“I REATI DEI PADRI NON CONDANNANO I FIGLI E LE ASSOLUZIONI DEI FIGLI NON ASSOLVONO I PADRI” - FRANCESCO MERLO SUL CASO DI GIULIA LIGRESTI: “L'INGIUSTA DETENZIONE PER LA QUALE È STATA RISARCITA CANCELLA LA STORIA DELLA SUA FAMIGLIA? NO, C’È UNA REGOLA CHE VALE PER TUTTI…”

-

Condividi questo articolo


Da “la Repubblica

 

FRANCESCO MERLO FRANCESCO MERLO

Caro Merlo, grazie per avere ricordato il linciaggio politico al quale fu sottoposta Anna Maria Cancellieri. Ma le chiedo: l'ingiusta detenzione per la quale è stata risarcita Giulia Ligresti cancella la storia della famiglia Ligresti?

Gianna Villa - Milano

 

giulia ligresti mostra love giulia ligresti mostra love

No. La regola vale per tutti: i reati dei padri non condannano i figli e le assoluzioni dei figli non assolvono i padri.

 

Caro Merlo, l'intervista di Luigi Manconi al procuratore Nino Di Matteo è uno dei più bei pezzi giornalistici che mi sia mai capitato di leggere. Anche se, per stessa ammissione dell'intervistatore, finisce per essere un saggio sull’incomunicabilità. Resta un edificante esempio di come il rispetto reciproco possa permanere anche in presenza di posizioni inconciliabili.

Tiziano Peres (Verona)

 

L'incomunicabilità non è rispetto né inconciliabilità. È la mancanza di comunicazione. Forse l'articolo è bello proprio per questo, come un vecchio film di Antonioni.

 

Condividi questo articolo

politica

A CHI LO SCETTRO DI BANKITALIA? - NON C’E’ SOLO FABIO PANETTA, ANCHE DANIELE FRANCO SOGNA DI DIVENTARE GOVERNATORE - AL MEF NON SI È MAI TROVATO BENE E ORA TESSE LA SUA TELA PER TORNARE NELLA CASA MADRE (QUANDO DRAGHI L’HA CHIAMATO AL GOVERNO ERA DIRETTORE GENERALE) - MA AL MINISTERO DELL’ECONOMIA C’E’ CHI GLI REMA CONTRO E PUO’ SGANCIARGLI UNA BOMBA TRA I PIEDI CON UN DECRETO CHE METTE LA MORDACCHIA AGLI ENTI PREVIDENZIALI PRIVATI, CHE DETENGONO UN QUARTO DEL CAPITALE SOCIALE DI BANKITALIA…