“I SINISTRI SONO PERSONE NATE RICCHE CHE VORREBBERO ESSERE POVERE PER SEMBRARE INTELLIGENTI” – L'ATTRICE CHIARA FRANCINI, GIA' COMPAGNA DI LICEO DI RENZI, A “CARTABIANCA” DISPENSA SCHIAFFONI AI “RADICAL CHIC”: “NON GLIENE FREGA NULLA DEL COMUNISMO, DI BERLINGUER. GLI INTERESSA SOLO APPARIRE DI SINISTRA” – DOPO LE POLEMICHE L’ATTRICE TOSCANA RINCARA LA DOSE: “IN ITALIA VEDO MOLTI ASSUMERE ATTEGGIAMENTI SOLO PER LA RICERCA DI UN RICONOSCIMENTO SOCIALE. SI DIVENTA 'MAITRE A PENSER SOLO SE..”

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Cesare Zapperi per “il Corriere della Sera”

 

chiara francini chiara francini

«I sinistri sono persone nate ricche e borghesi che vorrebbero essere nate povere per sembrare intelligenti. A loro interessa solo stare dalla parte giusta». […] L’attrice toscana Chiara Francini non la tocca certo piano. In poche, sapide, righe, traccia un profilo socio-antropologico di una figura tipica del teatro della politica nazionale che da giorni (dall’intervento martedì a Cartabianca su Rai3) infiamma le discussioni sui social.

 

«Non mi sarei mai aspettata tanto clamore. Io sono un’artista, non una politologa.

Ho solo fatto alcune riflessioni per amore della verità. Io sono affascinata dall’umanità, mi piace studiarla». A sinistra non saranno tanto contenti.

 

«Ai sinistri — scrive — non gliene frega assolutamente nulla del comunismo, di Berlinguer, degli operai, del lavoro, dei diritti, del teatro, delle minoranze, della cultura come strumento rivoluzionario di rivendicazione. Gli interessa solo apparire di sinistra e quindi dalla parte del giusto». Che legnate, Chiara.

chiara francini chiara francini

 

[…] Se la prende con i «sinistri» perché è nata e cresciuta in una regione rossa.

«È innegabile, la mia terra ha quella storia. Lì sono cresciuta, lì ho potuto osservare i comportamenti che ho indicato nel libro».

 

Quali?

«Ho visto tanti benestanti fingersi poveri o dimessi, nel modo di vivere come di vestirsi, per conquistarsi un riconoscimento sociale e culturale. Perché sei qualcuno solo se dici di essere di sinistra».

 

La considera una forma di ipocrisia?

«Senza dubbio. È evidente che c’è distonia tra la propria condizione e la rappresentazione che si dà all’esterno. E quando indico i “sinistri” non mi riferisco solo a chi è di sinistra. Voglio puntare l’attenzione su una categoria sociale perché colgo molta opacità, molti tentativi di confondere le acque per poter essere sempre dalla parte giusta».

 

chiara francini in moschino copia 2 chiara francini in moschino copia 2

Questo succede perché, come si denuncia dall’altra parte, in Italia vige un’egemonia culturale di sinistra?

«Può essere. Certo è che vedo molti assumere posizioni o atteggiamenti solo in funzione della ricerca di un riconoscimento sociale. Si diventa maître à penser solo se si sostengono certe tesi. E allora c’è chi si finge povero per ritenersi più intelligente e vicino al popolo».

 

Nel suo libro mette alla berlina i «sinistri» ma se la prende pure con i «mancini». Che differenza c’è?

«A costoro non interessa apparire poveri o colti, non gliene frega nulla. Basta che facciano un film o una serie tv di successo per ritenersi intellettuali di riferimento. Sono più cinici e disincantati degli altri». […]

chiara francini sul palco di sanremo chiara francini sul palco di sanremo chiara francini sul palco di sanremo chiara francini sul palco di sanremo chiara francini chiara francini chiara francini 4 chiara francini 4 chiara francini chiara francini chiara francini 2 chiara francini 2 chiara francini 7 chiara francini 7 chiara francini 8 chiara francini 8 chiara francini 3 chiara francini 3 chiara francini 1 chiara francini 1 chiara francini sul palco di sanremo chiara francini sul palco di sanremo

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

C’EST FINI: DALLA CASA DI MONTECARLO ALLA SEPARAZIONE IN CASA - LA VICENDA MONEGASCA È STATA LA MINA CHE HA FATTO SALTARE IL MATRIMONIO DI GIANFRANCO FINI ED ELISABETTA TULLIANI - NON C’È NULLA DI UFFICIALE MA CHI ERA AMICO DELLA COPPIA DICE: “SI SONO LASCIATI DA UN BEL PO'” – GIÀ, A VEDERLI INSIEME NELL’AULA DEL PROCESSO SULLA CASA DI MONTECARLO, LONTANI E SENZA MAI INTRECCIARE UNO SGUARDO, ERANO LA RAPPRESENTAZIONE DI DUE CHE NON STANNO PIÙ INSIEME – NEGLI ULTIMI TEMPI, ALLA CENE IN CASA DEGLI AMICI, FINI SI PRESENTA SOLO, IL VOLTO SEMPRE PIÙ SOLCATO DA RUGHE E DAL DOLORE DI AVER BUTTATO VIA UNA CARRIERA POLITICA PER AMORE…

GRILLO VS CONTE: NE RESTERÀ SOLO UNO – BEPPE-MAO CHIEDE UN RITORNO ALLE ORIGINI E RIVENDICA IL LIMITE AI DUE MANDATI, MA PEPPINIELLO APPULO VORREBBE CANCELLARLO PER SEDARE GLI EX BIG M5S FINITI AI MARGINI - CONTE HA CAPITO CHE L’UNICO MODO PER SALVARE LA SUA LEADERSHIP È ANCORARSI AL PD, VISTO CHE GRILLO E RAGGI VOGLIONO UN M5S "NE' DI DESTRA NE' DI SINISTRA" - TRAVAGLIO PROVA A FARE IL PACIERE, MA SI CONTRADDICE: PRIMA DÀ RAGIONE ALL’ELEVATO E ALLA RAGGI SULL’EQUIDISTANZA DEL MOVIMENTO DAI PARTITI. POI RICORDA CHE SENZA ALLEANZE NON CI SAREBBERO STATI REDDITO DI CITTADINANZA E SUPERBONUS – GRILLO E' AVVELENATO: NESSUNO GLI HA MOSTRATO SOLIDARIETÀ PER IL PROCESSO AL FIGLIO CIRO

DAGOREPORT - IL 1 LUGLIO DOVREBBE PARTIRE LA NETCO (EX RETE TIM) TARGATA KKR, E LA SQUADRA È GIÀ PRONTA: IL PRESIDENTE SARÀ MASSIMO SARMI, CARO A GIORGETTI; SIMONE BONANNINI, EX OPEN FIBER E AMICO DEL SOTTOSEGRETARIO ALESSIO BUTTI, DOVREBBE DIVENTARE DIRETTORE COMMERCIALE - PATRIZIA RUTIGLIANO DOVREBBE ESSERE LA CAPA DELLA COMUNICAZIONE - DA TIM DOVREBBERO ARRIVARE ELISABETTA ROMANO COME CTO E GIOVANNI MOGLIA COME DIRETTORE FINANZIARIO - A QUESTO PUNTO LA DOMANDA SORGE SPONTANEA MA AL FUTURO AD, CHE DOVREBBE ESSERE L’EX FERROVIERE LUIGI FERRARIS, GLI FARANNO DECIDERE QUALCOSA? AH SAPERLO…