LA DRAGHETTA INDOSSA L'ELMETTO – GIORGIA MELONI HA TELEFONATO A VOLODYMYR ZELENSKY, HA ASSICURATO IL SOSTEGNO DEL FUTURO GOVERNO ITALIANO A KIEV E HA DETTO CHE L'ANNESSIONE ALLA RUSSIA DI QUATTRO REGIONI UCRAINE “NON HA ALCUN VALORE GIURIDICO E POLITICO” – INTANTO LE TRUPPE UCRAINE HANNO SFONDATO LE LINEE RUSSE A KHERSON E MOSCA AMMETTE LA RITIRATA

-

Condividi questo articolo


1 – MELONI SENTE ZELENSKY, PIENO SOSTEGNO ALLA LIBERTÀ DI KIEV

giorgia meloni vladimir putin financial times giorgia meloni vladimir putin financial times

(ANSA) - "Colloquio telefonico tra il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni e il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky". Lo rende noto FdI. "Nel corso della conversazione, Zelensky si è congratulato con Meloni per la vittoria di Fratelli d'Italia alle elezioni politiche - si legge - e si è detto certo di poter contare su una proficua collaborazione con il prossimo Governo italiano.

 

Zelensky ha ringraziato, inoltre, per il sostegno dell'Italia anche in merito al nuovo decreto sull'invio delle armi appena esaminato dal Copasir e ha formulato l'auspicio che Meloni possa recarsi quanto prima a Kiev.

 

ZELENSKY MELONI ZELENSKY MELONI

Meloni, da parte sua, ha ringraziato Zelensky per le congratulazioni, ha ricordato la vicinanza che Fratelli d'Italia e i Conservatori europei hanno dimostrato nei confronti di Kiev fin dal primo giorno della guerra, ha confermato il suo pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino, ha ribadito che la dichiarazione di annessione di quattro regioni ucraine da parte della Federazione Russa non ha alcun valore giuridico e politico e ha sottolineato il suo impegno per ogni sforzo diplomatico utile alla cessazione del conflitto".

 

 

2 – UCRAINA: MAPPA MINISTERO DIFESA RUSSO CONFERMA PERDITE TERRITORIO A KHERSON

controffensiva ucraina nella regione di kharkiv 4 controffensiva ucraina nella regione di kharkiv 4

(Adnkronos) - La mappa usata oggi dal ministero russo della difesa nel suo briefing giornaliero conferma le significative perdite di territorio nella regione UCRAINA di Kherson. Lo rileva la Cnn, paragonando la mappa di oggi con quella mostrata ieri. Il generale Igor Konashenkov, che parlava mentre la mappa appariva su uno schermo, non ha fatto menzione delle perdite di territorio. Ma ha detto che le forze russe hanno distrutto mezzi blindati e ucciso soldati nemici nominando località che si ritiene siano ormai sotto controllo ucraino, in quella che appare un'ammissione di fatto dell'avanzata UCRAINA in direzione di Kherson. (Cif/Adnkronos)

 

3 -  L’AVANZATA UCRAINA LUNGO DUE DIRETTRICI

Da www.corriere.it

UCRAINA TANK RUSSO ABBANDONATO UCRAINA TANK RUSSO ABBANDONATO

La situazione nella regione di Kherson si sta facendo di ora in ora più complicata per i russi. Le truppe ucraina avanzano lungo due direttrici, una lungo il fiume Dnipro, l’altra da nord. Entrambe convergono verso i centri di Beryslav e Nova Khakova. Le truppe russe a questo punto rischiano di ritrovarsi chiuse in una sacca a meno di riuscire ad attraversare il fiume verso est. Operazione difficile poiché tutti i ponti risultano molto danneggiati. Secondo Military Lab gli ucraini hanno conquistato nel giuro di poche ore 970 chilometri quadrati di territorio.

russi si ritirano da lyman russi si ritirano da lyman GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI CARRI ARMATI RUSSI IN UCRAINA CARRI ARMATI RUSSI IN UCRAINA ESERCITO RUSSO IN UCRAINA ESERCITO RUSSO IN UCRAINA guerra in ucraina guerra in ucraina giorgia meloni mario draghi giorgia meloni mario draghi

 

Condividi questo articolo

politica

AMATO-MELILLO, CHE DUELLO SULL’ANTIMAFIA! ALL’AUDITORIUM DI ROMA, DURANTE LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ALESSANDRO BARBANO, IL DOTTOR SOTTILE CHE DA EX PREMIER FIRMÒ LE LEGGI SPECIALI CONTRO LA MAFIA HA AMMESSO CHE L’ORDINAMENTO GIUDIZIARIO HA “PASSATO IL SEGNO”. TOTALMENTE OPPOSTA LA POSIZIONE DEL PROCURATORE NAZIONALE, CONTRARIO ALL’IDEA DI COMPRIMERE L’AZIONE DEGLI INQUIRENTI – IN PLATEA ANCHE GIANNI LETTA, PAOLO SAVONA, CARLO CALENDA, MARIA ELENA BOSCHI, MATTEO RICHETTI, RENATO BRUNETTA…

MANOVRA DELLE MIE BRAME: CHI HA SBAGLIATO DI PIU’ NEL REAME? MELONI E SALVINI - LE BOCCIATURE DI BANKITALIA, CNEL E CORTE DEI CONTI ALLA FINANZIARIA DEL CENTRODESTRA VERTONO SU QUATTRO PUNTI (POS E CONTANTE, FISCO, REDDITO DI CITTADINANZA E RIDUZIONE DEL DEBITO), TRE DEI QUALI HANNO LE IMPRONTE DIGITALI DI SALVINI (E GIORGIA NON SI SMARCA) - FITTO, IN ROTTA CON SALVINI, NON SA COME SPIEGARE A BRUXELLES CHE IL PNRR E’ IN ALTO MARE - BISOGNA SEMPLIFICARE IL CODICE DEGLI APPALTI: DRAGHI AVEVA MOBILITATO IL CONSIGLIO DI STATO, IL CAPITONE VUOLE RISOLVERE “CON L’ACCETTA” (ED E' FINITA A SCHIFIO)