LA FASE TRE DELLA BOSCHI: FRANGETTA, MOROSO E MINISTERO DELL'ISTRUZIONE - MARIA ELENA, CHE RIVALEGGIA COL DUO PASCALE/TURCI SULLE PAGINE DEI ROTOCALCHI, VORREBBE TORNARE AL GOVERNO NEL RIMPASTINO PREVISTO PER IL DOPO-REGIONALI, E HA PUNTATO...

Condividi questo articolo

maria elena boschi maria elena boschi

Claudio Bozza per il ''Corriere della Sera''

 

Un’estate alla ricerca della terza via. Dopo la fase della giovane arrivata al potere (e poi crollata altrettanto rapidamente), sempre percepita come fedelissima del «capo», Maria Elena Boschi da un po’ di tempo è impegnata a dare di sé una nuova immagine. A delineare, insomma, una nuova fase, personale e politica: quella della maturità. Con il nuovo fidanzato e attore Giulio Berruti (qui le prime foto e il bacio con il nuovo amore), il taglio di capelli con la frangetta e il tono più cauto nella comunicazione.

 

Il crollo di Italia viva e la nuova prospettiva

Dietro alla scelta non c’è alcuno spin doctor blasonato, semplicemente decisioni personali, anche se ponderate. L’ex ministra delle Riforme, che a 33 anni diventò una delle donne più potenti del Paese, oggi guida la pattuglia dei 31 deputati di Italia viva. Il suo piglio è rimasto sempre iper decisionista, tanto che nel gruppo si registra più di un mal di pancia, specie dagli «esodati» arrivati da altri partiti e non renziani doc. Ma Boschi, davanti ai sondaggi che vedono Iv anche sotto al 2,5%, così come Renzi, ha dovuto prendere atto che l’unico strumento per garantirsi un futuro politico non è affatto il voto, bensì la forza di essere l’ago della bilancia di questa maggioranza. Ed è qui che la strategia si è affinata: basta sgomitare, in ultima battuta anche per conquistare la presidenza di una commissione.

LUCIA AZZOLINA LUCIA AZZOLINA

 

Il «pallino» dell’Istruzione

La prospettiva che Boschi avrebbe in testa è quella di tornare al suo vecchio lavoro: la ministra, con il pallino dell’Istruzione. È infatti quella della grillina Lucia Azzolina la casella individuata, anche da Renzi, come la più debole e quindi appetibile per tornare al governo. Ma per il rimpasto bisognerà aspettare almeno settembre, dopo le elezioni regionali. Nel frattempo Boschi, proprio nel solco di questa nuova narrazione, è stata fotografata più volte con il fidanzato Giulio Berruti, attore di quattro anni più giovane.

 

Baci (che i paparazzi avevano cercato inutilmente per anni), ma anche cene al ristorante con i genitori di lei assieme a «Giulio». Una ricerca della fase della maturità, tanto che l’ex ministra, oggi 39enne, confidandosi con le amiche racconta che vorrebbe tanto diventare madre. Una normalità che, complice l’essere al potere, finora Boschi aveva faticato a trovare.

maria elena boschi maria elena boschi maria elena boschi maria elena boschi MARIA ELENA BOSCHI E GIULIO BERRUTI MANO NELLA MANO MARIA ELENA BOSCHI E GIULIO BERRUTI MANO NELLA MANO luciano nobili maria elena boschi paola de marchi luciano nobili maria elena boschi paola de marchi lorenzo crea maria elena boschi lorenzo crea maria elena boschi lorenzo crea maria elena boschi lorenzo crea maria elena boschi boschi berruti chi boschi berruti chi MARIA ELENA BOSCHI AND FRIENDS IN BARCA MARIA ELENA BOSCHI AND FRIENDS IN BARCA lorenzo crea maria elena boschi gennaro migliore luciano nobili lorenzo crea maria elena boschi gennaro migliore luciano nobili lorenzo crea maria elena boschi lorenzo crea maria elena boschi maria elena boschi maria elena boschi MARIA ELENA BOSCHI E GIULIO BERRUTI AMOREGGIANO MARIA ELENA BOSCHI E GIULIO BERRUTI AMOREGGIANO

 

 

Condividi questo articolo

politica

TRAVAGLIO SCOMUNICA DI BATTISTA – IL CHE GUEVARA DI ROMA NORD “LAVORA PER SALVINI E/O PER DRAGHI. MAGARI A SUA INSAPUTA, CHE È PURE PEGGIO’’. È LA TOSTA REPLICA A DIBBA CHE HA OSATO PARAGONARE A "UN CESSO PUBBLICO" IL SUO INVITO AI 5STELLE TOSCANI E PUGLIESI DI "TURARSI IL NASO E VOTARE DISGIUNTO" – L’IDEOLOGO DI CONTE AGGIUNGE: ‘’QUALCUNO DOVREBBE SPIEGARE AL COMPAGNO DIBBA, CHE SIAMO NEL 2020, NON NEL 2009 QUANDO I 5STELLE NACQUERO IN PIAZZA CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI. LA POLITICA È CAMBIATA, IN ITALIA E IN EUROPA, ANCHE GRAZIE A LORO’’