“IL GOVERNO DI UNA SANA DESTRA LIBERALE DOVREBBE DARSI ALTRE PRIORITÀ” – SALLUSTI ASFALTA LA PROPOSTA DEL VICE MINISTRO DEGLI ESTERI, EDMONDO CIRIELLI, DI SPEDIRE IN CARCERE CHI VA CON UNA PROSTITUTA: “VA BENE CHE LA DESTRA È ORDINE E DISCIPLINA, MA ANCHE ORDINE NELLA COMUNICAZIONE DELLA MAGGIORANZA. PER QUANTO NE SO, AL GOVERNO QUESTE LIBERE USCITE PROPRIO NON SONO GRADITE, NON IN TEMPO DI GUERRA E DI CRISI ECONOMICA, CIOÈ IN TEMPI DI COSE MOLTO SERIE…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Alessandro Sallusti per "Libero Quotidiano"

 

SALLUSTI SALLUSTI

Va bene che la destra è (anche) ordine e disciplina e che molti elettori ciò apprezzano. Ed è vero che non possono esserci ordine e disciplina senza regole e sanzioni. Ma prendere atto che il vice ministro degli Esteri Edmondo Cirielli, Fratelli d’Italia, ha depositato una proposta di legge che chiede di ripristinare il carcere per chi si apparta in auto con una prostituta ci lascia perplessi.

 

Ovvio che siamo a favore del decoro pubblico, ci mancherebbe altro, ma è quella parola “carcere” che non ci piace. Fino a tre anni di galera per un reato che non è reato (sesso tra persone maggiorenni e consenzienti) bensì la pratica più antica – e se non fosse per lo sfruttamento innocua - del mondo, beh forse è un tantino eccessivo.

 

PROSTITUTE  PROSTITUTE 

[…] il governo di una sana destra liberale dovrebbe darsi altre priorità, e sono certo che ai suoi vertici già lo fanno. Queste uscite in ordine sparso oltre che discutibili creano solo spunti di inutili polemiche, a volte anche di ilarità che non fanno bene a nessuno.

 

alessandro sallusti foto di bacco alessandro sallusti foto di bacco

Lasciamo stare i clienti delle prostitute, quasi tutti disgraziati al punto da doversi comperare dieci minuti di finto amore, che se esagerano nei modi le leggi in essere sono sufficienti, semmai servirebbero più controlli. […] Certo, ordine e disciplina, ma anche ordine nella comunicazione della maggioranza che, per quanto ne so, al governo queste libere uscite proprio non sono gradite, non in tempo di guerra e di crisi economica cioè in tempi di cose molto serie.

PROSTITUTE PROSTITUTE PROSTITUTE  PROSTITUTE  sallusti sallusti

 

Condividi questo articolo

politica

IL NUOVO ORDINE CINESE – PER CAPIRE LE STRATEGIE DI XI JINPING PER IL FUTURO EQUILIBRIO GEOPOLITICO MONDIALE, BISOGNA SEGUIRE IL DENARO, E LE MOSSE DELLA “NEW DEVELOPMENT BANK”, CIOÈ IL BRACCIO OPERATIVO DEI PAESI “BRICS” (BRASILE, RUSSIA, INDIA, CINA, SUDAFRICA): VOLUTA DA PECHINO NEL 2014 PER SUPPORTARE I PROGETTI INFRASTRUTTURALI DEI PAESI MEMBRI, IN REALTÀ È UNA BANCA DI SVILUPPO TOTALMENTE DIPENDENTE DALLA CINA – LE ULTIME DUE INIZIATIVE: LA NOMINA A PRESIDENTE DELL’EX PRESIDENTE BRASILIANA DILMA ROUSSEFF, E APRIRE LE PORTE ALL’EGITTO…

SUL PNRR IL GOVERNO RISCHIA IL COLLO. E PURE L’ITALIA - MATTIA FELTRI: “SICURAMENTE PERDIAMO UN BEL PO' DI DENARO, POI SARÀ PIÙ DIFFICILE PER IL GOVERNO SOVRANISTA ANDARE A BRUXELLES A CHIEDERE VINCOLI DI BILANCIO UN PO' PIÙ LASCHI, O PORTARE AVANTI IPOTESI DI DEBITO COMUNE” - “REPUBBLICA”: “VIENE NATURALE INSERIRE IL PASTICCIO PNRR IN UNA PIÙ GENERALE DIFFIDENZA DELLA PREMIER E DEL SUO GOVERNO NEI CONFRONTI DELL’EUROPA. È LA REALTÀ POLITICA DI UN’UNIONE A 27 CON I SUOI RITI E ANCHE LE SUE TRAPPOLE, DOVE A BATTERE I PUGNI SUL TAVOLO SI CORRE IL RISCHIO DI RITROVARSI SOLI MENTRE I VICINI DISTOLGONO LO SGUARDO”