1. A LETTO CON PALAMARA - PER RICEVERE DEGLI AMICI SFRATTA DI CASA LA MOGLIE E FIGLI: “SENTI TI VOLEVO DIRE DOMANI SERA EH SE FACCIO UNA COSA RISTRETTA DA ME NON È CHE POTETE USCÌ TUTTI?” - POI C'È ANCHE LA PREOCCUPAZIONE PER LE SPESE: “CHE COSA POSSO FARE LE PIZZE O UN PIATTO DI PASTA. COSA SI PUÒ FARE DI PRONTO SENZA PAGÀ TANTO...”
2. MA A QUEL PUNTO SI INNESCA UNA CRISI DI GELOSIA QUASI DRAMMATICA PER PALAMARA: NON DA PARTE DELLA MOGLIE MA DELL'AMANTE, ADELE ATTISANI: “G. CHE ORGANIZZA PER VOI PERCHÉ È UNA CHE CERCA DI FARVI ACCOPPIARE… G. FA LE MARCHETTE E VI PORTA LE DONNE. FATE SCHIFO SIETE UNA CATEGORIA SCHIFOSA E TU MI LASCI SOLA. NON MI CHIAMARE PIÙ”

Condividi questo articolo

Luca Fazzo per “il Giornale” - Estratto

 

Palamara con la moglie Giovanna Palamara con la moglie Giovanna

Faide, amicizie, manovre. E persino trattative così inconfessabili da vergognarsene anche davanti ai propri figli. Il mondo che ruotava intorno a Luca Palamara, il pm romano divenuto il simbolo dell' inchiesta sul marcio in magistratura, racconta anche questo: con Palamara che per ricevere degli interlocutori, tra cui il deputato del Pd Cosimo Ferri (oggi passato a Italia viva) sfratta di casa i familiari. 

 

palamara adele attisani palamara adele attisani

«Senti ti volevo dire domani sera eh se faccio una cosa ristretta da me non è che potete uscì tutti no? Te Lavinia e Rocco potete uscire dico un po’?», scrive Palamara alla moglie il 17 aprile 2019. Poi, più prosaicamente, c' è anche la preoccupazione per le spese del convivio: «Che cosa posso fare le pizze o un piatto di pasta ma la pasta poi diventa un casino.. che cosa si può fare di pronto senza pagà tanto...».

……………………….

adele attisani a Locri adele attisani a Locri

Ma a quel punto si innesca una crisi domestica quasi drammatica per Palamara: non da parte della moglie ufficiale ma della compagna, Adele Attisani.

Attisani: «Comunque devi sparire tu perché in questi momenti non ci sei nemmeno e Legnini non è ormai nessuno perché non è che ci lavori insieme».

 

Palamara: «Senti Adele però ascoltami un attimo».

Attisani: «Quindi non è che devi discutere di lavoro capito».

Palamara: Adele Adele ascolta un attimo».

Attisani: «Non dovete parlare di lavoro, dovete fare le cagate che organizzate voi».

ADELE ATTISANI ADELE ATTISANI

 

Palamara: «Adele mi ascolti Adele mi ascolti un attimo...».

Attisani: «Perché organizzate delle cagate capito ti dovresti vergognare tutti voi di questi di quell' ambiente capito tutto una porcheria una porcheria».

Palamara: «Hai ragione hai ragione sono d’accordo con te».

 

Attisani: «E la prima è quella che organizza. G. che organizza per voi perché è una che cerca di farvi accoppiare ma fate schifo siete una categoria schifosa e tu mi lasci sola.. sapevi che io arrivavo stasera».

Palamara: «No Adele non lo sapevo e tu delle persone non disponi così dopo che ti ho telefonato quattro volte tu mi hai detto che tornavi tardi».

ADELE ATTISANI TUTORIAL ADELE ATTISANI TUTORIAL

 

Attisani: «Ah non lo sapevi ma come non lo sapevi ma stai scherzando».

Palamara: «Ti invito a smetterla a dire queste cazzate non te lo consento più chiaro».

Attisani: «Per me devi sparire per me devi sparire ok adesso ascoltami bene e fate queste troiate hai capito? e meno male che ti rendi conto di quello che fate meno male che ti rendi conto che fate delle marchette, G. fa le marchette e vi porta le donne. Ciao e non mi chiamare più».

ADELE ATTISANI ADELE ATTISANI

 

Condividi questo articolo

politica