PORRO CI HA PRESO GUSTO A DIFFONDERE I VIDEO DI GIORGIA MELONI – DOPO IL KARAOKE DELLA FESTA DI SALVINI, IL GIORNALISTA PUBBLICA IL FILMATO DELLA PREMIER CHE INCONTRA I PARENTI DELLE VITTIME DEL NAUFRAGIO DI CUTRO – ALTRO CHE INFURIATE, NELLE IMMAGINI SI VEDONO LE PERSONE CHE CHIEDONO UN SELFIE A “IO SONO GIORGIA” – PORRO: “PER QUANTO FERITI DAL DOLORE NON SEMBRANO IMPUTARE A MELONI DI AVERE LA MORTE DI LORO CARI SULLA COSCIENZA.…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Giuseppe De Lorenzo per www.nicolaporro.it

 

giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 1 giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 1

E meno male che i parenti delle vittime della tremenda tragedia di Cutro dovevano essere infuriati con Giorgia Meloni. Lo abbiamo letto nei resoconti che si susseguono da settimane sui giornali: la rabbia dei parenti, “ci aspettavamo un omaggio alle bare”, “ci hanno lasciati soli al nostro dolore”. Grandi intellettuali e politici di sinistra ci hanno marciato sopra. Eppure… eppure quanto successo ieri a Palazzo Chigi racconta una storia diversa, decisamente differente, e smentisce in lungo e in largo simili ricostruzioni.

giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 0 giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 0

 

Lo dimostrano le immagini. Un breve filmato, che Nicolaporro.it può pubblicare in esclusiva, mostra infatti i parenti delle vittime (invitati dal governo per un incontro riservato) chiedere al premier di posare per loro in alcuni selfie. I volti sono distesi. Il clima sereno. Ora, tutto si può dire e ogni interpretazione è possibile. Ma pare difficile immaginare che persone “infuriate” con la Meloni possano voler conservare nel telefono un ricordo dell’incontro con lei. Giusto?

giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 2 giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 2

 

Giusto. Infatti chi c’era a quell’incontro racconta di una premier molto emozionata mentre ascoltava i racconti dei superstiti, portati a Palazzo Chigi da alcuni bus della polizia. “Da parte sua c’è stato un forte carico emotivo – racconta all’Ansa uno dei presenti – Ci ha chiesto delle nostre sofferenze e quando le abbiamo raccontate si è messa a piangere. È stata molto partecipativa. Chi voleva raccontare la propria storia ha potuto farlo”. […]

 

giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 3 giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 3

Beh: non solo le ricostruzioni fornite dalla Guardia Costiera su quelle ore smentiscono tanti affrettati teoremi; ma i selfie a margine dell’evento a Palazzo Chigi reprimono anche ogni possibile illazione. Quegli uomini e quelle donne, per quanto feriti dal dolore, non sembrano imputare a Meloni di avere la morte di loro cari sulla coscienza. A differenza di quanto sostiene la sinistra.

giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 5 giorgia meloni e i selfie con i parenti delle vittime di cutro 5 GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI A CUTRO GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI A CUTRO giorgia meloni a cutro giorgia meloni a cutro

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...