PERCHÉ LA RUSSIA NON ACCUSA IL CONTRACCOLPO DELLA GUERRA? A DIFFERENZA DEGLI STATI OCCIDENTALI, CHE SONO “PROGETTATI” PER PROMUOVERE GLI INTERESSI DEI CITTADINI, LA SOCIETÀ RUSSA E' PIEGATA AGLI INTERESSI DI UNO STATO BELLIGERANTE – LA SOTTOMISSIONE (E IL SOSTEGNO) DEL POPOLO RUSSO È IL MOTIVO PER CUI PUTIN PUO' MOBILITARE TRUPPE PER LA GUERRA CON FACILITÀ, RIUSCENDO A MANTENERE ALTO IL SOSTEGNO PUBBLICO NONOSTANTE LA CARNEFICINA...

-

Condividi questo articolo


Traduzione dell'articolo di Anastasia Edel per www.theatlantic.com

 

vladimir putin vladimir putin

Il 12 giugno la Russia celebra il suo Giorno dell'Indipendenza. La commemorazione fu istituita dal presidente Boris Eltsin nel 1992 con un'alzata di spalle collettiva: "Da chi ha dichiarato l'indipendenza la Russia?", si chiedeva la gente. Ma all'inizio degli anni 2000, il presidente Vladimir Putin ha elevato la giornata a una grande celebrazione nazionale […].

 

Negli ultimi due anni, il "Giorno della Russia", come è meglio conosciuto, è andato oltre le rievocazioni di storiche vittorie militari per celebrare l'invasione in corso dell'Ucraina, con aste di beneficenza e raduni automobilistici a sostegno delle truppe, e flash mob per mostrare l'unità nazionale con un hashtag che si traduce in #WeAreRussiaWeAreTogether.

 

GUERRA IN UCRAINA - ZELENSKY VS PUTIN - MEME BY GIAN BOY GUERRA IN UCRAINA - ZELENSKY VS PUTIN - MEME BY GIAN BOY

Propaganda a parte, la Russia sembra sorprendentemente unita. Nonostante il pesante tributo di vite umane della guerra, stimato dall'Intelligence della Difesa del Regno Unito in 500.000 unità, e il quasi totale isolamento dall'Occidente, la società russa non si è disfatta. Al contrario, sembra funzionare meglio di prima della guerra e mostra chiari segni di una coesione sociale un tempo sfuggente.

 

Una spiegazione di questo paradosso - la prosperità nazionale in mezzo alla calamità - è che, a differenza degli Stati occidentali, che sono progettati per promuovere gli interessi dei loro cittadini, la società russa opera con un unico scopo: servire gli interessi del suo Stato belligerante.

 

vladimir putin fucile vladimir putin fucile

Il governo russo, una rigida autocrazia da quando la nazione è emersa dal dominio mongolo nel XV secolo, compresi sette decenni di totalitarismo nel XX secolo, non ha mai avuto un'effettiva separazione dei poteri. Per la maggior parte di questa storia, lo Stato ha concesso poche, se non nessuna, possibilità di dibattito politico o di dissenso, e il sistema giudiziario ha agito come un mero esecutore degli ordini dei suoi governanti. Durante la mia infanzia, negli ultimi anni dell'Unione Sovietica, a scuola ci veniva inculcato il messaggio che l'individuo e i diritti individuali non contano: ?, il pronome russo che significa "io", è "l'ultima lettera dell'alfabeto", ci veniva detto.

 

guerra in ucraina 5 guerra in ucraina 5

Questa sottomissione al collettivo incarnato dallo Stato russo è il motivo per cui Putin ha potuto mobilitare la società per la guerra con tanta facilità. Prima dell'invasione, un quarto dei russi credeva già che lo Stato avesse il diritto di perseguire i propri interessi a spese dei diritti individuali. A più di due anni dalla carneficina, il sostegno pubblico alla guerra in Ucraina si attesta su una media del 75%. Chi dovrebbe fermare l'autocrate russo?

 

putin putin

In tempo di pace, il conformismo, il nepotismo, uno stato di diritto debole e la corruzione non ispirano l'innovazione e l'iniziativa necessarie per il progresso economico. Ma quando arriva la guerra, la Russia inizia improvvisamente a ronzare. Le stesse cose che ostacolano la Russia in pace - la rigidità del suo autoritarismo, il suo sistema di governo centralizzato e dall'alto verso il basso, il suo apparato di repressione e la sua economia di comando - diventano vantaggi durante i periodi di conflitto, perché permettono al governo di mobilitare rapidamente e spietatamente la società e l'industria per il suo sforzo bellico, compensando l'arretratezza tecnologica e l'atomizzazione sociale che altrimenti caratterizzano il Paese.

guerra in ucraina 1 guerra in ucraina 1

Per lo Stato, la guerra è la sua ragion d'essere: proteggere i russi dai nemici. In altre parole, la Russia è fatta per la guerra. Il rinnovato vigore della Russia è evidente: Nel 2023, il PIL è cresciuto del 3,6%, grazie alle spese militari del governo; si prevede che la crescita continuerà ad aumentare nel 2024.

 

La fuga di capitali dall'economia è finalmente terminata, consentendo a Putin di portare avanti grandiosi progetti infrastrutturali. Invece degli scaffali vuoti previsti dai commentatori stranieri, i russi continuano a gustare i loro prodotti preferiti - con nomi nazionali - grazie agli insider del Cremlino che acquistano o sequestrano le attività delle aziende occidentali che hanno lasciato il mercato russo dopo l'invasione.

 

vladimir putin in versione hitler vladimir putin in versione hitler

I dubbi schemi che aggirano le sanzioni economiche hanno anche permesso alla Russia di rifornirsi di tecnologie e componenti strategici, compresi quelli di cui ha bisogno per i suoi armamenti, e questo a sua volta ha creato lucrose opportunità commerciali per gli imprenditori russi.

 

Il Paese è pieno di soldi: I redditi sono aumentati in tutti i settori. Il salario per chi si arruola in Ucraina è almeno otto volte superiore alla media nazionale. Le somme forfettarie da versare ai feriti - o, per i caduti in battaglia, ai loro parenti - sono sufficienti a consentire l'acquisto di appartamenti, automobili e beni di consumo prima inaccessibili. I media russi, ufficiali e non, sono pieni di storie come quella di Alexei Voronin, che non si pente di aver combattuto in Ucraina nonostante abbia perso parte di un piede. "Ora ho tutto", dice,  […]. Sua madre concorda sul fatto che il figlio è fortunato: "ha solo calpestato una mina", mentre molti dei suoi compagni sono stati uccisi.

guerra in ucraina 2 guerra in ucraina 2

 

Anche la situazione al fronte è migliorata rispetto all'anno scorso. I volontari continuano a firmare per combattere in Ucraina senza che Putin debba ordinare un'altra mobilitazione. Rispetto alle prospettive dei soldati all'inizio dell'invasione, le possibilità di sopravvivenza sono ora molto più alte: le forze armate russe dispongono di armi e rifornimenti migliori, grazie anche alla disponibilità dei civili dell'industria delle munizioni a lavorare a turni 24 ore su 24 per produrre proiettili d'artiglieria e droni, superando la produzione ucraina e occidentale. “Per i nostri ragazzi” e “Vinceremo!”, recitano i graffiti sui missili e sulle bombe russe che stanno distruggendo Kharkov e altre città e paesi ucraini.

 

vladimir putin fucile vladimir putin fucile

Questa fiducia non è solo sciovinismo . Dopo aver rimescolato i suoi comandanti e migliorato la logistica, Mosca ha guadagnato terreno in Ucraina, neutralizzando la controffensiva dello scorso anno. Le unità russe hanno anche imparato a disturbare i sistemi satellitari occidentali e le armi ad alta precisione.

 

Nel frattempo, la Russia ha ampliato il teatro di guerra a suo vantaggio. Ha organizzato con successo operazioni di sabotaggio in Europa. Ha aumentato la sua influenza in Africa: dopo aver assorbito la forza paramilitare Wagner nelle sue forze armate ufficiali, Mosca ha rafforzato le sue relazioni con vari governi e signori della guerra locali. Autoproclamatasi leader nella lotta globale contro l'egemonia americana, la Russia ha corteggiato con successo regimi ostili agli Stati Uniti in tutto il mondo, tra cui l'Iran e la Corea del Nord, oltre a Paesi apparentemente neutrali come Cina, India, Ungheria e Brasile. La Russia è tutt'altro che isolata dal punto di vista diplomatico.

putin putin

 

L'indice di gradimento di Putin rimane alto. Con la propaganda del Cremlino che lo dipinge come un presidente in guerra che difende la Russia dalla NATO e dall'Occidente, il presidente russo ha aumentato il numero dei suoi sostenitori. Il leader dell'opposizione Alexei Navalny è morto; altri dissidenti sono stati esiliati, imprigionati o uccisi, per cui non è possibile far passare punti di vista o narrazioni alternative. Invece di protestare contro una guerra che, per molti, sta letteralmente uccidendo i loro parenti - circa 11 milioni di russi avevano parenti in Ucraina all'inizio dell'invasione - oggi i giovani russi si mettono in fila per ammirare i carri armati catturati dalla NATO e si accalcano ai concerti di cantanti patriottici, dove intonano "Russia" con un'esultanza quasi religiosa. Almeno una parte di questo fervore sembra genuino. Più della metà dei russi si dichiara fiduciosa che il proprio Paese si stia muovendo nella giusta direzione.

parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 10 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 10

 

La Russia non è certo l'unica a godere di un potente movimento di unità nazionale nella lotta contro una minaccia esterna percepita. Ciò che è specificamente russo è che i suoi leader autocratici posizionano sempre la loro aggressione come difesa, e il popolo russo invariabilmente la asseconda.

 

VLADIMIR PUTIN VLADIMIR PUTIN

I principi della Moscovia medievale si impadronivano dei territori vicini con il pretesto di "riunire le terre russe". Gli zar del XVIII e XIX secolo ampliarono questa pretesa difesa della Madre Russia fino a includere la Crimea, i Paesi Baltici, la Finlandia, la Polonia e il Caucaso. Nel XX secolo, i bolscevichi "difesero le conquiste della Rivoluzione" nelle province dell'impero russo che avevano dichiarato la loro indipendenza, costringendole a tornare all'ovile sotto il giogo comunista.

parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 9 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 9

 

L'auto-mitologia dell'offesa come difesa del Cremlino è stata favorita da due grandi invasioni: quella napoleonica all'inizio del 1800 e quella nazista negli anni Quaranta. Questi esercizi di resistenza nazionale sono costati milioni di vite - eppure la versione ufficiale sostiene che proprio questo sacrificio sia ciò che ha reso grande la Russia.

 

Putin ha continuato la tradizione sotto una nuova gestione, combattendo guerre imperialiste in Cecenia, Georgia e ora in Ucraina. Per decenni, la sua macchina propagandistica ha sfruttato il trauma reale dell'invasione nazista per sostenere la finzione che tutto il male viene in Russia dall'Occidente, che invidia la grandezza e le risorse della Russia, e che quindi è dovere di ogni russo sollevarsi e combatterlo.

VLADIMIR PUTIN VLADIMIR PUTIN

 

Se si vive all'interno di questa Fortezza Russia, come facevo io quando era Unione Sovietica, la sensazione di essere assediati è quasi impossibile da fuggire. Al campo estivo, i nostri giochi includevano cose come "trovare e disarmare" i sabotatori che si erano infiltrati per avvelenare la nostra cena o rubare la nostra bandiera.

 

A scuola e durante le parate natalizie, cantavamo frasi come "Siamo gente pacifica, ma il nostro treno blindato è pronto!". La paranoia si è attenuata nel periodo della perestrojka alla fine degli anni '80 ed è rimasta di bassa intensità fino alla dissoluzione dell'URSS negli anni '90, ma non è mai morta. Il fatto che oggi la Russia sia in grado di produrre 3 milioni di proiettili d'artiglieria all'anno significa che anche durante gli anni apparentemente democratici successivi alla fine della Guerra Fredda, non ha fatto molto per smantellare la sua capacità militare.

parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 14 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 14

 

La guerra di Putin in Ucraina sta imponendo un tributo maggiore di quello che la Russia ha sperimentato in molti decenni. Putin sta ipotecando il futuro della Russia e del suo popolo per combattere la sua guerra coloniale. Un terzo del bilancio statale russo è ora dedicato a questo sforzo, che in gran parte consiste semplicemente nel far piovere fuoco sui campi di battaglia dell'Ucraina. Questi soldi non saranno spesi per scuole, ospedali o servizi sociali. Mezzo milione di giovani giacciono morti in bare di zinco o seduti su sedie a rotelle. I civili stanno pagando la loro acquiescenza con la completa sottomissione della società civile, l'assenza di libertà di parola e le severe restrizioni ai viaggi. Tuttavia, qualsiasi aspettativa che i russi possano prima o poi ritenere il loro governo responsabile di tutto questo è sbagliata. In Russia, il dolore fa parte dell'accordo.

VLADIMIR PUTIN VLADIMIR PUTIN

 

Questa simbiosi tra uno stato marziale e un popolo obbediente è una cattiva notizia per il mondo libero. Significa che Putin è riuscito a mobilitare la Russia per realizzare i suoi sogni di dominio, e la Russia può indulgere nella sua mania espansionistica all'infinito, in particolare perché la risposta occidentale è ostacolata dalla paura dell'escalation.

 

L'Occidente deve prendere sul serio questa minaccia e reagire. E qui, può imparare una lezione diversa dalla storia russa.

 

Come scoprirono Napoleone e Hitler, portare un conflitto sul suolo russo può avere un costo devastante. Ma la sconfitta in una guerra oltre i suoi confini può essere fatale per i governanti di Mosca. Solo quando si trovano di fronte a questo tipo di disastro militare e umiliazione le autocrazie russe barcollano e crollano: già danneggiata dai suoi fallimenti nella guerra di Crimea del 1853-56 e nella guerra russo-giapponese del 1904-05, che costrinse Nicola II a concedere un parlamento e una costituzione, la dinastia dei Romanov non riuscì a resistere alla catastrofe della prima guerra mondiale; l'umiliazione della potente Armata Rossa in Afghanistan negli anni '80 si rivelò uno dei chiodi nella bara dell'URSS.

VLADIMIR PUTIN - AGENTI DELL FSB - SERVIZI SEGRETI RUSSI VLADIMIR PUTIN - AGENTI DELL FSB - SERVIZI SEGRETI RUSSI

 

Un anno fa Putin sopravvisse alla ribellione del leader wagneriano Yevgeny Prigozhin; da allora, l'esercito russo ha recuperato la sua posizione e il governo di Putin si è stabilizzato. Ma se l'Ucraina inizia ad alzare la testa, la narrazione di Putin come grande difensore della Russia non reggerà più e il cambio di regime diventerà di nuovo possibile.

VLADIMIR PUTIN VLADIMIR PUTIN

 

Fino ad allora, la sicurezza mondiale sarà sempre a rischio a causa della "nazione dei vincitori", come la Russia ama definirsi. Nel frattempo, per i russi stessi, l'indipendenza che viene loro detto di celebrare il 12 giugno è semplicemente un giuramento di fedeltà a uno stato che li tratta come beni usa e getta dei suoi progetti imperialisti.

vladimir putin alla parata della vittoria vladimir putin alla parata della vittoria parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 11 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 11 vladimir putin discorso alla parata della vittoria 2024 vladimir putin discorso alla parata della vittoria 2024 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 20 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 20 vladimir putin discorso alla parata della vittoria 2024 7 vladimir putin discorso alla parata della vittoria 2024 7 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 2 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 2 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 3 parata della vittoria a mosca 9 maggio 2024 3 VLADIMIR PUTIN VLADIMIR PUTIN

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE