MA NON ERA IL GOVERNO DEI MIGLIORI? 6 MINISTRI DELL’ESECUTIVO DRAGHI ERANO CANDIDATI NEI COLLEGI UNINOMINALI, MA DI QUESTI SOLO GIORGETTI HA VINTO. HANNO INVECE PERSO IL PROPRIO COLLEGIO UNINOMINALE CARFAGNA, BONETTI, DI MAIO, GELMINI E PATUANELLI (GLI ELETTORI DELLA MITOLOGICA AGENDA DRAGHI SE NE SONO ALTAMENTE SBATTUTI) - CASINI BATTE SGARBI, SANTANCHÉ DOPPIA COTTARELLI - ANCHE L’EX SINDACO DI NAPOLI LUIGI DE MAGISTRIS, LEADER DELL’UNIONE POPOLARE È FUORI (NONOSTANTE L'ENDORSEMENT DI MELENCHON)...

-

Condividi questo articolo


PASQUALE QUARANTA, NICOLO' GUELFI per www.lastampa.it

 

MARA CARFAGNA MARA CARFAGNA

Un’Italia in blu. Il centrodestra si è aggiudicato la maggioranza dei collegi uninominali, ma sono tanti i casi clamorosi e i grandi esclusi: Luigi Di Maio perde la sfida diretta a Napoli Fuorigrotta con il 5 stelle Sergio Costa e resta fuori dal Parlamento. Nello stesso collegio era candidata anche Mara Carfagna con Azione, che però si è fermata al quarto posto.

 

La ministra per il Sud e la Coesione territoriale nel Governo Draghi, da poco fuoriuscita da Forza Italia, ottiene il solo il 7,10%. Probabilmente nessuno degli ex forzisti confluiti in Azione troverà posto in Parlamento. L’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris, leader dell’Unione Popolare è fuori: la lista non ha superato lo sbarramento fermando all’1,4%.

 

Debacle tra i ministri del governo Draghi: 6 di loro si sono candidati ma solo Giancarlo Giorgetti ha conquistato un seggio all’uninominale.

 

carlo calenda mara carfagna carlo calenda mara carfagna

Sconfitta importante per l’ex ministro degli Esteri campano, il cui partito Impegno Civico raggiunge solo lo 0,60% su base nazionale. Emma Bonino ha la meglio su Carlo Calenda che, nel duello per l’uninominale al Senato a Roma, scivola al terzo posto, ma viene battuta dalla candidata del centrodestra Lavinia Mennuni. La presidente del Senato uscente Maria Elisabetta Alberti Casellati è stata rieletta nel collegio per il Senato in Basilicata con il 36,10. Eletto anche il virologo Andrea Crisanti, candidato al Senato come capolista del Partito Democratico nella circoscrizione Estero.

 

 

Casini a Bologna e Santanché a Cremona per il Senato

Pier Ferdinando Casini a Bologna, la spunta su Vittorio Sgarbi nell’uninominale al Senato. A Cremona Daniela Santanché doppia nella sfida diretta l’economista Carlo Cottarelli per l’uninominale al Senato.

de magistris melenchon de magistris melenchon BOSCHI - BONETTI - GELMINI - CALENDA - CARFAGNA – MARATTIN BOSCHI - BONETTI - GELMINI - CALENDA - CARFAGNA – MARATTIN

 

elena bonetti foto di bacco elena bonetti foto di bacco

 

 

Condividi questo articolo

politica

QUESTO PONTE S’HA DA FARE! LUCIO CARACCIOLO: “IL PONTE SULLO STRETTO VA FATTO PERCHÉ È UNA PRIORITÀ STRATEGICA PER L'ITALIA (PER QUESTO MOTIVO PROBABILMENTE NON SARÀ MAI FATTO)" - "LO STRETTO DI SICILIA È UNO DEGLI SPAZI PIÙ RILEVANTI AL MONDO. NON MOLTO MENO DELLO STRETTO DI TAIWAN. NEL TRIANGOLO DELLA COMPETIZIONE FRA STATI UNITI, CINA E RUSSIA IL CONTROLLO DI QUESTO BRACCIO DI MARE AL CENTRO DEL MEDITERRANEO È ESSENZIALE. QUALCUNO DIRÀ: È TERRA DI MAFIE. MA LE GRANDI INFRASTRUTTURE SONO IL SEGNO CHE..."

LE MIDTERM SONO STATE UNA DISFATTA PER TRUMP – LA VITTORIA DEL CANDIDATO DEMOCRATICO, RAPHAEL WARNOCK, AL BALLOTTAGGIO IN GEORGIA È UNO SCHIAFFONE IN FACCIA A “THE DONALD”: TUTTI I CANDIDATI CHE HA SPONSORIZZATO LUI HANNO PERSO MALAMENTE ALLE MIDTERM – LA VITTORIA REGALA AI DEM IL 51MO SEGGIO AL SENATO, UNO IN PIÙ RISPETTO A PRIMA DELLE MIDTERM. “SLEEPY JOE”, CHE ESCE RAFFORZATO, GONGOLA E PENSA DI RICANDIDARSI: CON MACRON HA BRINDATO ALLA SUA CAMPAGNA PRESIDENZIALE DEL 2024 (SEMPRE CHE IL PARTITO NON LO CONVINCA A RIPENSARCI)

LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI NORDIO VISTA DA FRANCO COPPI, IL DECANO DEGLI AVVOCATI PENALISTI: “OCCORRE RIVEDERE IL TEMA DEL SEGRETO ISTRUTTORIO NON SOLO NELLA PROSPETTIVA DELLE INTERCETTAZIONI, MA STABILIRNE I LIMITI E LE SANZIONI - SEPARAZIONE DELLE CARRIERE? BISOGNA SEPARARE LE PERSONE INTELLIGENTI DA QUELLE CHE NON LO SONO. AFFRONTIAMO IL TEMA DELL'IMMISSIONE DEI MAGISTRATI IN RUOLO CON FORME CHE GARANTISCANO L'IDONEITÀ AL DI LA DELLE CONOSCENZE GIURIDICHE - C'È DA RIVEDERE L'UDIENZA PRELIMINARE, CHE È UN FALLIMENTO - L’ABUSO D’UFFICIO? REATO AL LIMITE DELLA COSTITUZIONALITÀ”

LOBBY CONTINUA – COME HA RIVELATO DAGOSPIA, LA PROIEZIONE AL TORINO FILM FESTIVAL DEL DOCUMENTARIO DI TONY SACCUCCI SU “LOTTA CONTINUA” HA SCATENATO NON POCHE POLEMICHE. NON SOLO PER LA VISIONE PARZIALE CHE DÀ DEL MOVIMENTO DI ESTREMA SINISTRA (ERRI DE LUCA CONTINUA A DIRE CHE LA MILITANZA “ERA LA COSA GIUSTA”) MA ANCHE PER I TRASCORSI DEL DIRETTORE DEL FESTIVAL, STEVE DELLA CASA. MA D’ALTRONDE, SIAMO ABITUATI: GLI EX DI LOTTA CONTINUA DOPO GLI ANNI DI PIOMBO HANNO MONOPOLIZZATO IL GIORNALISMO, LA POLITICA E LA CULTURA…