GIRA CHE TI RIGIRA SI FINIRÀ SU PA-NELLO – IN SICILIA IL VETO DI FORZA ITALIA E LEGA SU NELLO MUSUMECI, L’UNICO CHE SECONDO I SONDAGGI PUÒ VINCERE CONTRO CATERINA CHINNICI, FA RICICCIARE IL NOME DI STEFANIA PRESTIGIACOMO – PER GLI AZZURRI SAREBBE LEI LA PERSONA GIUSTA ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE, MA È GIÀ ARRIVATO IL NIET DI LEGA E FRATELLI D’ITALIA: TRE ANNI FA SALÌ A BORDO DELLA SEA WATCH CON FRATOIANNI PER…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Barbara Acquaviti per “il Messaggero”

 

Gianfranco Micciche Stefania Prestigiacomo Gianfranco Micciche Stefania Prestigiacomo

(…) Per gli azzurri in pole position c'è l'ex ministro Stefania Prestigiacomo, che non solo ha il sostegno pieno di Micciché (anche lui tra le opzioni offerte) ma avrebbe ricevuto anche la benedizione di Silvio Berlusconi in persona nel corso di una telefonata. (…) L'idea di puntare su una donna, d'altra parte, piace sia in Forza Italia che nella Lega visto che in campo per il centrosinistra c'è già la vincitrice delle primarie, la dem Caterina Chinnici. I tempi stretti sembrano non consigliare l'idea di convergere su un nome che non abbia già una forte esperienza politica. Ed ecco perché, al momento, sembra profilarsi proprio una sfida a due tra Musumeci e Prestigiacomo.

STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH

 

IL CASO DEL BARCONE Lega (e anche FdI), tuttavia, hanno cominciato già a sollevare le prime perplessità ritirando fuori un episodio di cui, da deputata, si è resa protagonista tre anni fa, ai tempi in cui Matteo Salvini chiudeva i porti ai migranti. Ovvero la decisione di salire a bordo della Sea watch in compagnia di Nicola Fratoianni di Sinistra italiana e Riccardo Magi di Più Europa.

(…)

 

GIORGIA MELONI NELLO MUSUMECI GIORGIA MELONI NELLO MUSUMECI

Ora il nodo di chi correrà per Palazzo d'Orleans si intreccia comunque inevitabilmente con le candidature per il Parlamento. Ma anche con quelle per altre due Regioni che presto andranno al voto. La Lega vuole la riconferma di Fontana in Lombardia, mentre Fratelli d'Italia potrebbe ambire alla guida del Lazio. Anche per questo Forza Italia è convinta di poter rivendicare la presidenza della Sicilia.

nello musumeci si dimette 5 nello musumeci si dimette 5 GIORGIA MELONI NELLO MUSUMECI GIORGIA MELONI NELLO MUSUMECI Nello Musumeci Nello Musumeci nello musumeci foto di bacco (2) nello musumeci foto di bacco (2)

STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO, NICOLA FRATOIANNI E RICCARDO MAGI IN GOMMONE VERSO LA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO, NICOLA FRATOIANNI E RICCARDO MAGI IN GOMMONE VERSO LA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO STEFANIA PRESTIGIACOMO stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo stefania prestigiacomo

 

Condividi questo articolo

politica

A QUANTO PARE SEMBRA CHE LA MELONI SI SIA MESSA IN TESTA DI FARE IL VERO GOVERNO DRAGHI, INSOMMA QUELLO CHE IN EFFETTI MARIOPIO NON È RIUSCITO A FARE. CON URSO, RAMPELLI E LOLLOBRIGIDA, NON ARRIVA NEANCHE AL PANETTONE. MA PER BERLUSCONI E SALVINI “SERVONO FIGURE POLITICHE”. IL CAPITONE HA GIÀ UNA LEADERSHIP DIMEZZATA, SE NON PORTA QUALCHE PESO MASSIMO DEL CARROCCIO NELL’ESECUTIVO, FRA POCO NON CI SARÀ PIÙ NESSUNO CHE LO DIFENDE. PER IL BANANA INVECE È L’ULTIMO GIRO DI BOA, PERCHÉ MAI DOVREBBE LASCIARE GLI ESTERI ALLA BELLONI INVECE CHE A TAJANI? PIUTTOSTO L’EX INFERMIERA LICIA RONZULLI, SE NON DIVENTA MINISTRO (ISTRUZIONE O SANITÀ) SI FA SALTARE IN ARIA A MONTECITORIO - TUTTA QUESTA PANTOMIMA PRIMA O POI FINIRÀ, QUANDO ALLA MELONI SARÀ CHIESTO DI VERIFICARE LA SUA MAGGIORANZA. A QUEL PUNTO, CI SARÀ DA RIDERE…

IL PD È TORNATO A FARE QUELLO CHE GLI RIESCE MEGLIO: LITIGARE SU TUTTO – DOPO IL FLOP ELETTORALE NEI DEM È SCONTRO SULLA DATA DEL CONGRESSO “COSTITUENTE”, MA ANCHE SUI TEMPI E I MODI IN CUI DEVE TENERSI. SE CIOÈ SCIOGLIERE IL PARTITO PER CREARE UN’ALTRA “COSA” OPPURE NO – LA RESA DEI CONTI COMINCIA DALLE ALLEANZE PER LE REGIONALI NEL LAZIO E IN LOMBARDIA: LA CORRENTE “FILOGRILLINA” TORNA ALL’ASSALTO – E RENZI INFIERISCE: “IL PD PER COME L’ABBIAMO CONOSCIUTO È FINITO. È IL PASSATO DI QUESTO PAESE”