MA E' L'ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA O IL VOTO PER IL TELEGATTO? - FUMATA NERA ALLA PRIMA VOTAZIONE: IN UN MARE DI SCHEDE BIANCHE, VOTI ANCHE PER VESPA, ALBERTO ANGELA, AMADEUS, ALFONSO SIGNORINI E CRUCIANI – PREFERENZE ANCHE PER LA BELLONI, BOSSI, MADDALENA E MATTARELLA… - CHI E' IL "PATATINO" CHE STA SUBISSANDO DI TELEFONATE IL GOVERNATORE FONTANA? - IL PIZZINO DI ZAIA A SALVINI: "MEGLIO INTESTARSI DRAGHI CHE SUBIRLO" 

-

Condividi questo articolo


amadeus ph claudio porcarelli 4 amadeus ph claudio porcarelli 4

Da repubblica.it
 
Fumata nera al primo scrutinio per l'elezione del presidente della Repubblica. Al momento, il numero delle schede bianche e delle preferenze assegnate, tra cui quelle a Silvio Berlusconi, Umberto Bossi e Mario Draghi, superano il quorum minimo richiesto.

 

ROMANZO QUIRINALE

Aldo Cazzullo per corriere.it

 

Ore 20,04

Il presidente della Lombardia Fontana è subissato da telefonate di amici che lo implorano di scrivere il loro nome sulla scheda, il più insistente è un avvocato detto Patatino

 

Ore 19,54

Zaia: «Meglio intestarsi Draghi che subirlo…»

 

Ore 19,45

La ministra Erika Stefani, Lega: «Io non so nulla, so solo che non eleggono me, ma una cosa voglio dirla: non è vero che Draghi ci dia del lei e sia freddo. È una persona cortesissima, persino umile». Ma voi gli date del tu? «Brunetta, Orlando, Bianchi sì. Io non oso»

 

Meraviglie la penisola dei tesori alberto angela Meraviglie la penisola dei tesori alberto angela alberto angela conduce meraviglie 3 alberto angela conduce meraviglie 3

 

alfonso signorini alfonso signorini bruno vespa bruno vespa

 

Condividi questo articolo

politica

“HO CHIESTO A PUTIN LA PACE, E HO TROVATO UN MURO. CON BIDEN HO AVUTO PIÙ FORTUNA” - DRAGHI SI ALLISCIA “SLEEPY JOE” DOPO IL MEZZO FLOP DELLA VISITA A WASHINGTON - A VERONA IL PREMIER DICE CHE “I RUSSI NON SONO COLPEVOLI DI QUELLO CHE FA PUTIN” - “CHI ATTACCA USANDO LA VIOLENZA HA SEMPRE TORTO. L'UCRAINA SI STA RIPARANDO DAGLI SCHIAFFI CHE GLI STA DANDO LA RUSSIA, MA DA STATO PICCOLINO È DIVENTATO GRANDE PERCHÉ È STATO AIUTATO DAGLI AMICI, COMBATTE, SI DIFENDE PER UN MOTIVO: LA LIBERTÀ…”

IN GUERRA SI HA BISOGNO ANCHE DEI “DITTATORI” - DRAGHI IL 5 LUGLIO SARÀ AD ANKARA PER UN BILATERALE CON ERDOGAN: SONO LONTANI I TEMPI DELLE TENSIONI DIPLOMATICHE DOPO CHE IL PREMIER ITALIANO GLI AVEVA DATO DEL “DITTATORE” - DRAGHI, COME TUTTI, SI È RESO CONTO CHE NON SI PUÒ FARE A MENO DEL “SULTANO”, CHE GIOCA UN RUOLO FONDAMENTALE, NON SOLO NEI NEGOZIATI TRA RUSSIA E UCRAINA. E ANCHE IN QUELLO DELL’INGRESSO DI SVEZIA E FINLANDIA NELLA NATO. LA VISITA DELLA PREMIER FINLANDESE SANNA MARIN A ROMA NON È UN CASO…