LUCA BERNARDO, IL CANDIDATO SCELTO PER PERDERE CON ONORE - ORA CHE I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA DI BEPPE SALA GIA' AL PRIMO TURNO, BERNARDO VIENE MOLLATO ANCHE DA GABRIELE ALBERTINI - FRATELLI D'ITALIA E' GIA' PRONTA A SCARICARE LE COLPE SULLA LEGA: "SULLA PARTITA DEL CANDIDATO HA FATTO TUTTO SALVINI, NOI NON C'ENTRIAMO NULLA" - MA ALLA MELONI NON VA MAGLIO: HA SCELTO MICHETTI A ROMA E RISCHIA LA SCOPPOLA AL BALLOTTAGGIO…

-

Condividi questo articolo


L.Giar. per il "Fatto quotidiano"

 

LUCA BERNARDO LUCA BERNARDO

Il sospetto che Luca Bernardo, il candidato sindaco della destra a Milano, fosse stato scelto più per portare a casa un'onorevole sconfitta che per conquistare Palazzo Marino era già legittimato dalle prime uscite pubbliche poco convincenti. Ora però l'etichetta di "candidato a perdere" arriva pure da un nome di peso come Gabriele Albertini.

 

Due giorni fa, l'ex sindaco si è lamentato di come la destra non abbia preso sul serio la competizione: "Salvini è stato l'unico a provare a scegliere candidati per vincere, ma una volta che il vecchio leone sdentato ha detto di no, tutti hanno pensato più ad attribuire una eventuale sconfitta".

LUCA BERNARDO E MATTEO SALVINI LUCA BERNARDO E MATTEO SALVINI

 

Come dire - non senza egocentrismi - che Bernardo non è all'altezza. Opinione legittima, ma di certo anomala nei tempi e nei modi, dato che Albertini è ancora parecchio ascoltato in città e Bernardo è pur sempre in piena campagna elettorale. Non a caso i partiti non hanno affatto gradito, con i big di FdI infuriati: "Sulla partita del candidato ha fatto tutto Salvini, noi non c'entriamo nulla".

 

gabriele albertini gabriele albertini

Certo Albertini qualche rancore lo ha. Dopo aver cambiato idea un paio di volte sulla propria candidatura, aveva chiesto di poter indicare un sindaco e di esserne il vice. Gli screzi con Maurizio Lupi e un Silvio Berlusconi non più dalla sua parte come un tempo hanno fatto il resto. Ora a farne le spese è Bernardo: ieri un sondaggio di Youtrend assegnava la vittoria a Sala al primo turno, prevedendo tempi bui per la lista della Lega, ridotta al 14% e tallonata da FdI all'11. Un'altra grana per Salvini, disposto a mettere in conto una sconfitta, ma non una disfatta.

matteo salvini a pranzo per convincere gabriele albertini matteo salvini a pranzo per convincere gabriele albertini

 

Condividi questo articolo

politica

DUTERTE VUOLE PILOTARE LA SUCCESSIONE: HA SCELTO COME "EREDE" IL FIGLIO DELL’EX DITTATORE MARCOS, MA DOVRÀ VEDERSELA CON PACQUIAO - IL PARTITO FEDERALE FILIPPINO HA ANNUNCIATO COME SUO CANDIDATO ALLA PRESIDENZA FERDINAND "BONGBONG" MARCOS, FIGLIO DELL'EX DITTATORE CACCIATO A FUROR DI POPOLO NEL 1986 DOPO 20 ANNI DI REGIME SANGUINARIO - DUTERTE VORREBBE LUI COME PRESIDENTE E SUA FIGLIA NELLA VESTE DI VICE - SI PREPARA A SFIDARLI IL CAMPIONE DI BOXE MANNY PACQUIAO, AMATISSIMO DAL POPOLO...