FINALMENTE UNA BUONA NOTIZIA: TRA POCO QUEL PARAGURU DI "DIBBA" PARTE PER LE VACANZE IN INDIA – LO CONFERMA IL SOTTOSEGRETARIO AGLI ESTERI MANLIO DI STEFANO, GRANDE AMICO DEL “CHE GUEVARA DI ROMA NORD”: “CI ANDRÀ ORA, A FINE GIUGNO, PARTIRÀ A BREVE. CI SIAMO SENTITI L’ALTRO IERI” – “ALESSANDRO E' UN PO’ PIDOCCHIO E TACCAGNO, NON MI REGALA MAI UN SUO LIBRO…” (GLI E' ANDATA BENE...)

-

Condividi questo articolo

 

Da “Un Giorno da Pecora – Radio1”

 

ALESSANDRO DI BATTISTA IN GUATEMALA ALESSANDRO DI BATTISTA IN GUATEMALA

“Se Di Battista andrà in India? Si, per quello che ne so ci andrà ora, a fine giugno, partirà a breve". A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Manlio Di Stefano, deputato M5S e Sottosegretario agli Esteri e grande amico di 'Dibba'. Quando lo ha sentito l'ultima volta?” Con Alessandro ci siamo sentiti l'altro ieri”. Ha letto il suo nuovo libro? “No, e a questo proposito io dico sempre ad Alessandro che è un po' pidocchio e taccagno, perché non mi regala mai un suo libro. E' un po' 'braccino corto”, ha scherzato il Sottosegretario a Rai Radio1.

MANLIO DI STEFANO ALESSANDRO DI BATTISTA MANLIO DI STEFANO ALESSANDRO DI BATTISTA MANLIO DI STEFANO MANLIO DI STEFANO alessandro di battista foto di bacco alessandro di battista foto di bacco DELEGAZIONE M5S A CARACAS: MANLIO DI STEFANO, ORNELLA BERTOROTTA E VITO PETROCELLI DELEGAZIONE M5S A CARACAS: MANLIO DI STEFANO, ORNELLA BERTOROTTA E VITO PETROCELLI ALESSANDRO DI BATTISTA ALESSANDRO DI BATTISTA LUIGI DI MAIO ALESSANDRO DI BATTISTA BY LUGHINO LUIGI DI MAIO ALESSANDRO DI BATTISTA BY LUGHINO

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT - IL GOVERNO È ARRIVATO ALLA FRUTTA: LA SITUAZIONE STA PRECIPITANDO - LA GOCCIA È STATA LA SONORA SCONFITTA DI SALVINI AL PARLAMENTO EUROPEO, CON SASSOLI E LA BEGHIN (M5S) CHE HANNO ASSICURATO LA NOMINA DELLA VON DER LEYEN GRAZIE AI 14 VOTI GRILLINI - SALVINI NON HA AVUTO LA PERCEZIONE CHE LO STAVANO METTENDO IN UN ANGOLO, DALLA RUSSIA ALL’EUROPA - UNA PARTE DEI DI PD E M5S SAREBBE PRONTA A COSTITUIRE UN GOVERNO CHE SPEDISCA LA LEGA ALL’OPPOSIZIONE. MA TUTTO CIÒ NON È NEI PIANI DI MATTARELLA...