GLI ITALIANI STANNO CON GLI AGRICOLTORI (PER ORA) – SETTE CITTADINI SU DIECI SI DICHIARANO A FAVORE DELLE PROTESTE DEI TRATTORI, MA IL 20,1% TEME GLI EFFETTI SUI COSTI DEGLI ALIMENTI E SULLA QUALITÀ DEL CIBO CHE ARRIVERÀ IN TAVOLA – IL FRONTE DEI CONTADINI MOBILITATI È SEMPRE PIÙ FRAMMENTATO E STRUMENTALIZZATO: AL CORTEO DI GIOVEDÌ AL CIRCO MASSIMO SONO PREVISTE 20MILA PERSONE, E MOLTI INFILTRATI, TRA CUI L’EX FORZA NUOVA GIULIANO CASTELLINO - LA "BASE" SI SENTE TRADITA DA COLDIRETTI E LOLLOBRIGIDA

-

Condividi questo articolo


1. SETTE ITALIANI SU DIECI STANNO CON I TRATTORI IL 20% ORA TEME L'AUMENTO DEI PREZZI DEL CIBO

Estratto dell’articolo di Alessandra Ghisleri per “La Stampa”

 

sette italiani su dieci stanno con i trattori sondaggio euromedia sette italiani su dieci stanno con i trattori sondaggio euromedia

Sanremo […] continua ad essere non solo la piattaforma per l'espressione artistica, ma anche per la discussione pubblica su una vasta gamma di questioni rilevanti per la società italiana.

 

In questa ultima edizione la marcia dei trattori, circoscritta per alcuni come "riscatto agricolo", ha trovato un buono spazio. La mobilitazione europea […] è approdata in Italia con risvolti differenti seguendo l'onda della protesta.

 

PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI

Quasi il 70.0% dei cittadini intervistati nel merito prima delle serate sanremesi, si è dichiarato a favore degli agricoltori […]. Le istanze sono multiple: dai sussidi ai prezzi all'ingrosso da rivedere, dalla carne sintetica alle farine di insetti e cavallette, per arrivare agli impianti fotovoltaici sui terreni produttivi passando per le specifiche del made in Italy sulle etichette, e tanto altro.

 

Nel frattempo, la protesta […] ha attirato anche le riflessioni dei cittadini che iniziano a temere gli effetti sui costi degli alimenti (20.1%), sulla distribuzione e qualità del cibo che arriverà sulle nostre tavole (12.0%), insieme alle possibili conseguenze delle politiche ambientali legate alla transazione ecologica decise dall'Europa (15.5%).

 

protesta dei trattori l opinione degli italiani sondaggio euromedia protesta dei trattori l opinione degli italiani sondaggio euromedia

Sul fronte politico il 12.1% sostiene che si avranno delle nuove indicazioni su quello che potrà essere l‘esito delle prossime elezioni europee, sull'immagine del Governo (3.9%) e sulla nascita di nuovi movimenti politici. In tutto questo un cittadino su 5 (18.5%) è convinto che la protesta si sgonfierà presto.

 

La gestione dell'ordine pubblico e della sicurezza preoccupa quasi un cittadino su 2, ma il comportamento degli agricoltori e degli allevatori non ha infastidito […] la netta maggioranza del Paese. […]

 

DANILO CALVANI DANILO CALVANI

2. TRATTORI IN CENTINAIA VERSO ROMA MA È LITE SULL’APERTURA AI NEOFASCISTI

Estratto dell’articolo di Giulia D’aleo per “la Repubblica”

 

Le schiere degli agricoltori traditi del Cra, quelli esclusi dalle trattative tra il governo e la fazione antagonista di Riscatto agricolo, continuano a rinfoltirsi di trattori. La pioggia battente complica gli arrivi, ma non diluisce la rabbia. E così in centinaia continuano ad attraversare l’Italia per unirsi ai sei presidi disposti intorno a Roma, in attesa della manifestazione di giovedì che dovrebbe far confluire migliaia di persone al Circo Massimo.

 

Il leader del movimento, Danilo Calvani, ribadisce che i partecipanti saranno almeno ventimila: «Non solo addetti ai lavori. L’opinione pubblica è dalla nostra parte — garantisce — e le persone mi contattano per sapere come possono unirsi alla protesta». I grandi assenti, invece, saranno proprio i 300 trattori di Riscatto agricolo.

 

PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI

Nonostante le accuse reciproche di vicinanza a questo o a quell’altro partito politico, negli scorsi giorni le parti avevano tentato un dialogo. […] Ma superate, o meglio sedate, le divisioni ai vertici del movimento, la linea comune raggiunta ieri da Riscatto agricolo è quella di non abbandonare l’accampamento sulla Nomentana.

 

TRATTORI OSHO TRATTORI OSHO

Non solo perché la promessa di un tavolo tecnico fatta dal ministro Francesco Lollobrigida potrebbe vacillare con l’adesione a una protesta che, tra gli slogan, chiede anche le dimissioni del capo dell’Agricoltura. Ma anche per la presenza di frange estremiste in piazza.

 

«Temiamo infiltrazioni, che rovinerebbero il nostro messaggio e creerebbero confusioni », dice Salvatore Fais, una delle tante teste del movimento della nuova generazione. Nonostante i proclami di Calvani — «Niente violenti, partiti e sindacati» — a qualche ora dalla notizia della manifestazione, l’ex leader di Forza nuova Giuliano Castellino, adesso a capo di Ancora Italia, aveva annunciato la propria partecipazione.

 

francesco lollobrigida e i trattori – vignetta by riccardo mannelli francesco lollobrigida e i trattori – vignetta by riccardo mannelli

Una presenza che il capo del Cra cerca di sminuire: «Non posso impedirgli di partecipare, ma lo terranno d’occhio le forze dell’ordine ». Una parte del suo direttivo, però, ha già rassegnato le dimissioni, contestando l’assenza di una chiusura esplicita all’ex di Fn. Problema non nuovo a Calvani, che già in altre occasioni si era ritrovato a dividere le piazze con esponenti di estrema destra.

 

[…]  il Cra, nato quasi vent’anni fa tra le campagne dell’Agro Pontino, aspira adesso a raccogliere le insoddisfazioni dei contadini di tutto il territorio nazionale con una serie di dettami populisti: «Contro i vertici dei sindacati, contro un ministro senza competenze in agricoltura». Il coordinatore siciliano, Lorenzo Giocondo, è arrivato ieri a Roma per una riunione tra i rappresentanti regionali del movimento, per coordinarsi in vista della mobilitazione di giovedì.

 

«Al momento ci sono tremila trattori che si muovono per la Sicilia: non vorrei doverli portare tutti nella Capitale — avverte — Ma se necessario siamo disposti a stare qui anche un mese». La richiesta è di «annullare gli accordi sulle importazioni con i Paesi esteri o far rispettare loro le indicazioni europee sui controlli, altrimenti è concorrenza sleale. Gli agricoltori sono arrabbiati — fa sapere Calvani — devo cercare di trattenerli, ma non so per quanto ancora riuscirò a farlo».

protesta degli agricoltori sui trattori a orte protesta degli agricoltori sui trattori a orte

PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI PROTESTA DEGLI AGRICOLTORI PROTESTA DEI TRATTORI SANREMO PROTESTA DEI TRATTORI SANREMO PROTESTA DEI TRATTORI PROTESTA DEI TRATTORI

protesta dei trattori protesta dei trattori

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...