“BENVENUTI A ‘MONTECITORIO BEACH’” – LA CROCIATA DEL DEPUTATO DI FRATELLI D’ITALIA FEDERICO MOLLICONE CONTRO LE COLLEGHE SCOLLACCIATE E A COSCE SCOPERTE: “SE GLI UOMINI NON POSSONO STARE SENZA GIACCA, CREDO CHE ANCHE LE COLLEGHE POSSANO INDOSSARE ALMENO UNA CAMICETTA” – L’ONOREVOLE SI SFILA LA GIACCA PLATEALMENTE IN AULA, RIMEDIANDO QUALCHE APPLAUSO, POI SCRIVE UN POST SU FACEBOOK – LE FOTO DELLE DEPUTATE IN CIABATTE E MINIGONNE

-

Condividi questo articolo

 

Giovanna Vitale per “la Repubblica”

 

DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO 1 DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO 1

Le sette di un pomeriggio torrido. Fuori la colonnina di mercurio segna 36 gradi. Nell' emiciclo della Camera, nonostante l' aria condizionata, si bolle. «Presidente», chiede la parola Federico Mollicone, non autorizzato e perciò subito zittito. «Presidente!» insiste però l' onorevole di Fratelli d' Italia sfilandosi la giacca in modo plateale. «Si comporti seriamente, si rivesta!» intima Ettore Rosato dallo scranno più alto.

 

Federico Mollicone Federico Mollicone

Ma il deputato è irremovibile: «In ossequio alle pari opportunità e alla par condicio» urla a dispetto del blackout imposto, «chiedo che quello che vale per l' uomo debba valere anche per le donne, in special modo per quelle colleghe che si presentano in aula come se andassero in uno stabilimento balneare a chiedere due sdraio e un ombrellone».

 

DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO

È un' orazione in onore del decoro perduto quella pronunciata giovedì scorso a microfoni spenti ma voce tonante abbastanza per svelare, all' improvviso, ciò che tutti hanno notato ma nessuno osato finora denunciare: la scostumata piega dei costumi nelle più alte istituzioni della Repubblica. Dove ormai impazzano canottierine e trasparenze, minigonne e ciabattine da mare, in una sorta di Montecitorio-Beach che poco lascia all' immaginazione e tanto alla nostalgia. Degli austeri tailleur di Nilde Iotti o le calze coprenti di Tina Anselmi, pure d' estate.

 

federico mollicone federico mollicone

Senza scomodare storie d' altri tempi, il fatto è che se alla Camera i maschietti hanno l' obbligo di indossare la giacca (e al Senato pure la cravatta) al gentil sesso è lasciata libertà di scelta. Spesso, ultimamente, un po' abusata. Non sono poche le deputate che azzardano abiti succinti, scollature da balera, nudità varie. Tutte documentate nel portfolio di scatti rubati che riempiono le chat degli onorevoli. C' è quella in sottoveste multicolor e quella in body di pizzo, una con mutanda in vista sotto i pants bianchi e l' altra così attillata che gli esplode il décolleté.

 

federico mollicone 1 federico mollicone 1

«Una roba indecente», rincara Mollicone che ha pure postato qualche scatto su Fb: «Quando l' altra sera, alla decima ora di votazione e un caldo da morire, mi sono visto passare accanto una collega in sottoveste da mare svolazzante non ci ho visto più e sono partito». Strappando gli applausi di parecchi colleghi e il sorriso divertito di Michele Anzaldi.

 

Racconta il piddino: «Ogni giorno sull' aria condizionata è una battaglia: noi deputati chiediamo di abbassare la temperatura perché siamo coperti dalla testa ai piedi, le deputate di alzarla perché sono nude. E i poveri commessi in mezzo, senza saper che fare».

DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO 2 DEPUTATE SCOLLACCIATE A MONTECITORIO 2

 

Un tema sentito pure dalle donne. Tant' è che adesso la forzista Giusy Versace ha deciso di promuovere una raccolta di firme trasversale per chiedere ai questori della Camera di «richiamare le deputate al decoro e al rispetto dell' Aula». E se non dovesse funzionare, «pretenderemo che venga previsto una sorta di dress code » perché «quanto si vede in questi giorni è francamente inaccettabile: ci sono luoghi, come il Parlamento, dove il rispetto per l' istituzione impone decoro anche nell' abbigliamento ». Concorda la leghista Simona Bordonali, s empre in giacca anche a 40 gradi: «Si nota che manca attenzione nel vestirsi: le gonne sono spesso troppo corte, le magliette scollate. Ci vorrebbe un po' di buon senso in più». O forse, banalmente, di comune pudore.

federico mollicone 2 federico mollicone 2 federico mollicone 3 federico mollicone 3

 

Condividi questo articolo

politica

PERCHE’ SARÀ GOVERNO PD-5STELLE - IL BIBITARO E I SUOI SONO TERRORIZZATI DALLE ELEZIONI (UN SONDAGGIO LÌ DA BEN SOTTO IL 15%) E QUINDI ALLA FINE ACCETTERANNO TUTTO PUR DI NON VOTARE, A PARTIRE DAL PREMIER CHE SARÀ DEL PD - RESTA IL FATTO CHE IL GOVERNO CHE STA PER NASCERE PERMETTERÀ DI METTERE MANO ALLE NOMINE DELLA PRIMAVERA 2020 DELLE SOCIETÀ DI STATO (ENI, ENEL, TERNA, LEONARDO) E SOPRATTUTTO NON PERMETTERÀ AL CENTRODESTRA DI SALVINI DI ELEGGERE IL SUCCESSORE DI MATTARELLA (PRODI È GIÀ PRONTO) - DOPO L'ENDORSEMENT DI GRILLO, GIGGINO CI PROVA A FARE IL KAMIKAZE CON ZINGA: "SUBITO TAGLIO DEI PARLAMENTARI E CONTE PREMIER. NICOLA, HAI 24 ORE DI TEMPO, PRENDERE O LASCIARE"