FERMI TUTTI! ECCO PERCHÉ MARCO MANCINI INCONTRA MATTEO RENZI ALL'AUTOGRILL DI FIANO ROMANO IL 23 DICEMBRE 2020 - OVVIAMENTE L'AGENTE DEI SERVIZI CHIEDE UN "SOSTEGNO" PER DIVENTARE VICEDIRETTORE DELL'AISE. CURIOSA LA SECONDA RICHIESTA: PROVA A CONVINCERE RENZI A NON FAR CADERE IL TRABALLANTE GOVERNO CONTE-BIS - IPOTESI: LO 007 AVREBBE PROVATO A FERMARE LA CADUTA DEL CONTE-2 COSÌ DA POTERSI PRESENTARE DAL PREMIER E VECCHIONE CON UN SUCCESSO PERSONALE, CON CUI RECLAMARE LA TANTO AGOGNATA PROMOZIONE - LA DENUNCIA-QUERELA CONTRO IGNOTI DI RENZI PER IL VIDEO DELL'AUTOGRILL

Condividi questo articolo


marco mancini e matteo renzi marco mancini e matteo renzi

1 - DAGONOTA

La domanda delle mille pistole: perché lo 007 Marco Mancini incontra Matteo Renzi all'autogrill di Fiano Romano il 23 dicembre 2020?

 

Intanto va detto che tutti i precedenti tentativi di "Tortellino" di diventare vicedirettore dell'Aise, nel corso del tempo, hanno fatto un buco nell'acqua. 

 

Leggiamo sul "Domani": ''Per Mancini appuntamenti e interlocuzioni non hanno comunque portato i frutti sperati. Nonostante l’appoggio del suo ex capo Vecchione, l’agente è stato sempre superato da altri candidati: nella tornata di nomine dell’estate del 2019 gli vengono preferiti due “esterni” come Angelo Agovino (quota Di Maio) all’Aise e Vittorio Pisani (quota Salvini) all’Aisi, e quando a settembre si libera una posizione nel suo Dis viene sopravanzato da Bruno Valenzise. Anche tra il 2020 e il 2021, davanti a tre nuove caselle da assegnare, le aspirazioni di Mancini si infrangono davanti ad altri nomi".

DI MAIO SALVINI CONTE DI MAIO SALVINI CONTE

 

Ecco un "reietto" che non sa più a chi santo affidarsi. Non rimane che bussare alla porta di Renzi. Su chi ha sollecitato l'incontro, Matteuccio non fa il nome, da una parte. Dall'altra, il magistrato antimafia Nicola Gratteri, grande amico di Mancini, ha smentito di aver fatto la telefonata.

 

Torniamo all'autogrill di Fiano. Cosa diavolo aveva da chiedere lo spione? Ovviamente, l'agente dei Servizi ha chiesto un "sostegno" al senatore di Rignano per diventare vicedirettore del Dis. Secondo richiesta: ha provato a convincerlo a non far cadere il governo Conte-bis.

 

carlo bonini foto di bacco carlo bonini foto di bacco

Curiosa supplica: chi ha sollecitato l'interessamento di Mancini alla questione della possibile crisi di governo? Qualcuno in alto si è mosso? Ci sono "mandanti" politici?

Gli "addetti ai livori" ritengono che la spiegazione sia più semplice di quanto non si pensi. Come ha spiegato Carlo Bonini su Repubblica: "Il metodo Mancini, del resto, è infallibile. Perché antico quanto il lavoro delle spie. Crea un problema e candidati a risolverlo".

 

L'ipotesi più accreditata è appunto questa: Mancini avrebbe provato a fermare la caduta del governo giallo-rosso così da potersi presentare a Conte e al direttore del Dis, Gennaro Vecchione, con una "medaglia", un successo personale, con cui reclamare la tanto agognata promozione.

 

report incontro mancini renzi 1 report incontro mancini renzi 1

Altro nodo è chi abbia girato il video. "Report" sostiene di averlo ricevuto da una professoressa capitata lì per caso. Ma è una versione che non convince fino in fondo.

 

"Le versioni accreditate - scrive Tommaso  Ciriaco su Repubblica - da chi è nel cuore di questa storia sono due. La prima è che sia stato lo stesso Mancini a far registrare l'incontro.

 

La seconda è che la registrazione sia stata effettuata da apparati dell'intelligence e all'insaputa del capocentro. In entrambi i casi, ne discende che Renzi sarebbe finito in mezzo a una resa dei conti dell'intelligence".

 

report incontro mancini renzi report incontro mancini renzi

Nella denuncia-querela presentata dai legali di Matteo Renzi sono evidenziate tutte le contraddizioni del racconto di "Report" e della famigerata professoressa.

 

"L'attenta analisi del video e delle foto scattate - si legge nella denuncia - rassegnano un punto di sosta dell'auto verosimilmente incompatibile con la ricostruzione data vicino ai due interlocutori ripresi e lontano dal bar dove la stessa dice di essere andata per prendere una camomilla)".

 

giuseppe conte gennaro vecchione giuseppe conte gennaro vecchione

Continua la denuncia: "Durante l'intervista, andata in onda il 3 maggio 2021, l'intervistatore domanda "Li ha visti andar via?" e la signora replica "L'auto di Renzi ha proseguito l'autostrada in direzione di Firenze invece l'altra auto in direzione di Roma".

 

L'intervistatore domanda: "Si sono detti qualcosa prima di salutarsi?" e la signora — che dunque sostiene di aver assistito al momento del commiato — risponde: "L'uomo brizzolato ha ricordato a Renzi che sapeva dove trovarlo, qualsiasi cosa". E l'intervistatore conclude la frase "Era a disposizione".

 

MATTEO RENZI E MARCO MANCINI MATTEO RENZI E MARCO MANCINI

Dunque, la professoressa ha ascoltato le parole di saluto che il Mancini ha effettivamente pronunciato. Con quale mezzo? Il Senatore e il Mancini, infatti, avevano due auto di scorta con un totale di quattro persone che non hanno visto nelle vicinanze alcun mezzo privato fermo per oltre quaranta minuti. Eppure, la professoressa ascolta le vere parole pronunciate dal Mancini".

nicola gratteri nicola gratteri

 

Gli avvocati di Renzi chiedono di verificare il racconto fornito a "Report" dalla curiosa professoressa attraverso  l'acquisizione ed analisi dei filmati registrati il 23 dicembre 2020  dalle telecamere di sicurezza dell'autogrill di Fiano Romano. Oltre alla verifica che sui video e le foto non vi siano state manipolazioni o alterazioni: "Alla luce di tali rilievi l'episodio potrebbe non essere una fortuita ripresa da parte di una cittadina qualunque, quanto piuttosto una vicenda accuratamente orchestrata".

MATTEO RENZI E MARCO MANCINI MATTEO RENZI E MARCO MANCINI

 

2 - INIZIO 2020, MANCINI DA DI MAIO

Estratto dell'articolo di Marco Franchi per “il Fatto Quotidiano”

 

A inizio 2020, Luigi Di Maio, già ministro degli Affari esteri, ha incontrato Marco Mancini, lo 007 di nuovo agli onori della cronaca dopo gli incontri avvenuti con il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, e poi con il segretario della Lega, Matteo Salvini. Lo ha rivelato Domani: erano i primi mesi del 2020, Di Maio doveva incontrare Nicola Gratteri, il capo della Procura di Catanzaro, che si era presentato alla Farnesina con Mancini.

marco mancini marco mancini

 

[…] L'incontro con Di Maio avviene […] alla Farnesina, in un momento in cui ancora non si discute delle nomine dei Servizi. Il vertice dell'Aise (i servizi segreti per l'estero) verrà rinnovato solo nel maggio successivo. […] L'incontro con Renzi avviene in un momento diverso: in quel momento Mancini, direttore di divisione al Dis (l'agenzia che coordina i due servizi per l'interno e gli esteri, Aisi e Aise), puntava a diventare vicedirettore di una delle tre agenzie di intelligence.

 

Per alcune settimane, lo 007 ha avuto anche buone possibilità di riuscirci, con il sostegno di Gennaro Vecchione (ex direttore del Dis) e con la non ostilità dei Cinquestelle. Consigliati - come ha rivelato Il Fatto ormai il 3 maggio scorso - anche dal magistrato antimafia Nicola Gratteri, che però ha puntualizzato: soltanto nell'ambito di interlocuzioni e rapporti istituzionali. […] Oltre a Matteo Renzi, lo 007 […] ha visto anche Matteo Salvini. A Report il leader della Lega ha confermato di aver incontrato Mancini "più volte, da ministro".

marco mancini marco mancini

 

COME MAI MANCINI INCONTRÒ ANCHE DI MAIO? - L'AGENTE SEGRETO BECCATO A PARLARE IN AUTOGRILL CON RENZI HA AVUTO ALTRI FACCIA A FACCIA CON I VERTICI POLITICI: OLTRE A SALVINI VIDE ANCHE IL MINISTRO DEGLI ESTERI - DI MAIO DOVEVA PARLARE COL MAGISTRATO NICOLA GRATTERI, MA ASSIEME A LUI SI PRESENTÒ PURE LO 007 - FONTI CSM VICICINE A GRATTERI CREDONO CHE L’AMICIZIA TRA IL PM CALABRESE E LA SPIA POTREBBE ESSERE USATA PER MINARE LA CANDIDATURA DEL MAGISTRATO ANTIMAFIA ALLA GUIDA DELLA PROCURA DI MILANO...

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/come-mai-mancini-incontro-anche-maio-nbsp-39-agente-segreto-270448.htm

 

SERVIZI E SERVIZIETTI – PER CHI LAVORAVA MARCO MANCINI QUANDO INCONTRAVA SALVINI E RENZI PROPRIO ALLA VIGILIA DELLE CRISI DEI GOVERNI CONTE? “GIUSEPPI” A “REPORT” AMMETTE CHE ANCHE LUI INCONTRAVA IL SUPER-SPIONE: MA PERCHE' IL PREMIER, CHE SI DOVREBBE RELAZIONARE SOLO CON I CAPI DEI SERVIZI, INCONTRAVA ANCHE UN DIRIGENTE DI SECONDA FILA?

SIGFRIDO RANUCCI MILENA GABANELLI SIGFRIDO RANUCCI MILENA GABANELLI

 

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/servizi-servizietti-ndash-chi-lavorava-marco-mancini-quando-270410.htm

 

INDISCREZIONI, VELENI, SMENTITE: CHE GUAZZABUGLIO IL CASO RENZI-MANCINI - CHI HA SOLLECITATO L'INCONTRO? CONTE AVREBBE SOSTENUTO IN PRIVATO CHE A PERORARE LA CAUSA DELLO 007 SAREBBERO STATI GRATTERI E LA BOSCHI. AMBEDUE SMENTISCONO SECCAMENTE - CHI E PERCHE' HA GIRATO IL VIDEO? LO STESSO MANCINI? L'INTELLIGENCE? - DI PIU': COME MAI SALVINI HA INCONTRATO COME MINISTRO DEGLI INTERNI PIU' VOLTE LO SPIONE?

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/indiscrezioni-veleni-smentite-che-guazzabuglio-caso-renzi-mancini-270256.htm

 

 

Condividi questo articolo

politica

CARLO PETRINI CONTRO GLI SCIENZIATI ANTI-BIO – ‘’IN UNA SOCIETÀ DOVE IL SISTEMA ALIMENTARE INQUINA, SPRECA E AMMALA, DEFINIRE L'AGRICOLTURA BIODINAMICA UNA PRATICA ESOTERICA O UN'ABERRAZIONE DA CIARLATANI MI SEMBRA UN GIUDIZIO PRESSAPOCHISTA E SINTOMO DI NON CONOSCENZA. LA PREROGATIVA NON È PIÙ PRODURRE DI PIÙ CON MENO, MA MEGLIO. NEL RISPETTO DELLA TERRA E DI TUTTI NOI CITTADINI CHE ABBIAMO IL DIRITTO A UN CIBO SANO - SEMBRA STRANO CHE CHI COLTIVA IN MODO NATURALE È SOTTOPOSTO A CONTROLLI, MENTRE CHI USA CHIMICA A MANETTA NON È SOGGETTO A NESSUNA VERIFICA’’

“SUI GIUDICI CAPISCO SALVINI E BERLUSCONI” - GAIA TORTORA SPARA SULLA MALAGIUSTIZIA: “DA ENI A PALAMARA, LA MAGISTRATURA STA OFFRENDO UNO SPETTACOLO TERRIBILE. LA GENTE DOVREBBERE SCENDERE IN PIAZZA A FARE LA RIVOLUZIONE COL LANCIAFIAMME. IL CAV HA AVUTO UNA VITA SCANDITA DA APPUNTAMENTI GIUDIZIARI. DALLE FORCHE CAUDINE DEI PROCESSI C'È PASSATO ANCHE IL LEADER DELLA LEGA. LETTA SI INVENTA LA PAROLA ‘IMPUNISTI’ EVITANDO ‘GARANTISTI’: NON POSSONO PENSARE DI PRENDERCI PER IL CULO COSÌ...”

GIORGETTI, BLITZ PERFETTI! – IL MINISTRO DEL MISE CON L’HOBBY DELLO SPORT, CHE HA FATTO NOMINARE L’EX SCHERMITRICE VALENTINA VEZZALI SOTTOSEGRETARIO DELLO SPORT, COMPRESO IL CAPO DIPARTIMENTO MICHELE SCISCIOLI, FEDELISSIMO DEL LEGHISTA, HA CONQUISTATO IL RECORD DEL BANDO LAMPO: APERTO VENERDÌ 11 GIUGNO E CHIUSO A MEZZOGIORNO DI MERCOLEDÌ 16 GIUGNO, DOMENICA COMPRESA. DUNQUE APPENA 120 ORE PER SCEGLIERE I CANDIDATI ALL'INCARICO DI REVISORE CONTABILE PRESSO LE 14 FEDERAZIONI SPORTIVE E LE 19 DISCIPLINE ASSOCIATE...