1. MELONI AL LAVORO: COME NON IRRITARE SALVINI, USCITO DEVASTATO E STORDITO DAL VOTO, E BERLUSCONI, AMMACCATO MA VIVO, QUINDI PIÙ PERICOLOSO PERCHÉ POLITICAMENTE HA IN MANO L’ARMA DI POTERSI SFILARE E FAR FALLIRE IL PRIMO GOVERNO DI DESTRA-CENTRO?
2. IL PRIMO OSTACOLO È RAPPRESENTATO DALL’ELEZIONE DEI PRESIDENTI DI CAMERA E SENATO E L’IDEA CHE STA MONTANDO È QUESTA: IL LEGHISTA CALDEROLI AL SENATO, IL FORZISTA TAJANI ALLA CAMERA. ACCONTENTATI I DUE ALLEATI, LA STRADA E' SPIANATA PER OTTENERE L’INCARICO 
3. L’ALTRO GROSSO PROBLEMA DI "IO SONO GIORGIA" È RAPPRESENTATO DALL’OSTILITÀ ESPLICITA DELLE CANCELLERIE EUROPEE. COME FARE PER NON URTARLE? SEMPLICE: URSULA RICEVERA' DALLA MELONI LA BOZZA DELLA FINANZIARIA, SCRITTA E FIRMATA MARIO DRAGHI...

Condividi questo articolo


altan vignetta meloni altan vignetta meloni

DAGOREPORT

Le prime mosse della premier in pectore sono improntate a una grandissima attenzione di non scontentare gli alleati Salvini, uscito devastato e stordito dal voto, e Berlusconi, ammaccato ma vivo, quindi più pericoloso perché politicamente ha in mano l’arma di potersi sfilare e far fallire il primo governo di destra-centro.

 

In queste ore l’entourage di Meloni e Crosetto si sta chiedendo, vista l’instabilità psicofisica degli alleati, come fare per evitare scazzi e attriti accontentando il Truce sbancato e il Banana sbucciato. Il primo ostacolo è rappresentato dall’elezione dei presidenti di Camera e Senato e l’idea che sta montando è questa: il leghista Calderoli al Senato, il forzista Tajani alla Camera. 

 

giorgia meloni vignetta artefatti giorgia meloni vignetta artefatti

Con questo duplex, la Ducetta pensa di accontentare i due casi clinici per avere la strada spianata e ottenere da Mattarella l’incarico di formare il governo e salire a Palazzo Chigi. Se Berlusconi è contento che Tajani vada a ricoprire la terza carica istituzionale, l’assenso su Calderoli, tra l’altro grande esperto di regole e regolamenti parlamentari, da parte di Salvini non è pervenuto.

 

Il fidanzato di Francesca Verdini va capito, sta passando ore di bipolarismo politico molto preoccupanti. Ad esempio, stanotte, uscite le prime proiezioni sul voto, Salvini ha chiamato la Meloni e si è espresso come se fosse lui il vincitore: vediamoci presto, bisogna fare subito, non c’è tempo da perdere, bisogna fare il governo…

 

SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI

La Meloni sa che la tigre quando è ferita diventa pericolosa e qualche brutta sorpresa può arrivare da Salvini e spera, come quasi tutti, eccetto la Ronzulli, che venga accompagnato ai giardinetti dai governatori leghisti – i veneti di Zaia hanno disertato le urne. 

 

Domani è in agenda il consiglio federale del Carroccio, dove tutti applaudiranno il grande perdente, ma per sostituirlo, visto che non sente l’urgenza di dimettersi, occorre convocare i congressi. Insomma, un meccanismo quella della Lega abbastanza complesso.

 

salvini meme sul risultato elettorale della lega 3 salvini meme sul risultato elettorale della lega 3

L’altro grosso problema che turba i sonni di “Io sono Giorgia” è rappresentato dall’ostilità esplicita delle cancellerie europee, dall’insofferenza di Ursula e dall’astio dell’amministrazione Biden. Come fare per non urtarle, in questa delicatissima prima fase, evitando così la tempesta perfetta dei mercati internazionali? 

 

Intanto, i quattro ministri che andranno a ricoprire i dicasteri chiave - Tesoro, Viminale, Esteri, Giustizia - saranno decisi d’accordo con Mattarella. Secondo: per metter su il nuovo governo occorrono due mesi ma il prossimo 16 ottobre Bruxelles deve ricevere e accettare la bozza della legge di Bilancio, detta finanziaria, che poi verrà discussa dal Parlamento.

meme selfie tra sergio mattarella giorgia meloni meme selfie tra sergio mattarella giorgia meloni

 

E l’Unione Europea per quella data riceverà dalla Meloni la bozza della Finanziaria, scritta e firmata Mario Draghi. A quel punto, cogita la Meloni, i poteri forti come possono accusarmi di eversione e post-fascismo, se la legge più importante dello Stato è fatta e sottoscritta dalla personalità più autorevole della politica e finanza europea?

 

salvini meme sul risultato elettorale della lega 5 salvini meme sul risultato elettorale della lega 5 MURALE SALVINI MELONI BERLUSCONI CENTRO DI ROMA MURALE SALVINI MELONI BERLUSCONI CENTRO DI ROMA GIORGIA MELONI MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI MATTEO SALVINI

ANTONIO TAJANI ANTONIO TAJANI matteo salvini roberto calderoli matteo salvini roberto calderoli

 

 

Condividi questo articolo

politica

ETICA E COTICA – URSULA VON DER LEYEN HA GLISSATO DI FRONTE ALLE DOMANDE SUL SUO ABITO BLU NOTTE: A CHI LE CHIEDEVA CHI FOSSE LO STILISTA, HA RISPOSTO CANDIDAMENTE DI NON RICORDARSI IL NOME, A DIFFERENZA DI GIORGIA MELONI, CHE HA SUBITO URLATO “ARMANI” A QUANTI LE FACEVANO LA STESSA DOMANDA. MORALE DELLA FAVA? LA DIMENTICANZA DI URSULA SIGNIFICA CHE QUEL VESTITO SE L’È COMPRATO. CHI INVECE TENDE A RIVELARE CON ECCESSIVA FOGA (E POCA ELEGANZA) IL MARCHIO DELL’ABITO CHE INDOSSA, DI SOLITO LO FA PERCHÉ SI TRATTA DI UN REGALO…

FLASH! – IL “BORIS GODUNOV” ALLA SCALA HA “SCONGELATO” IL RAPPORTO BRUXELLES-ROMA: FONDAMENTALE L’INCONTRO TRA VON DER LEYEN E MATTARELLA, NEL QUALE I DUE HANNO PARLATO A LUNGO DEL PNRR - ENTRO DOMANI SARÀ COMUNICATO IL NUOVO ACCORDO SULLA SOGLIA MINIMA PER I PAGAMENTI CON IL POS. L’EUROPA GRADIREBBE CHE IL LIMITE NON SUPERI DIECI EURO, MENTRE IL GOVERNO, COME NOTO, LO VUOLE ALZARE A 60. SI ANDRÀ A UNA MEDIAZIONE E SI TROVERÀ UN COMPROMESSO. NESSUNA INTESA INVECE (PER IL MOMENTO) SUL TETTO AL CONTANTE…

COSE CHE POSSONO SUCCEDERE SOLO IN ITALIA: I MASSONI DIFENDONO IL REDDITO DI CITTADINANZA! – IN POCHI HANNO FATTO CASO ALLA VISITA DI GIUSEPPE CONTE AGLI ASILI NOTTURNI UMBERTO I DI TORINO, STORICA ISTITUZIONE LEGATA ALLA MASSONERIA. AD ACCOGLIERE PEPPINIELLO APPULO C’ERA IL GRAN MAESTRO ONORARIO DEL GRANDE ORIENTE D’ITALIA, SERGIO ROSSO, CHE SI È SPERTICATO IN UNA DIFESA DEL SUSSIDIO GRILLINO: “SENZA QUESTO STRUMENTO MOLTE PERSONE NON POTREBBERO SOPRAVVIVERE”. E TANTI SALUTI A UN ALTRO TABÙ GRILLINO: GLI STRALI CONTRO GREMBIULI, COMPASSI E CAPPUCCIONI. NON A CASO TRA LE REGOLE PER LE AUTOCANDIDATURE DEL MOVIMENTO SPUNTA IL DIVIETO PER CHI È ISCRITTO AD ASSOCIAZIONI MASSONICHE. IL MELENCHON CON LA POCHETTE AVRÀ CAMBIATO IDEA?

SALVINI COME AL SOLITO NON C’HA CAPITO UNA MAZZA – IL “CAPITONE” ESULTA PERCHÉ L’UE HA FISSATO UN TETTO MASSIMO A 10MILA EURO PER I PAGAMENTI IN CONTANTI. MA LA DECISIONE NON C’ENTRA NIENTE CON LA MANOVRA ITALIANA, CHE VUOLE ALZARE IL TETTO AL CASH FINO A 5MILA EURO – LA MISURA COMUNITARIA È UN PASSO IN DIREZIONE OPPOSTA ALL’AUMENTO DELLA CIRCOLAZIONE DELLE BANCONOTE, VISTO CHE IN GERMANIA NON C’ERA ALCUN LIMITE. E COMUNQUE, ROMA NON È BERLINO, E NEPPURE PARIGI O MADRID. IL NOSTRO TASSO DI EVASIONE È IL PIÙ ALTO D’EUROPA (26 MILIARDI DI IVA NON RISCOSSA…)