PERCHÉ BOSSI NON HA PRONUNCIATO UNA SOLA PAROLA SULLA MORTE DI MARONI? – IL SENATUR NON ERA PRESENTE AI FUNERALI DI BOBO PER MOTIVI DI SALUTE (È RICOVERATO IN OSPEDALE A VARESE PER UN’ULCERA GASTRICA) MA POTEVA INVIARE UN MESSAGGIO DI CORDOGLIO. E INVECE, NIENTE – LA RABBIA DEI MILITANTI VERSO SALVINI, CHE HA CONVOCATO IL CONSIGLIO FEDERALE A POCHE ORE DI DISTANZA DALLE ESEQUIE: “OGGI, CI SAREBBE STATO MEGLIO IL SILENZIO…”

-

Condividi questo articolo


roberto maroni umberto bossi 2 roberto maroni umberto bossi 2

Estratto dell’articolo di Marco Cremonesi per il “Corriere della Sera”

 

[…] Nella luminosa mattinata varesina si sente forte l'affetto per il cofondatore della Lega. Ma anche la rabbia di tanti per una Lega che lo aveva messo da parte: anche il fatto che il consiglio federale sia stato convocato da lì a poco viene considerato, nel giorno del funerale, un'indelicatezza: «Oggi ci sarebbe stato meglio il silenzio» dice un leghista prima di avviarsi verso via Bellerio a Milano. Ma che qui Salvini non giochi in casa si misura dal freddo applauso al suo arrivo.

 

bossi salvini maroni bossi salvini maroni

E poi, non c'è il fondatore Umberto Bossi, che fin qui non ha pronunciato una sola parola per la scomparsa del compagno di tante scorribande padane e di tanti anni. Un silenzio inspiegabile al punto da far dubitare a molti che «l'Umberto» ne sia stato informato: ma il promotore del Comitato Nord Paolo Grimoldi garantisce. […]

umberto bossi roberto maroni 1 umberto bossi roberto maroni 1 MARONI BOSSI MARONI BOSSI giuseppe leoni umberto bossi roberto maroni giuseppe leoni umberto bossi roberto maroni roberto maroni umberto bossi roberto maroni umberto bossi roberto maroni e umberto bossi roberto maroni e umberto bossi umberto bossi roberto maroni 1 umberto bossi roberto maroni 1 roberto maroni umberto bossi 2 roberto maroni umberto bossi 2 roberto maroni umberto bossi 3 roberto maroni umberto bossi 3 umberto bossi roberto maroni umberto bossi roberto maroni

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT – GIORGIA MELONI HA DECISO DI TAGLIARE DEFINITIVAMENTE LE VECCHIE RADICI (EURO-SCETTICISMO E SOVRANISMO): STA TRATTANDO UN’ALLEANZA TRA IL SUO GRUPPO ECR, CONSERVATORI E RIFORMISTI, E IL PPE IN VISTA DELLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2024 – A NEGOZIARE CON BRUXELLES CI PENSA IL MINISTRO DEGLI ESTERI, ANTONIO TAJANI, GRANDE AMICO DEL PRESIDENTE DEL PPE MANFRED WEBER (BERLUSCONI, CHE SOGNAVA DI TRAGHETTARE GLI EX MISSINI NEL SALOTTO DEMOCRATICO EUROPEO, E' STATO SCAVALCATO) - NUOVO RAPPORTO TRA GIORGIA E URSULA CHE SOGNA LA RICONFERMA COME PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE – L’OSTACOLO POLACCO E I SOCIALISTI FIACCATI DAL QATARGATE

SAPETE QUAL ERA IL MITO DI GIORGIA MELONI AI TEMPI DEL LICEO? MICHAEL JACKSON -  A “UN GIORNO DA PECORA” LE RIVELAZIONI DI UNA EX COMPAGNA DEL LICEO DELLA DUCETTA: “IL SUO BRANO PREFERITO ‘MAN IN THE MIRROR’. A 16 ANNI, ANDAMMO A UN SUO CONCERTO A ROMA. PRIMA PROVAMMO A VEDERLO SOTTO L’HOTEL IN CUI SOGGIORNAVA, LEI ERA EMOZIONATISSIMA – A SCUOLA LA CHIAMAVAMO PER COGNOME, ‘LA MELONI’. ERA L’UNICA CHE DOVEVA LAVORARE PER AIUTARE A CASA. MA ERA UNA SECCHIONA “AVEVA LA MEDIA DEL 9”

“PURTROPPO SONO STATO SCELTO PER RIMANERE. NON CAPISCO IL MOTIVO DELLA MIA VITA" - NEL GIORNO DELLA MEMORIA PARLA IL SOPRAVVISSUTO ALLA SHOAH SAMI MODIANO: "QUANDO ERO PRIGIONIERO A BIRKENAU DIVERSE VOLTE SAREI DOVUTO ENTRARE NELLE CAMERE A GAS E PER UN MOTIVO O L'ALTRO NON SONO ENTRATO. HO PROVATO UN SENSO DI COLPA, MI DICEVO: MA COME, HAI LASCIATO TUTTI DALL'ALTRA PARTE E SEI RIMASTO QUI?" - IL RICORDO DELLA SUA VISITA A BIRKENAU E LO STRAZIANTE DOCUMENTARIO DI WALTER VELTRONI “TUTTO DAVANTI A QUESTI OCCHI" (VIDEO)