“I CINQUESTELLE SONO UFFICIALMENTE CASTA” - BOTTURA: “NESSUNO PIÙ "RESTITUISCE" ALCUNCHÉ AL FONDO PER PICCOLE MEDIE IMPRESE, MOLTI VEDONO IN CASALEGGIO IL MALE ASSOLUTO SOLO PERCHÉ PRETENDE LA QUOTA PARTE MENSILE, DI MAIO HA PRESO PIÙ VOLI DI STATO CHE BOKASSA AI BEI TEMPI - E POI C'È PASQUALE TRIDICO, IL PRESIDENTE INPS, CHE SI SAREBBE RADDOPPIATO LO STIPENDIO DA 62 MILA A 150 MILA EURO. E QUI L'INDIGNAZIONE DEVE FARSI DEFINITIVA: MA CHE DAVVERO IL PRESIDENTE DELL'INPS PRENDE MENO DI UN COMMESSO DELLA CAMERA?”

-

Condividi questo articolo

Luca Bottura per “la Repubblica”

 

luigi di maio pasquale tridico luigi di maio pasquale tridico

E quindi quelli della scatoletta di tonno alla fine si sarebbero unti le mani. Nessuno più "restituisce" alcunché al fondo per piccole medie imprese (che nell'immaginario collettivo era finanziato solo dai grillini, invece esiste da tempo e funziona da solo), molti vedono in Casaleggio il male assoluto solo perché pretende la quota parte mensile (siete assunti in una Srl, volete almeno pagare i contributi?), Di Maio ha preso più voli di Stato che Bokassa ai bei tempi (per dove, spesso, non sa). Sono ufficialmente Casta.

 

All'inizio, per dire, Crimi sembrava un concorrente del Grande Fratello 1: cicciotto, malvestito, trasandato. Tipo me, insomma. Oggi sembra un concorrente del Grande Fratello 1, ma adesso: cioè Rocco Casalino senza le extension.

 

luigi di maio pasquale tridico luigi di maio pasquale tridico

E poi c'è Pasquale Tridico, il presidente Inps, che si sarebbe raddoppiato lo stipendio da 62 mila a 150 mila euro con esito retroattivo. E qui l'indignazione deve farsi definitiva, monumentale, stentorea: ma che davvero il presidente dell'Inps prende meno di un commesso della Camera? Davvero affidiamo un carrozzone così importante a uno cui pagavamo lo stipendio di un quadro azienda appena assunto? Davvero deleghiamo ruoli cardine per un tozzo (ben farcito) di pane? È una vergogna. Che non sia successo prima, dico.

 

Condividi questo articolo

politica

FERMI TUTTI! “NOI NON SIAMO D'ACCORDO CON CONTE”, PAROLA DI TRAVAGLIO – PERO': ‘’CONTE HA USATO LE PAROLE E I TONI GIUSTI PER LANCIARE L'ALLARME SENZA DIFFONDERE ALLARMISMO” – SULLE DEMENTE CHIUSURA DI CINEMA E TEATRI, ECCO IL COLPO DI GENIO DI MARCOLINO: VISTO CHE LA GENTE DURANTE IL GIORNO NON HA UN CAZZO DA FARE: “PERCHÈ NON TENERLI APERTI ALMENO FINO ALLE 18?” – ALLA FINE, GRIDA AL ''GOMPLODDO'': “CHI SONO GLI SCIENZIATI O I POLITICI FENOMENI CHE HANNO SUGGERITO MISURE TANTO IRRAZIONALI E FORSE CONTROPRODUCENTI, CHE FINO A TRE GIORNI FA CONTE NON VOLEVA NEPPURE SENTIR EVOCARE?” - PERCHÉ NON PROVA A DOMANDARGLIELO?