1. LA DURISSIMA LETTERA DEI SENATORI DI NCD CHE CONTESTANO IL QUID DI ALFANO E IL SUO CERCHIETTO TRAGICO DI SICILIANI SI TRADURRÀ IN UNA NUOVA SCISSIONE AL SENATO 2. I 18 FIRMATARI CONTESTANO LA CANDIDATURE ALLE EUROPEE DEGLI INQUISITI CESA E SCOPELLITI E LE NOMINE PUBBLICHE DOVE SONO STATI PIAZZATI SOLTANTO GLI AMICI SICILIANI DELL'EX PORTA-PANNOLONE DI BERLUSCONI, MANCUSO (ENEL) E GUERRA (ENI) 3. METÀ DEL GRUPPO DEI SENATORI NCD SI UNIRA’ CON ALTRETTANTI SENATORI PROVENIENTI DA FORZA ITALIA E DARANNO VITA ALL'UMP, UNIONE DEI MOVIMENTI POPOLARI 4. L'OPERAZIONE SCATTERA’ DOPO LE ELEZIONI EUROPEE E PORTERÀ AD UN RIMPASTO DI GOVERNO ENTRO L'ESTATE PER RIDIMENSIONARE GLI ALFANIANI - L’RA DI FORMIGONI 4. SCHIFANI VUOLE PER SE' IL POSTO DI CAPOGRUPPO NCD AL SENATO, TOGLIENDOLO A SACCONI 5. QUAGLIARIELLO COORDINATORE AL SERVIZIO DELLA MAZZONI: NON È RIUSCITO A CANDIDARLA ALLE EUROPEE, VUOLE RISARCIRLA COL POSTO DELLA TODINI NEL CDA DELLA RAI

Condividi questo articolo

DAGOREPORT

Ma Alfano Angelino quel tanto di "quid" che sembrava avesse recuperato ribellandosi al suo mentore e padre padrone politico Berlusconi Silvio lo ha già perso? La lettera durissima dei 18 senatori e' infatti il segno di un disagio più vasto che ha tre motivazioni:

LETTERA DEI SENATORI NCD AD ALFANOLETTERA DEI SENATORI NCD AD ALFANO

1. La questione morale all'interno di Ncd. La guerra delle candidature alle europee dove hanno prevalso gli inquisiti, da Cesa Lorenzo a Scopelliti Giuseppe, e le nomine pubbliche dove sono stati piazzati soltanto gli amici siciliani dell'ex assistente di Berlusconi, Mancuso e Guerra, ne sono gli esempi più diretti.

alfano formigoni maronialfano formigoni maroni LETTERA DEI SENATORI NCD AD ALFANOLETTERA DEI SENATORI NCD AD ALFANO

2. Il cerchio magico: accanto ad Alfano ci sono soltanto Schifani Renato e gli altri siciliani, più Lupi e Bonsignore. Schifani ora vuole strappare a Sacconi Maurizio la carica di capogruppo di Ncd al Senato, con la scusa che il marito di Giorgetti Enrica e' anche presidente di commissione; Lupi Maurizio ha impedito la candidatura di Mauro Mario alle europee, evitando che tutta Comunione e fatturazione confluisse sotto le bandiere di Ncd. Ovviamente, Formigoni Roberto e' fuori di se', anche per l'esclusione dalla candidatura europea, ed ha molte ragioni per esserlo, visto che anche lui è' indagato come gli altri.

3. Le prospettive politiche. Sono pessime, tutti i sondaggi (risalenti per altro a prima della scelta dei candidati europei, quindi migliori perché non scontano l'effetto-inquisiti) danno l'Ncd intorno o sotto al 4 per cento.

Maurizio Sacconi con la moglie Enrica GiorgettiMaurizio Sacconi con la moglie Enrica Giorgetti

Cosa potrà succedere ora al partitino dallo statuto "padronale" scimmiottato da Forza Italia? Al Senato, dove nell'ultima legislatura in cui i senatori hanno un peso rispetto al governo, le effervescenze (da laboratorio e non) sono tantissime e' pronta un'altra scissione: quindici senatori, la metà del gruppo, lasceranno Ncd e si uniranno ad un gruppo di analoga consistenza in arrivo da Forza Italia, che vedrebbe il suo attuale gruppo ridotto da 61 a circa 46 membri. Un gruppo che diventerebbe determinante nei giochi del Senato fino al punto da rendere necessario un rimpasto di governo nel corso dell'estate. La scissione infatti verrebbe realizzata dopo le elezioni i europee.

Quagliariello al telefonoQuagliariello al telefono GIUSTINA DESTRO PAOLO NACCARATOGIUSTINA DESTRO PAOLO NACCARATO

Del nuovo gruppo, che ambirebbe a sostituire Alfano e Verdini nella rappresentanza politica dell'elettorato moderato, circola già il nome: Unione dei Movimenti popolari (UMP) sulla scia dell'esperienza francese. Nemmeno il neo coordinatore Quagliariello Gaetano e' in grado di fermare la frana poiché la sua gestione delle liste e' stata una frana e perché anche a lui i perbenismi Ncd che hanno firmato la lettera rimproverano la questione morale, a cominciare dalla sua protetta Mazzoni Elvira: non è riuscita a candidarla in Europa e ora vuol metterla al posto di Todini Luisa, diventata presidente delle Poste, nel cda della Rai.

 

 

Condividi questo articolo

politica

PERCHE’ SARÀ GOVERNO PD-5STELLE - IL BIBITARO E I SUOI SONO TERRORIZZATI DALLE ELEZIONI (UN SONDAGGIO LÌ DA BEN SOTTO IL 15%) E QUINDI ALLA FINE ACCETTERANNO TUTTO PUR DI NON VOTARE, A PARTIRE DAL PREMIER CHE SARÀ DEL PD - RESTA IL FATTO CHE IL GOVERNO CHE STA PER NASCERE PERMETTERÀ DI METTERE MANO ALLE NOMINE DELLA PRIMAVERA 2020 DELLE SOCIETÀ DI STATO (ENI, ENEL, TERNA, LEONARDO) E SOPRATTUTTO NON PERMETTERÀ AL CENTRODESTRA DI SALVINI DI ELEGGERE IL SUCCESSORE DI MATTARELLA (PRODI È GIÀ PRONTO) - DOPO L'ENDORSEMENT DI GRILLO, GIGGINO CI PROVA A FARE IL KAMIKAZE CON ZINGA: "SUBITO TAGLIO DEI PARLAMENTARI E CONTE PREMIER. NICOLA, HAI 24 ORE DI TEMPO, PRENDERE O LASCIARE"