di Battista. Tu non rompi i cojoni e noi manteniamo in vita la piattaforma Rousseau. Chiaro?” Ok, messaggio ricevuto, ha risposto Casaleggio, che sa bene che se crolla la piattaforma, lui affoga.

 

Fino al giorno prima del colloquio con il comico, il figlio di Gianroberto portava avanti la fronda anti-Di Maio, carezzando le istanze di Dibba come nuovo capo politico, tesseva inciuci con il reggente Crimi, metteva ogni sorta di paletti per non indire, come Giggino vuole, gli Stati Generali subito dopo le Regionali. Tutto finito: senza il supporto di Casaleggio, Dibba e compagni scompaiono. A questo punto, la strada per la leadership dell’ex bibitaro del San Paolo corre in discesa.

GRILLO CASALEGGIO DI MAIO DI BATTISTA GRILLO CASALEGGIO DI MAIO DI BATTISTA beppe grillo davide casaleggio 9 beppe grillo davide casaleggio 9

 

Condividi questo articolo

politica