POSTA! - GIUSEPPE CONTE: "LA COERENZA HA UN COSTO ALTO". A PROPOSITO DI COERENZA, RICAPITOLIAMO IL SUO PERCORSO POLITICO: NEL 2018 PREMIER DEL GOVERNO M5S-LEGA; NEL 2019 PREMIER DEL GOVERNO M5S-PD; NEL 2021 CAPO POLITICO DEL PARTITO DI MAGGIORANZA RELATIVA DEL GOVERNO DRAGHI; NEL 2022 SI CANDIDA A "PUNTO DI RIFERIMENTO FORTISSIMO" DELLA SINISTRA ESTREMA. PER COMPLETARE IL GIRO DELLE SETTE CHIESE, IN FUTURO POTREBBE ALLEARSI A GIORGIA MELONI. E POI? POI POTREBBE RICOMINCIARE IL GIRO...

-

Condividi questo articolo


Riceviamo e pubblichiamo:

ACCORDO LETTA CALENDA MEME ACCORDO LETTA CALENDA MEME

 

Lettera 1

Caro Dago, Pd: "Azione!". E tutti gli attori principali di sinistra scappano, lasciando sul set elettorale Enrico Letta circondato dalle sole comparse di centro con il ragazzino delle bibite in un angolo...

 

Licio Ferdi

 

Lettera 2

Luigi Di Maio: da " Mai col partito di Bibbiano"  a Mai più con quello della villa a Bibbona.

Signoramia

 

Lettera 3

Caro Dago, Nato, Stoltenberg alla Serbia: "Sul Kosovo pronti a intervenire". Come no. Pronti a intervenire qua, gli Usa pronti a intervenire a Taiwan... E poi tutto il mondo è intervenuto in Ucraina, ma sta vincendo Putin.

 

Soset

 

LUIGI DI MAIO PERDE LA MEMORIA SU BIBBIANO - MEME BY OSHO LUIGI DI MAIO PERDE LA MEMORIA SU BIBBIANO - MEME BY OSHO

Lettera 4

Dago darling, se non sbaglio, Di Maio con il suo "Insieme per il futuro", aveva ragranellato un bel gruzzoletto di circa 60 parlamentari. Ora con le nuove elezioni, perderà tutto o col suo nuovissimo "Impegno civico" riuscirà a conquistarne ancora di più? Ossequi

Natalie Paav

 

Lettera 5

caro Dago

Calenda paventa una deriva venezuelana se andasse al governo il Cdx, cosa si dovrebbe dire allora dei 2 passati governi grillini? Abbiamo avuto l'efficienza Svizzera? No, anzi  il Venezuela era già arrivato (Calenda non si era accorto?),  e forse ne siamo anche usciti.

Lorenzo B.

 

Lettera 6

Caro Dago,

 

JENS STOLTENBERG - vertice nato madrid JENS STOLTENBERG - vertice nato madrid

l’ANSA comunica: “l'Esercito popolare di liberazione (Pla) ha "revocato il controllo marittimo e dello spazio aereo al largo della costa orientale dell'isola di Taiwan" con la riuscita delle manovre di lancio missilistiche che "hanno colpito con precisione tutti gli obiettivi". L’acqua!?!

 

Insomma nella sostanza e al di là della guerra globale di informazione e disinformazione, uno spettacolo imponente di fuochi d’artificio per la visita di Nacy Pelosi a Taiwan, quasi un omaggio. Ma soprattutto secondo l’antico adagio partenopeo, per il momento ancora: “le sciabole stanno appese e i foderi combattono”!!

 

SDM

esercitazioni militari cinesi 6 esercitazioni militari cinesi 6

 

Lettera 7

Esimio Dago,

Berlusconi: "Il prossimo governo avrà la possibilità di investire ingenti risorse con soldi che io ho ottenuto in Europa per il nostro Pnrr".

 

Anticipazione del prossimo video promozionale di Berlusconi su Facebook: "Il Monza è la squadra che amo. Per questa ragione, ancora una volta, ho sentito il dovere di scendere in campo e, con i miei gol, ho fatto promuovere il Monza in serie A..."

Bobo

 

esercitazioni militari cinesi 5 esercitazioni militari cinesi 5

Lettera 8

«Ho chiesto condizioni molto stringenti a Letta: no a Di Maio o Fratoianni»

«L’agenda Draghi è un perno irrinunciabile»

«Il reddito di cittadinanza va modificato»

«Il momento delle mediazioni sui contenuti è passato»

«Uno dei problemi della politica italiana è che i protagonisti non hanno mai lavorato un minuto nelle aziende»

«Non me ne frega niente di Fratoianni e Bonelli»

Io mi sono arreso a capire cosa vuole fare Renzi nella vita.

Charlie Calenda è chiaro e simpatico, come sempre (“RadioUno”, 4.8.22, dalle 8 e 30 alle 9).

Giuseppe Tubi

NICOLA FRATOIANNI GIUSEPPE CONTE ELLY SCHLEIN NICOLA FRATOIANNI GIUSEPPE CONTE ELLY SCHLEIN

 

Lettera 9

Caro Dago, Berlusconi: "Non farò il presidente del Consiglio né del Senato"... Quirinale?

 

Giacomo Francescatti

 

Lettera 10

Caro Dago, oggi un giornalone pubblicava un allarmato appello "pochi medici di base, rischio studi chiusi". Il problema in realtà è un altro, la poca voglia di lavorare dei medici di famiglia, chiunque può verificare che lavorano per i pazienti due ore al giorno (?) alternando mattina e pomeriggio. Nei giorni prefestivi...riposo, e il motivo è sconosciuto. Per avere una ricetta solo su watsapp. Ovviamente lo stipendio è da lavoro h 24! Vergogna!

antony blinken antony blinken

FB

 

Lettera 11

Caro Dago,

 

il mercato giallorosso non è finito.

Per contare di più in Europa e nel mondo - una sorta di sistema Moggi per l'estero -, Tiago Pinto, d'intesa con Stoltenberg, che vuole la Nato tutta per lui, ha offerto a Mario Draghi la carica di direttore generale della A.S. Roma.

 

Giancarlo Lehner

 

Lettera 12

BRUNO TABACCI LUIGI DI MAIO MEME BRUNO TABACCI LUIGI DI MAIO MEME

Caro Dago, Blinken: "Gli Usa contro qualsiasi cambiamento status quo a Taiwan". Disponibili a mandare armi ai cinesi nel caso fosse necessario rimettere in riga l'isola ribelle?

 

Ferguson

 

Lettera 13

Caro Dago, Di Maio: "No a partiti di serie A e B, dignità e rispetto". Di dignità potrebbe parlare se fosse andato a casa dopo i due mandati previsti dai 5 Stelle, suo ex partito. Ma ha preferito fare il furbo cercando di candidarsi con qualcun altro (il Partito di Rignano) e quindi non medita alcun tipo di rispetto.

 

Bug

 

giuseppe conte beppe grillo giuseppe conte beppe grillo

Lettera 14

Quella di distruggere le citta dev'essere una ispirazione di origine marxista. Persiste anche dopo lo svanire del comunismo. Questa sistematica distruzione delle citta ukraine mi ricorda le minacce di un certo comunista nostrano e premier ai tempi in cui nasceva la lega e temevamo che un esercito dal Sud venisse a demolire le città del Nord.

 

Poi, per fortuna, il bolscevico rivolse le sue ambizioni militari contro la Serbia e non ci fu piu motivo d'apprensione per nostre città del Nord un po' leghiste. Ma cio che accade oggi in Ukraina mi ricorda il pericolo che corremmo allora.

> Pelloni Stefano.

 

Lettera  15

carlo calenda 2 carlo calenda 2

Caro Dago, che il PD sia diventato solo un partito di potere lo riconoscono anche i più autorevoli dirigenti (Zanda). Disposto ad entrare in qualsiasi governo pur di esercitare potere.

 

Ma lo spettacolo di questi giorni supera ogni immaginazione ed è semplicemente penoso (ma la gloriosa base ex PCI non ha nulla da dire?) l'inconsistente Letta pur di elemosinare qualche voto utile sta raccogliendo di tutto, come una rete a strascico sul fondo che insieme a qualche pesciolino pesca pure vecchie scarpe. Ma è credibile un leader(ino) così e un partito simile? Penso che gli elettori daranno una risposta a queste domande...

FB

 

Lettera 16

LUIGI ZANDA NICOLA ZINGARETTI LUIGI ZANDA NICOLA ZINGARETTI

Caro Dago,

L'Italia sta pagando pesantemente la corsa al ribasso culturale  che da anni vede competere scuola,stampa e istituzioni. A scuola il trend di non "ferire la sensibilita' degli studenti ed evitare traumi" sforna asinelli  privi di preparazione di base e responsabilita' e riduce gli insegnanti a badanti di ragazzini superficiali ,spesso  a rischio di aggressioni fisiche da parte di genitori che difendono il diritto all'ignoranza dei figli invece di pretendere che la scuola li educhi.

 

La televisione ,i social e la stampa fanno a gara per abbassare il livello culturale del pubblico rendendo noti i pensieri di qualsiasi palestrato tatuato o labbrosaura con chiappe al vento e i dettagli delle loro vita al servizio della nullita' di pensiero.

Assurdamente si trasforma perfino la campagna giusta contro  il body shaming  in un'esaltazione di  "grasso e' bello" ,dimenticando che fino a ieri si metteva in guardia la gente  sovrappeso spiegando quanto e' malsano .

LUIGI DI MAIO - BEPPE GRILLO - GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO - BEPPE GRILLO - GIUSEPPE CONTE

 

Poi ci meravigliamo se i politici stanno a litigare e/o si alleano non su programmi atti a fare crescere il paese,ma sulla difesa ad oltranza dei loro deretani incollati alle poltrone: sono il frutto di una catena di scelte sciagurate che promuovono il qualunquismo,il disprezzo dell'impegno civile,la superficialita' e l'immagine e chi fa informazione e' colpevole se usa l'influenza del mezzo che manipola non per  fare crescere la gente,ma per rimbambirla ogni giorno di piu'.

 

Buona giornata

 

Giovanna Maldasia

 

Lettera 18

Caro Dago,

GIUSEPPE CONTE E LA DEPOSIZIONE DI DRAGHI - BY EDOARDO BARALDI GIUSEPPE CONTE E LA DEPOSIZIONE DI DRAGHI - BY EDOARDO BARALDI

Giuseppe Conte: "Che rapporti può avere il M5S con una forza politica che fa alleanze che vanno da Calenda a Di Maio, è un'ammucchiata in cui non ci potremo mai ritrovare (...) la politica fatta così è tutto e il contrario di tutto (...) la coerenza ha un costo alto..."

 

A proposito di coerenza, ricapitoliamo il percorso politico di Giuseppe Conte: nel 2018 premier del governo M5S-Lega; nel 2019 premier del governo M5S-PD; nel 2021 capo politico del partito di maggioranza relativa del governo Draghi (comprendente tutti i partiti, meno FdI e sinistra estrema); nel 2022 si candida a "punto di riferimento fortissimo" della sinistra estrema. Per completare il giro delle sette chiese, in futuro potrebbe allearsi a Giorgia Meloni. E poi? Poi potrebbe ricominciare il giro...

Gualtiero Bianco

 

 

Condividi questo articolo

politica

DI BATTISTA SCOPRE LE CARTE: “NON MI CANDIDO PERCHÉ TANTI NON MI VOGLIONO, DA GRILLO A FICO - CONTE E' STATO IL PIU' CORRETTO E ONESTO CON ME - POLITICAMENTE OGGI NON MI FIDO DI BEPPE GRILLO CHE FA DA PADRE PADRONE E IO SOTTO DI LUI NON CI STO - MI HANNO IMPEDITO DI FARE IL CAPO POLITICO DEL M5S EVITANDO DI VOTARE, QUANDO NON HANNO NEPPURE VOLUTO PUBBLICARE I VOTI DEGLI STATI GENERALI PERCHÉ IO AVEVO PRESO IL TRIPLO DEI VOTI DI DI MAIO - C'E' CHI SI INFILA IN SEDE PD PER ELEMOSINARE UN SEGGIO, NON SONO COME LORO - CREERÒ UN’ASSOCIAZIONE PER FARE POLITICA DA FUORI…” - IL VIDEO SFOGO DI DI BATTISTA

E’ STATA LA MANO DI GRILLO - LEGGENDO L’INTERVISTA DI CASALINO AL “CORRIERE” SI IMMAGINA CHE LA SUA MANCATA CANDIDATURA SIA FRUTTO DI UN GESTO DI RESPONSABILITÀ: “HO CAPITO CHE LA MIA PRESENZA IN LISTA AVREBBE SCATENATO POLEMICHE E L'ULTIMA COSA CHE VOGLIO È ARRECARE UN DANNO AL MOVIMENTO O A CONTE” - IN REALTÀ LO STOP A CASALINO, CHE DA ANNI SOGNA DI POGGIARE LE SUE NATICHE SULLO SCRANNO DI SENATORE, È ARRIVATO DA BEPPE GRILLO, CHE SI E’ VENDICATO CON CONTE PER IL TRATTAMENTO RISERVATO ALLA SUA COCCA VIRGINIA RAGGI - IL VIDEO CON IL "CHE GUEVARA DI ROMA NORD" SPIEGA LA MANCATA CANDIDATURA