XI JINPING HA CONVINTO PUTIN: LA RUSSIA ACCETTERÀ LA TREGUA OLIMPICA VOLUTA DA EMMANUEL MACRON -  IL PRESIDENTE CINESE CERCHERÀ DI ADOPERARSI SERIAMENTE PER LA PACE IN UCRAINA, E IL POVERO ZELENSKY SI DOVRÀ RASSEGNARE: “MAD VLAD” CHIEDE LA SUA USCITA DI SCENA COME CONDIZIONE PER APRIRE LA TRATTATIVA (IN CASO CONTRARIO, PERDEREBBE LA FACCIA DAVANTI AI CITTADINI RUSSI). GLI UCRAINI, STREMATI DA DUE ANNI E MEZZO DI CONFLITTO, NON INSORGEREBBERO: SONO STUFI DELL'INTRANSIGENZA DELL'EX COMICO.  ALL’INIZIO DELLA GUERRA, I CONSENSI PER IL PRESIDENTE TOCCAVANO IL 94%, OGGI…

Condividi questo articolo


DAGOREPORT

vladimir putin e xi jinping a pechino vladimir putin e xi jinping a pechino

Xi Jinping ha convinto Vladimir Putin ad accettare la tregua olimpica di tre settimane, chiesta supplicando da Emmanuel Macron per farsi bello senza intoppi ai giochi di Parigi.

 

Allo stesso tempo, il presidente cinese cercherà di adoperarsi per la pace in Ucraina (ieri Putin ha chiesto di ripartire dalla bozza di accordo di Istanbul del 2022).

 

A tal proposito, non è passata inosservata l’apertura – seppur timida – alla Cina, da parte di Volodymyr Zelensky: “Vorrei vederla coinvolta nella conferenza sulla pace che la Svizzera organizzerà a giugno, senza la Russia. Ha un’influenza”.

 

Parole pronunciate in un’intervista all’Afp, in cui l’ex comico ha ribadito la sua contrarietà alla tregua olimpica: “Nessuno può garantire che la Russia non approfitterà per portare le sue forze sul nostro territorio".

 

PUTIN ZELENSKY PUTIN ZELENSKY

Ma il povero Zelensky si deve rassegnare: senza più soldati da mandare al fronte, con gli aiuti americani che arrancano, anche volendo, non sarà lui a dettare le regole di un eventuale e momentaneo cessate il fuoco.

 

Peraltro, una delle condizioni poste da Putin a Xi Jinping per accettare uno stop ai bombardamenti è proprio l’uscita di scena di “Ze”. La presenza dell’ex comico al tavolo negoziale sarebbe un’onta indelebile per lo Zar: gli farebbe perdere definitivamente la faccia davanti ai russi.

 

LE DIREZIONI D ATTACCO DELLA RUSSIA IN UCRAINA - MAGGIO 2024 LE DIREZIONI D ATTACCO DELLA RUSSIA IN UCRAINA - MAGGIO 2024

Di fronte a un’eventuale uscita di scena del presidente, gli ucraini, stremati e falcidiati da due anni e mezzo di missili, non insorgerebbero: all’inizio del conflitto, i consensi per il presidente toccavano il 94%, oggi arrivano a malapena al 50…

 

PUTIN-XI, LA TREGUA OLIMPICA E L’ABBRACCIO DA INTERPRETARE

Estratto dell’articolo di Guido Santevecchi per il “Corriere della Sera”

 

«La tregua olimpica? Sì, il presidente Xi Jinping me ne ha parlato, abbiamo discusso di questo argomento...». Lasciata Pechino per Harbin, città del nordest cinese, Vladimir Putin ha risposto alla domanda di un giornalista sul tema del cessate il fuoco in Ucraina, da osservare durante le tre settimane dei Giochi di Parigi.

 

offensiva russa su kharkiv 3 offensiva russa su kharkiv 3

La proposta di Emmanuel Macron era stata al centro del colloquio con Xi durante la sua visita del 6 maggio. E ora Putin dice che l’amico cinese gliela ha trasmessa.

 

Non sappiamo con quale enfasi, ma gliene ha parlato. Il capo del Cremlino ha osservato che i principii della tregua olimpica «sono molto corretti», ma ha aggiunto che pochi l’hanno applicata a parte gli antichi greci.

 

E ha concluso con una stoccata immancabile contro gli occidentali: «I funzionari sportivi stranieri politicizzano lo sport e violano la Carta olimpica, in Occidente violano i principii dell’olimpismo, ma poi ne chiedono il rispetto da parte della Federazione Russa, così non andremo lontano».

 

vladimir putin e xi jinping a pechino vladimir putin e xi jinping a pechino

[…] Putin da Harbin ha parlato della situazione sul campo di battaglia ucraino, dell’avanzata russa nella zona di Kharkiv: sostiene che l’obiettivo per ora non è di prendere la città ma di costituire una «zona di sicurezza, un cordone sanitario» contro il cannoneggiamento ucraino nell’area di confine. Alla domanda sulla possibilità di un negoziato, lo Zar ha risposto che la Russia non è stata invitata alla conferenza in Svizzera del prossimo giugno e «non si farà dettare un ultimatum sulla base di proposte ucraine».

 

putin macron putin macron

È venuto in Cina per poter mostrare la solidità dell’intesa con Xi e ha ripetuto l’elogio alla proposta cinese del febbraio 2023, basata su 12 punti che partivano da un cessate il fuoco ma non prevedeva un ritiro russo dai territori occupati: «La Cina ha una sincera volontà di pace». Resta da vedere a quali condizioni e il 43° vertice tra Putin e Xi appena celebrato a Pechino non ha dato indicazioni nuove. […]

emmanuel macron e xi jinping nel rifugio di montagna dei pirenei emmanuel macron e xi jinping nel rifugio di montagna dei pirenei emmanuel macron e xi jinping emmanuel macron e xi jinping

matrioske di putin e xi jinping a mosca matrioske di putin e xi jinping a mosca

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE