LE PUTINATE DI VANNACCI – LA SECONDA INCHIESTA INTERNA CHE POTREBBE APRIRSI SUL GENERALE, AUTORE DEL LIBRO “IL MONDO AL CONTRARIO”, RIGUARDA GLI ANNI IN CUI L’ALTO UFFICIALE ERA ADDETTO MILITARE DELL’AMBASCIATA ITALIANA IN RUSSIA. I CONTENUTI DI QUESTO FILONE SONO TOP SECRET, MENTRE SONO PUBBLICHE LE TESI FILO-PUTINIANE CONTENUTE NEL VOLUME. VANNACCI HA SEMPRE DETTO DI ESSERE STATO CACCIATO DA PUTIN, NEL MAGGIO 2022. MA LA SUA NON FU AFFATTO UN'ESPULSIONE AD PERSONAM…

-

Condividi questo articolo


ROBERTO VANNACCI ROBERTO VANNACCI

Estratto dell’articolo di Emanuele Lauria e Antonio Fraschilla per “la Repubblica”

 

Doveva insediarsi ieri con il nuovo incarico di capo di stato maggiore nel Comando delle forze operative terrestri, una promozione che per il ministro della Difesa promozione non è: ma Roberto Vannacci, generale scrittore dalle idee controverse, è arrivato in ufficio, a Roma, ed è andato via.

 

È in licenza. E, fa sapere, non ha gradito la comunicazione dell’avvio dell’inchiesta formale per i contenuti del suo libro “Il mondo al contrario”, che dispensa giudizi poco lusinghieri nei confronti di omosessuali, Europa e migranti: frasi che hanno creato non poco imbarazzo anche al ministro Guido Crosetto, che già ad agosto aveva preso nettamente le distanze dalle posizioni «non accettabili».

 

vladimir putin 1 vladimir putin 1

L’attività di Vannacci, nel frattempo, è però finita sotto osservazione anche per altri aspetti: da parte dell’Esercito, si apprende in ambienti della Difesa, si sta indagando anche sugli anni in cui l’alto ufficiale era addetto militare dell’ambasciata italiana in Russia.

 

Si sta valutando se aprire, anche in questo caso, un’inchiesta. I contenuti di questo diverso filone sono top secret .

 

Di certo il generale nel suo libro esprime tesi filo-putiniane, anche se si è difeso dicendo di essere stato cacciato dal leader del Cremlino.

 

In realtà, va detto, non fu un’espulsione ad personam, ma seguì la ritorsione russa dopo l’allontanamento dalle capitali europee dei diplomatici di Mosca.

 

roberto vannacci a quarta repubblica 7 roberto vannacci a quarta repubblica 7

[…] C’è incertezza sui tempi dell’inchiesta. Ma questo rischia di diventare un tema secondario, perché Vannacci sarebbe pronto a uscire dall’esercito di sua volontà per fare il grande salto in politica e candidarsi alle prossime Europee.

 

In quale partito? Un indizio arriva da chi ieri gli ha espresso solidarietà: «Il nuovo ruolo assegnato a Vannacci è un riconoscimento al suo valore — dice Andrea Crippa, vicesegretario della Lega — anche in politica sarebbe un uomo di valore, lui la pensa come noi, sembra davvero un leghista quando parla. Ora non so dire se vorrà candidarsi con noi, ma ripeto, le sue idee sono assolutamente compatibili con quelle della Lega e di Matteo Salvini».

andrea crippa andrea crippa

il mondo al contrario roberto vannacci il mondo al contrario roberto vannacci

MEME SU ROBERTO VANNACCI BY IL GRANDE FLAGELLO MEME SU ROBERTO VANNACCI BY IL GRANDE FLAGELLO roberto vannacci con la moglie roberto vannacci con la moglie GENERALE VANNACCI GENERALE VANNACCI vannacci contestato a lucca vannacci contestato a lucca roberto vannacci foto di Massimo Sestini per chi roberto vannacci foto di Massimo Sestini per chi roberto vannacci nel 2018 roberto vannacci nel 2018 roberto vannacci a marina di pietrasanta roberto vannacci a marina di pietrasanta roberto vannacci foto di bacco (6) roberto vannacci foto di bacco (6) roberto vannacci 2 roberto vannacci 2 roberto vannacci a soldati ditalia 1 roberto vannacci a soldati ditalia 1 ROBERTO VANNACCI ROBERTO VANNACCI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP