DIPLOMAZIA NEL PALLONE! – IL CASO DEL PALLONE-SPIA CINESE CHE HA SORVOLATO UNA BASE MISSILISTICA NUCLEARE DEGLI STATI UNITI HA FATTO SALTARE LA VISITA DEL SEGRETARIO DI STATO AMERICANO, BLINKEN, A PECHINO – LA CINA ERA MOLTO INTERESSATA ALLA VISITA DEL RAPPRESENTATE DEL GOVERNO AMERICANO CHE AVREBBE POTUTO ANCHE INCONTRARE IL PRESIDENTE XI JINPING, COSA NON ACCADUTA QUANDO 5 ANNI FA, L’ALLORA SEGRETARIO DI STATO MIKE POMPEO, NON È RIUSCITO AD OTTENERE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Guido Santevecchi per www.corriere.it

 

il pallone spia cinese nei cieli usa. il pallone spia cinese nei cieli usa.

Un pallone-spia scoperto nel cielo americano sopra una base missilistica nel Montana (un innocente strumento per rilevazioni meteo, secondo la giustificazione cinese) ha fatto saltare la visita a Pechino di Antony Blinken.

 

Il segretario di Stato era atteso in questo fine settimana per riannodare il dialogo con Xi Jinping. Dopo ore di consultazioni tese, mentre i repubblicani del Congresso invocavano l’abbattimento del pallone, il dipartimento di Stato ha detto che «di fronte a una violazione inaccettabile della sovranità statunitense non ci sono al momento le condizioni per il viaggio del segretario Blinken in Cina ».

pallone spia cinese nei cieli usa pallone spia cinese nei cieli usa

 

Blinken ha chiamato Wang Yi, responsabile della politica estera del Partito comunista per avvisarlo della sospensione e dell’intenzione di «riprogrammare la missione».

 

Poche ore più tardi, il Pentagono ha detto di aver ricevuto «segnalazioni di un pallone in transito in America Latina: valutiamo che si tratti di un altro pallone di sorveglianza cinese».

 

A Pechino avevano cercato di temporeggiare. La prima risposta della portavoce degli Esteri cinese, ieri mattina, era stata un invito a «calma e alla cautela senza fare sensazionalismo prima di avere una chiara comprensione dei fatti».

 

Diverse ore dopo, la versione ufficiale: «Il velivolo aerostatico aveva scopi civili, ricerca meteorologica; ha deviato dalla rotta prevista per cause di forza maggiore, venti di ponente che lo hanno spinto sullo spazio aereo americano». Conclusione di Pechino: «Ci rammarichiamo per l’accaduto e continueremo a comunicare con la parte americana per gestire questa situazione imprevista».

il viaggio del pallone spia cinese in america il viaggio del pallone spia cinese in america

 

Più seccata la replica dopo la rinuncia alla visita da parte di Blinken: «La Cina agisce sempre in stretta conformità con il diritto internazionale e rispetta la sovranità e l’integrità territoriale di tutti i Paesi. Alcuni politici e media negli Stati Uniti hanno esaltato» questa vicenda «per attaccare e diffamare la Cina.

 

La parte cinese è fermamente contraria a questo. Cina e Stati Uniti devono rimanere concentrati, comunicare in modo tempestivo, evitare giudizi errati e gestire le divergenze di fronte a situazioni inaspettate».

 

antony blinken arrivo in sudadrica antony blinken arrivo in sudadrica

La sensazione è che Xi fosse molto interessato alla missione di Blinken. Nei giorni scorsi erano filtrate voci secondo cui il Secretary of State, oltre che con il collega cinese degli Esteri, avrebbe avuto un faccia a faccia con il Presidente comunista. Uno sviluppo notevole, visto che cinque anni fa Mike Pompeo, ultimo segretario di Stato arrivato a Pechino, era stato snobbato da Xi che non lo aveva ricevuto. […]

xi jinping xi jinping ANTONY BLINKEN JOE BIDEN LLOYD AUSTIN ANTONY BLINKEN JOE BIDEN LLOYD AUSTIN xi jinping xi jinping JOE BIDEN JOE BIDEN blinken blinken

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE