IL DILEMMA DI DISNEY: CONTINUARE A BUTTARE SOLDI SULLO STREAMING O TORNARE AL CARO VECCHIO TOPOLINO? – IL RITORNO DI BOB IGER ALLA GUIDA DELL’AZIENDA ARRIVA DOPO ANNI DI INVESTIMENTI FOLLI SU DISNEY+ E LE ALTRE PIATTAFORME ONLINE DOVE VEDERE FILM E SERIE, CHE PERÒ HANNO CAUSATO UN ROSSO DI 1,5 MILIARDI IN UN TRIMESTRE. IL CIRCOLO VIZIOSO TRA ABBONATI E NUOVE PRODUZIONI E GLI UNICI SETTORI ANCORA IN ATTIVO: TV VIA CAVO E PARCHI DIVERTIMENTO…

-

Condividi questo articolo


Matteo Persivale per il “Corriere della Sera”

 

bob iger bob iger

Walt Disney era un artista. Quello che la storia ricorda come uno dei più grandi innovatori e businessmen del Novecento era un artista che aveva cominciato da bambino a vendere i suoi disegni nelle fattorie dei vicini, in Missouri.

 

Robert Iger, attraverso tutto il primo trionfale mandato (2005-2020 con market cap quintuplicato) da ceo della Disney ricordava sempre che Disney è la casa di Topolino, e Topolino non è stato creato da un comitato di manager.

 

Bob Chapek, a sinistra, e Bob Iger Bob Chapek, a sinistra, e Bob Iger

Adesso che Iger è stato richiamato d'urgenza in servizio, domenica scorsa, dal board della Disney, ha subito dimostrato nella sua prima e-mail a tutti i dipendenti che cambiano le circostanze - il post-pandemia, il rapidissimo mutamento degli scenari dello streaming - ma la sua filosofia è la stessa: «Raccontare storie è la linfa vitale di questa azienda, e deve essere messo al centro del modo in cui organizziamo le nostre attività».

 

disneyland in california disneyland in california

Ecco così che dopo aver tagliato il responsabile dello streaming Kareem Daniel, Iger come prima cosa ha annunciato la totale ristrutturazione della sezione che nonostante il successo di abbonamenti - Disney controlla con Espn, Hulu, e Disney+ più sottoscrizioni di Netflix - ha perso nell'ultimo trimestre 1,5 miliardi di dollari (i parchi divertimenti sono con i servizi via cavo i settori in forte attivo che coprono le perdite dello streaming).

 

Bob Iger Bob Iger

Il dilemma dello streaming - escluse Amazon e Apple che hanno sostanzialmente budget pressoché illimitati - è brutale: per non perdere gli abbonati che già ci sono e aggiungerne altri bisogna fornire un fiume inarrestabile di novità, e produrle costa moltissimo.

La forza di Iger? Topolino. Mettere al centro la creatività.

 

Icone Disney+ Icone Disney+

Le più importanti medaglie della sua gestione sono le acquisizioni (della Pixar nel 2006 per 7,4 miliardi di dollari, della Marvel Entertainment nel 2009 per 4 miliardi, della Lucasfilm nel 2012 per 4,06 miliardi, e degli asset di intrattenimento della 21st Century Fox nel 2019 per 71,3 miliardi) che avevano però l'obiettivo, centrato, di produrre creatività, cioè nuovi film, nuove serie tv, e puntare sul catalogo Fox.

 

Nelle business school si studia Iger e la sua enfasi ossessiva su aspetti generalmente trascurati dai ceo dell'intrattenimento, per esempio le lunghe riunioni sull'argomento: «Chi è la principessa Disney?». Prima che un solo disegno di Frozen (2013) fosse realizzato, Iger aveva fatto mettere a fuoco i valori del personaggio, il motivo per il quale bambine di tutto il mondo avrebbero dovuto amare il cartoon (1,3 miliardi al box office, dvd e blu-ray e streaming, e il merchandising durerà decenni).

 

bob iger bob iger

Iger ha spiegato il suo metodo nel libro best-seller Lezioni di leadership creativa. I segreti che ho imparato come CEO di Walt Disney (edito in Italia da Sperling & Kupfer): «Non metterti nel business di andare sul sicuro, mettiti nel business di creare la possibilità di qualcosa di grande». Wall Street gli crede: il titolo Disney subito dopo l'annuncio della nomina a sorpresa è salito del 7,5%.

NETFLIX - DISNEY+ - HBO MAX - APPLE TV - AMAZON PRIME VIDEO NETFLIX - DISNEY+ - HBO MAX - APPLE TV - AMAZON PRIME VIDEO DISNEY RESORT DI SHANGHAI DISNEY RESORT DI SHANGHAI giostra biancaneve disneyland giostra biancaneve disneyland disneyland centro per la vaccinazione disneyland centro per la vaccinazione disneyland centro per vaccinarsi disneyland centro per vaccinarsi disneyland chiuso disneyland chiuso electroland disneyland paris 6 electroland disneyland paris 6 disneyland disneyland Disneyland Shangai Disneyland Shangai bob chapek 2 bob chapek 2 riapertura disneyland shangai 14 riapertura disneyland shangai 14 bob iger con schwarzenegger, topolino, diane disney miller, art linkletter, michael eisner e minnie bob iger con schwarzenegger, topolino, diane disney miller, art linkletter, michael eisner e minnie bob iger con harry bob iger con harry bob chapek con bob iger bob chapek con bob iger bob iger con i personaggi di winnie the pooh bob iger con i personaggi di winnie the pooh

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA