1. MISTERI D’ITALIA - PERCHÉ NESSUN GIORNALONE SI CHIEDE COME FA GUIDO CROSETTO A MILITARE IN UN PARTITO, BRACCIO DESTRO E DEUS EX MACHINA DI GIORGIA MELONI, E CONTEMPORANEAMENTE A RICOPRIRE IL RUOLO DI PRESIDENTE DELL’AIAD, LA FEDERAZIONE CHE RAPPRESENTA LE AZIENDE ITALIANE PER L’AEROSPAZIO, LA DIFESA E LA SICUREZZA?
2. CROSETTO-UNO LA MATTINA VA AD ‘’ISTRUIRE” POLITICAMENTE LA DUCETTA, E NEL POMERIGGIO SBUCA CROSETTO-DUE CHE VA ALL’AIAD A REDIGERE E PRESENTARE RAPPORTI E POSIZIONI INDUSTRIALI AI VARI DICASTERI GOVERNATIVI E AD OGNI ORGANIZZAZIONE ISTITUZIONALE ESTERA

Condividi questo articolo


DAGOREPORT

GUIDO CROSETTO E GIORGIA MELONI GUIDO CROSETTO E GIORGIA MELONI

 

L’altro giorno Ernesto Galli della Loggia, in un fondo sul Corriere, ha rilanciato la pregiudiziale antifascista contro Fratelli d’Italia: ‘’Se la destra di FdI vuole davvero governare il Paese, deve dire parole chiare sull’incompatibilità tra fascismo e sistema democratico-liberale. Lo richiedono la nostra storia, i principi della nostra Costituzione, le alleanze e le amicizie internazionali che vogliamo mantenere. Lo richiede la possibilità di diventare domani classe dirigente del Paese. È su questo terreno che Fratelli d’Italia è chiamata a misurarsi“.

 

guido crosetto e giorgia meloni guido crosetto e giorgia meloni

E pronta è arrivata la replica di Guido Crosetto. In un’intervista a ‘’Libero’’ ha spiegato che FdI è un partito nuovo, che mai ha flirtato con gli estremisti di destra. “A parte il fatto che chi parla di fascismo nel 2021 sovrappone l’ideologia col giudizio storico e sociale su un periodo drammatico, FdI nulla ha a che fare col fascismo. Siamo un partito nuovo. Non c’è nessuno, qui, che pensa che il fascismo possa essere punto di riferimento cultural-politico”.

 

Aiad Aiad

 

E poi ancora Crosetto ha sottolineato che “perfino quando FdI era all’1%, sul crinale della sopravvivenza, nessuno ha mai accettato coinvolgimenti con estremisti… e il nostro candidato sindaco a Roma, Michetti, attaccato soltanto per aver detto che il saluto romano viene prima del fascismo mi parte un’assurdità…”.

 

guido crosetto giorgia meloni ignazio la russa guido crosetto giorgia meloni ignazio la russa

E qui il gigantesco Crosetto, 57 anni, da Cuneo, nato politicamente democristiano, poi berlusconiano e infine fondatore di Fratelli d’Italia, quindi tutor, braccio destro e deus ex machina di Giorgia Meloni, che si assegnò in modalità Oscar Giannino una laurea in Economia e Commercio mai conseguita, continua a sbattere contro un conflitto di interessi grande quanto Montecitorio.

 

gianni de gennaro guido crosetto foto di bacco gianni de gennaro guido crosetto foto di bacco

Perché nessuno si chiede come fa il buon Guido a militare in un partito e contemporaneamente a ricoprire il ruolo, lautamente retribuito, di presidente dell’AIAD, la Federazione, membro di Confindustria, che rappresenta le Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza.

 

E che accoglie nel proprio ambito la quasi totalità delle imprese nazionali, ad alta tecnologia, che esercitano attività di progettazione, produzione, ricerca e servizi nei comparti: aerospaziale civile e militare, comparto navale e terrestre militare e dei sistemi elettronici ad essi ricollegabili.

 

giorgia meloni donald trump giorgia meloni donald trump Giorgia Meloni e Steve Bannon Giorgia Meloni e Steve Bannon

L’AIAD, si legge sul sito,  mantiene stretti e costanti rapporti con organi e istituzioni nazionali, internazionali o in ambito NATO al fine di promuovere, rappresentare e garantire gli interessi dell’industria che essa rappresenta. Significativa l'attività svolta a riguardo dal NIAG (NATO Industrial Advisory Group) garantita attraverso i propri esperti.

 

Crosetto, presidente Aiad Crosetto, presidente Aiad

L’AIAD è inoltre membro, in rappresentanza dell’industria italiana, dell’equivalente Associazione Europea (ASD). In questo contesto è l’interfaccia di riferimento di tutte le Istituzioni nazionali ed estere per il coordinamento di ogni iniziativa in cui ci sia necessità di rappresentare gli interessi nazionali del comparto.

crosetto meloni crosetto meloni

 

Insomma, la mattina spunta Crosetto-Uno che va ad ‘’istruire” politicamente Giorgia Meloni, aprendole le porte di importanti personaggi, dal sottosegretario di Stato del Vaticano il cardinale Pietro Parolin a Enrico Letta, dalla partecipazione a un’importante Convention repubblicana presente anche Trump a Steve Bannon; e nel pomeriggio sbuca Crosetto-Due che va all’Aiad a redigere e presentare rapporti e posizioni industriali ai vari dicasteri governativi e ad ogni altra organizzazione istituzionale estera.

 

Guido Crosetto Guido Crosetto

Una incompatibilità per il suo ruolo nella Federazione che riunisce le aziende del comparto difesa, aerospazio e sicurezza, nominato all’epoca dal ministro della Difesa Pinotti, che aveva già spinto nel 2018 il braccio destro di Giorgia Meloni di lasciare Montecitorio.

 

Un addio alla Camera a soli due mesi dall'investitura a parlamentare della Repubblica, che Crosetto  giustificò con un lapidario: “I motivi? Personali”. Saranno anche motivi personali ma ciò non cancella il fatto che continua tranquillante a fare politica in aperto conflitto d’interessi.

Crosetto, presidente Aiad Crosetto, presidente Aiad crosetto - afghanistan crosetto - afghanistan Crosetto Meloni Crosetto Meloni

guido crosetto e gaia saponaro guido crosetto e gaia saponaro GUIDO CROSETTO E GIORGIA MELONI GUIDO CROSETTO E GIORGIA MELONI giorgia meloni enrico letta giorgia meloni enrico letta GIORGIA MELONI VIKTOR ORBAN GIORGIA MELONI VIKTOR ORBAN giuseppe conte con giorgia meloni atreju 2019 1 giuseppe conte con giorgia meloni atreju 2019 1 guido crosetto giorgia meloni guido crosetto giorgia meloni GIORGIA MELONI E STEVE BANNON GIORGIA MELONI E STEVE BANNON guido crosetto con la moglie gaia saponaro guido crosetto con la moglie gaia saponaro

 

Condividi questo articolo

politica

ORA D’ARIA? ORA D’AMORE! - ANCHE I DETENUTI HANNO BISOGNO DI SCOPARE! IL GOVERNO NON RIMANE INDIFFERENTE E STANZIA 28,3 MILIONI DI EURO PER LE “RELAZIONI AFFETTIVE DEI CARCERATI” (ORA SI CHIAMANO COSÌ). IL FINANZIAMENTO SERVIRÀ PER METTERE UN PREFABBRICATO IN UNA CASA CIRCONDARIALE DI OGNI REGIONE: VENTI “CASETTE DELL’AMORE” DOVE I DETENUTI SARANNO LIBERI DI SFOGARE I PROPRI ISTINTI CON LA PROPRIA CONSORTE O AMANTE (ANCHE OCCASIONALE). INSOMMA, UNA SPECIE DI CASINO LEGALIZZATO…

PURGHE PUTINIANE – “MAD VLAD” È SEMPRE PIÙ INCAZZATO PER GLI SCHIAFFONI CHE STA RIMEDIANDO IN UCRAINA, E HA TROVATO I CAPRI ESPIATORI PERFETTI: I GENERALI! GLI ULTIMI A ESSERE FATTI FUORI SONO SERGEJ KISEL, COMANDANTE DELLE FORZE OCCIDENTALI, ACCUSATO DEL RITIRO DA KHARKIV, CHE SAREBBE STATO DESTITUITO O ADDIRITTURA ARRESTATO, E L’AMMIRAGLIO IGOR OSIPOV, COMANDANTE DELLA FLOTTA DEL MAR NERO E RESPONSABILE DELLA FIGURA DI MERDA DELL’AFFONDAMENTO DELL’INCROCIATORE MOSKVA - IL PROSSIMO SARÀ IL CAPO DI STATO MAGGIORE GERASIMOV?