“LA FINE DELLE INDAGINI SULLA VICENDA OPEN È UN’OTTIMA NOTIZIA” – RENZI SPIEGA: "DOPO DUE ANNI DI INDAGINI EMERGERA' LA VERITA'. NON C’È NESSUN FINANZIAMENTO ILLECITO AI PARTITI PERCHÉ TUTTO È BONIFICATO E TRACCIATO. LA LEOPOLDA NON ERA UNA MANIFESTAZIONE DEL PD (TESI SOSTENUTA DAI PM) - ADESSO RENZI HA 20 GIORNI PER CHIEDERE DI ESSERE INTERROGATO DAL PM TURCO. L’UDIENZA PER L’EVENTUALE RINVIO A GIUDIZIO È ATTESA NELLA PRIMAVERA DEL 2022...

-

Condividi questo articolo


matteo renzi 2 matteo renzi 2

"La fine delle indagini sulla vicenda Open è realmente un’ottima notizia. Dopo due anni di incessanti indagini, perquisizioni giudicate illegittime dalla Cassazione, veline illegalmente passate ai giornali finisce il monologo dell’accusa. Finalmente arriva il momento in cui si passa dalla fogna giustizialista alla civiltà del dibattimento. E lì contano finalmente i fatti e il diritto.

 

Alla fine di questa scandalosa storia emergerà la verità: non c’è nessun finanziamento illecito ai partiti perché tutto è bonificato e tracciato. La Leopolda - del resto - non era la manifestazione di una corrente o di una parte del PD, ma un luogo di libertà, senza bandiere e con tutti i finanziamenti previsti dalla legge sulle fondazioni.

 

renzi renzi

Quando il giudice penale vuole decidere le forme della politica siamo davanti a uno sconfinamento pericoloso per la separazione dei poteri. Loro vogliono un processo politico alla politica, noi chiederemo giustizia nelle aule della giustizia, così il senatore Matteo Renzi commentando in Senato la fine delle indagini sull’inchiesta Open. " Adesso Renzi ha 20 giorni per chiedere di essere interrogato dal PM Turco. L’udienza per l’eventuale rinvio a giudizio è attesa nella primavera del 2022", aggiunge l'ufficio stampa di Matteo Renzi.

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

MOVIMENTO “MARI-STELLI” - IL PORTAVOCE DI LUIGI DI MAIO, PEPPE MARICI, CHE DOMENICA SPOSA LA VICE-MINISTRA ALL’ECONOMIA LAURA CASTELLI, SI CONFIDA CON TELESE: “IL NOSTRO È UNA SORTA DI ‘AMORE A CINQUE STELLE’, MA NON È UN FILM DEI VANZINA” - “PER VEDERCI DI PIÙ ABBIAMO DOVUTO OCCUPARCI DI INTERNAZIONALIZZARE IL MADE IN ITALY ALLA FARNESINA. LAURA È UNA GRANDE CUOCA. È LA REGINA DELLO SVUOTAFRIGO. QUALSIASI COSA TROVI NE TRAE UN GRANDE PIATTO. HO DOVUTO FARE UN SERIO ACCORDO POLITICO CON LEI. PUÒ STARE ANCHE FINO ALLE TRE SUL DIVANO, A STUDIARE UN DOSSIER, MA IL LETTO È SACRO. QUANDO VIENE A DORMIRE…”