NIKKI HALEY SI GIOCA L’UNICA CARTA CHE PUÒ CONTRO QUEI DUE VECCHI RIMBA DI BIDEN E TRUMP: L’ETÀ! – L’EX GOVERNATRICE DELLA SOUTH CAROLINA, 52ENNE, COMMENTA IL RAPPORTO DEL PROCURATORE SPECIALE, ROBERT HUR, SULLA MEMORIA DEL PRESIDENTE: “DOVREBBE SOSTENERE SUBITO UN TEST DI COMPETENZA MENTALE E RENDERLO PUBBLICO. TRUMP? SE BIDEN SI DIFENDE CON LA VECCHIAIA E LA SMEMORATEZZA, TRUMP PUÒ FACILMENTE FARE LA STESSA AFFERMAZIONE…”

-

Condividi questo articolo


HALEY, BIDEN FACCIA TEST MENTALE E LO RENDA PUBBLICO

NIKKI HALEY NIKKI HALEY

(ANSA) - "Joe Biden non riesce a ricordare gli eventi più importanti della sua vita, come quando era vicepresidente o quando è morto suo figlio. Questo è triste, ma lo sarà ancora di più se alla Casa Bianca avremo una persona che non è mentalmente all'altezza del compito più importante del mondo.

 

Joe Biden dovrebbe sostenere immediatamente un test di competenza mentale e dovrebbe condividerlo con il pubblico": la candidata presidenziale repubblicana Nikki Haley attacca Biden su X dopo che il procuratore speciale Robert Hur, pur non raccomandando accuse per la sua gestione incauta di documenti classificati, lo ha dipinto come un uomo anziano e smemorato, che non ricorda date essenziali della sua vita.

 

joe biden. joe biden.

Ma Haley estende la critica anche a Donald Trump e ai presunti doppi standard: "il doppio standard è evidente. Sia Joe Biden che Donald Trump sono stati sconsiderati con i documenti riservati. Se la difesa di Biden è la vecchiaia e la smemoratezza, Trump può facilmente fare la stessa affermazione.

 

Trump dovrebbe assumere rapidamente gli avvocati di Biden". Anche la sua campagna cavalca il tema nei messaggi per la raccolta fondi: "potete dire la differenza tra Egitto e Messico o tra Nancy Pelosi e Nikki Haley? Biden e Trump non ci riescono, e io penso che l'America possa fare meglio", afferma, riferendosi alle gaffe dei due leader.

 

DONALD TRUMP DONALD TRUMP

'JILL BIDEN SEMPRE PIÙ SCHERMO PRESIDENTE, PRIORITÀ TUTELARLO'

(ANSA) - Proteggere Joe Biden e la sua famiglia. E' questa la priorità della First Lady Jill Biden, impegnata in prima linea a fare da schermo al marito sempre più nell'occhio del ciclone per la sua età e le sue gaffe.

 

Chi lavora alla Casa Bianca, riporta il New York Times, è perfettamente consapevole dell'influenza e del controllo esercitato dalla First Lady con l'obiettivo di proteggere il marito. Nel gennaio 2022 dopo che il presidente si era intrattenuto in una conferenza stampa di due ore, Jill Biden aveva partecipato a un incontro con i consiglieri del presidente e li aveva incalzati sul perché nessuno erano intervenuto per fermarlo e su dove fosse la persona incaricata di mettere fine alla conferenza stampa. Critiche che avevano spinto i consiglieri di Biden a chiederle scusa per non essere intervenuti.

 

joe e jill biden con il loro cane commander joe e jill biden con il loro cane commander

Le lunghe conferenze stampa così come i fuori programma con risposte improvvisate sono il tallone di Achille del presidente, il momento in cui scivola in gaffe. "Ho visto Joe da vicepresidente e quanto è stata dura. Ma quando vedo quello che fa ora, è veramente molto", aveva detto Jill Biden in un'intervista al New York Times lo scorso anno. Tutto questo - aveva spiegato - vale però la pena per cercare di fermare il ritorno di Donald Trump alla Casa Bianca.

joe e jill biden alle hawaii joe e jill biden alle hawaii JOE BIDEN IN SOUTH CAROLINA JOE BIDEN IN SOUTH CAROLINA SUPPORTER NIKKI HALEY SUPPORTER NIKKI HALEY joe biden south carolina. joe biden south carolina. joe biden. joe biden. joe biden - primarie democratiche in nevada joe biden - primarie democratiche in nevada joe biden. joe biden. joe biden. joe biden. NIKKI HALEY - PRIMARIE REPUBBLICANE IN NEVADA NIKKI HALEY - PRIMARIE REPUBBLICANE IN NEVADA NIKKI HALEY NIKKI HALEY

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…