EURO-FOLIES - PER KRUGMAN, DRAGHI MINACCIA LA GRECIA PER FAR PAURA ALLA MERKEL: “È UN MESSAGGIO ALLA CANCELLIERA: VUOI DAVVERO FAR ESPLODERE L’EUROPA?”

La mossa della BCE sul debito greco non è affatto estrema: la banca centrale di Atene ha altri canali per finanziarsi. Ma serve sia per spingere i greci a trovare un accordo, sia per dare un ultimatum alla Merkel: siamo quasi al crac delle banche e all’uscita della Grecia dall’euro. Sei sicura di proseguire?...

Condividi questo articolo


DRAGHI MERKEL DRAGHI MERKEL

Paul Krugman per “The New York Times”

Traduzione di Anna Bissanti per “la Repubblica

 

Nella drammatica vicenda della Grecia le cose si fanno quasi folli. In pratica, la Bce non accetterà più in garanzia i titoli del debito pubblico di Atene. La reazione iniziale all’annuncio da parte di alcuni osservatori è che questa è la fine e che la Bce di fatto sta staccando arbitrariamente e bruscamente la spina. Ancor prima che avessi modo di approfondire i particolari, però, ho intuito che non deve essere così. Di Mario Draghi si possono dire molte cose: che forse non riuscirà a salvare l’euro, e che forse commetterà qualche errore madornale.

MARIO DRAGHI MERKEL MARIO DRAGHI MERKEL

 

Ma ottusità e durezza no, non rientrano nel suo stile. Certo, stiamo parlando di una decisione che implica molto più di quanto abbiano suggerito i primi titoloni. Le banche greche non fanno più molto ricorso a questo canale di finanziamento, che non necessariamente le mantiene a galla. Tramite la loro banca centrale, le banche greche potranno continuare a chiedere prestiti indirettamente. Di conseguenza, non si tratta di un evento in grado di innescare una crisi.

 

Qual è il punto, allora? Si tratta di un atteggiamento. Di un segnale. Ma lanciato a chi? E a quale scopo?

tsipras merkel tsipras merkel

Forse si tratta di uno sforzo mirante a spingere i greci a raggiungere un accordo, ma secondo me — e la mia è una semplice supposizione — tutto ciò di fatto è rivolto ai tedeschi.

 

Da un lato, la Bce sta facendo la voce forte, così da togliere un po’ i tedeschi dal groppone dei greci. Dall’altro, si tratta di un vero e proprio segnale d’allarme: “Cara Cancelliera Merkel, ormai siamo tanto vicini a un crac delle banche e all’uscita di Atene dall’euro. Sei sicura, davvero sicura, di voler proseguire lungo questa strada? Davvero davvero?”.

 

varoufakis schaeuble varoufakis schaeuble

È un colpo d’avvertimento a tutti, affinché capiscano che cosa accadrà in seguito. Draghi sa quello che sta facendo? No, ovviamente. Nessuno, in simili circostanze sa esattamente che cosa sta facendo, perché siamo in un caos strutturale. In ogni caso, non facciamoci prendere dal panico. Non ancora.

 

 

Condividi questo articolo

politica

“LA SCONFITTA DEL PD SI DEVE ALL’AMICHETTISMO CHE ESPRIME CONCITA DE GREGORIO, INSIEME ALLA SUA INTERA CORTE” - FULVIO ABBATE: “E’ LA SUPPONENZA IN NOME DEL PRESUNTO “BUON GUSTO” E DI UN “GALATEO” IPOCRITA CHE RENDE POSSIBILE CHE LE PULSIONI FASCISTE E PLEBEE SI MOSTRINO NELLE URNE NELLA LORO MOSTRUOSA EVIDENZA - MI AUGURO CHE ELLY SCHLEIN, CUI LEI AFFIDA PENSANDO DI AVERNE TITOLO, L'INVESTITURA, LA MELA BIO AVVELENATA DELL’AMICHETTISMO POLITICO, SE NE TENGA DISTANTE, FACENDO SEMMAI RITORNO A INCONTRARE “L’UMILE ITALIA”, A CUI LA SINISTRA DOVREBBE CONSEGNARE SE STESSA”