MARTA DA LEGARE – C’È UN MOTIVO SE LA FASCINA È RIAPPARSA IN PARLAMENTO DOPO SETTIMANE DI ASSENZA. DOVEVA METTERE A SEGNO UN COLPO PER AVERE POTERE IN FORZA ITALIA: PIAZZARE COME VICE DI TAJANI IL SUO FEDELISSIMO, STEFANO BENIGNI, GIA’ RESPONSABILE GIOVANI DEL PARTITO – GLI ALTRI TRE VICE SARANNO I GOVERNATORI ALBERTO CIRIO E ROBERTO OCCHIUTO E DEBORAH BERGAMINI –SCHIFANI AL VELENO: “LA SICILIA È UNO DEI GRANDI ELETTORI DI FORZA ITALIA, MA È STATA TAGLIATA FUORI” –  COME DAGO-DIXIT, IN FORZA ITALIA SI SONO STANCATI DEL LUTTO PARACULO E HANNO POSTO UN ULTIMATUM ALLA FASCINA…

-

Condividi questo articolo


ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Estratto dell’articolo di Antonio Fraschilla per www.repubblica.it

 

marta fascina torna in parlamento dopo la morte di berlusconi 5 marta fascina torna in parlamento dopo la morte di berlusconi 5

Se Marta Fascina, la compagna “vedova” del fondatore di Forza Italia Silvio Berlusconi, si era fatta vedere alla Camera nei giorni scorsi un motivo c’era. E lo si è capito quando ieri il governatore siciliano Renato Schifani ha criticato il segretario del partito Antonio Tajani perché non ci sarà nessun siciliano tra i vicesegretari del partito.

 

"La Sicilia è uno dei grandi elettori di Forza Italia, ma è stata tagliata fuori – ha detto Schifani - non dico questo per una questione di poltrone: sulla stampa era venuta fuori l'ipotesi di me come vice segretario. Ma siamo seri, un governatore non può avere il tempo di occuparsi del partito” [...]

 

STEFANO BENIGNI SILVIO BERLUSCONI STEFANO BENIGNI SILVIO BERLUSCONI

Il riferimento è agli altri due governatori che andranno a far parte della squadra dei vice di Tajani: Alberto Cirio e Roberto Occhiuto, governatori di Piemonte e Calabria. Nella segreteria ci saranno anche la deputata Deborah Bergamini, vicina alla famiglia Berlusconi, e il quarto nome, si era detto, doveva essere quello di Schifani.

 

Invece a quanto pare il nome che farà Tajani è quello del giovane deputato Stefano Benigni, già responsabile giovani e fedelissimo di Fascina, che ha sollecitato la nomina proprio in queste ore tornando alla Camera (lei che ha quasi il record di assenze a Montecitorio): “Occorre dare un segnale anche alla Lombardia dopo l’ottimo risultato dei congressi provinciali dove l’area Benigni-Alessandro Sorte è andata molto bene”, è stato il ragionamento fatto da questa corrente a Tajani.

 

RENATO SCHIFANI RENATO SCHIFANI

Il governatore Schifani comunque accusa il partito di essersi chiuso a pochi “eletti” interni […]  Le ultime scelte di Tajani hanno in effetti avvantaggiato molto alcuni fedelissimi: il deputato Francesco Battistoni appena nominato segretario d’aula, la promozione di Maurizio Gasparri a capogruppo al Senato, e anche quello di Paolo Barelli alla Camera. Le nomine di sottogoverno sono andate nella stessa direzione.

 

MARTA FASCINA TORNA IN PARLAMENTO DOPO LA MORTE DI BERLUSCONI MARTA FASCINA TORNA IN PARLAMENTO DOPO LA MORTE DI BERLUSCONI

E adesso Schifani potrebbe diventare una sponda per l’ala degli ex ribelli messi da canto nei ruoli di partito dal nuovo corso di Tajani: dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè all’ex capogruppo al Senato adesso vicepresidente del Senato Licia Ronzulli all’ex capogruppo alla Camera Alessandro Cattaneo.

marta fascina e antonio tajani marta fascina e antonio tajani MARTA FASCINA MARTA FASCINA marta fascina torna in parlamento dopo la morte di berlusconi 8 marta fascina torna in parlamento dopo la morte di berlusconi 8 paolo berlusconi luigi berlusconi marta fascina in prima fila alessandro sorte e stefano benigni paolo berlusconi luigi berlusconi marta fascina in prima fila alessandro sorte e stefano benigni SILVIO BERLUSCONI MARTA FASCINA DUDU SILVIO BERLUSCONI MARTA FASCINA DUDU

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…