QUANDO MATTARELLA NON ESCLUDEVA IL BIS AL QUIRINALE: MA NON IL SUO, QUELLO DI SCALFARO - NEL 1999 PUR DI FAVORIRE LA RIELEZIONE DEL CAPO DELLO STATO IN CARICA, L'ALLORA CAPOGRUPPO DEL PPI OFFRÌ IL PRESIDENZIALISMO AL CENTRODESTRA - UN'OFFERTA CHE CADRÀ NEL VUOTO, VISTO CHE IL 13 MAGGIO 1999 SARÀ ELETTO ALLA PRIMA VOTAZIONE CARLO AZEGLIO CIAMPI…

-

Condividi questo articolo


Tommaso Montesano per "Libero quotidiano"

 

MATTARELLA BY OSHO MATTARELLA BY OSHO

Netto a parole. Possibilista nei fatti. Sull'ipotesi che il presidente della Repubblica - quindi se stesso - possa essere rieletto, il Sergio Mattarella capo dello Stato, almeno ufficialmente, non ha mai lasciato aperto alcuno spiraglio. In ogni circostanza pubblica, sia quella più formale che quella più conviviale (si pensi ai discorsi tenuti di fronte agli studenti), il Presidente uscente è sempre stato netto: non se ne parla.

 

Eppure, a scavare negli archivi, salta fuori qualcosa che contraddice il "Mattarella pensiero" delle ultime settimane. Un'intervista rilasciata al Corriere della Sera alla vigilia del voto per la successione ad Oscar Luigi Scalfaro, ad esempio. È il 1999 e il capo dello Stato dell'«io non ci sto», il nome più inviso al centrodestra, allora all'opposizione come "Polo delle libertà", si avvia a concludere il settennato sul Colle. E la maggioranza di centrosinistra, l'Ulivo, è alle prese con la scelta del successore.

MATTARELLA NUOVO APPARTAMENTO A ROMA MATTARELLA NUOVO APPARTAMENTO A ROMA

 

I numeri sono dalla parte dei "progressisti", di cui Mattarella è all'epoca uno dei leader parlamentari in qualità di capogruppo a Montecitorio del Partito popolare italiano, il Ppi, uno degli eredi della Dc. Epperò Mattarella, forse per evitare brutte sorprese, lancia agli acerrimi avversari guidati da Silvio Berlusconi un'offerta: «Perché non rieleggiamo Scalfaro al Quirinale?».

 

Certo, ammette il presidente dei deputati popolari, «è vero che anche da soli avremmo la possibilità di eleggere il capo dello Stato», però «un'ampia convergenza» non è mai una brutta cosa.

scalfaro scalfaro

 

Se non altro perché taglia la testa al toro. Così Mattarella la butta là e, pur consapevole di come il centrodestra non ami - eufemismo - Scalfaro, lancia la proposta: settennato bis per il Presidente uscente in cambio, ecco l'offerta, «di una rinnovata intesa sulle riforme», a partire da quella per l'elezione diretta del presidente della Repubblica.

 

Insomma: il Mattarella intransigente di oggi sulla rielezione, 23 anni fa proponeva un patto al centrodestra: Scalfaro ancora sul Colle in cambio di un «accordo» sulla nuova versione della Costituzione, introducendo quel presidenzialismo tanto caro - oggi come allora - al centrodestra. Un'offerta che cadrà nel vuoto, visto che il 13 maggio 1999 sarà eletto alla prima votazione Carlo Azeglio Ciampi.

MATTARELLA NUOVO APPARTAMENTO A ROMA MATTARELLA NUOVO APPARTAMENTO A ROMA mattarella meme 5 mattarella meme 5 mattarella meme 6 mattarella meme 6 MATTARELLA BY OSHO MATTARELLA BY OSHO

 

Condividi questo articolo

politica

“BERLUSCONI MI PORTÒ NELLA SUA CAMERA, MI MOSTRÒ IL LETTO CHE GLI AVEVA REGALATO PUTIN. AVEMMO RAPPORTI SESSUALI, CHIACCHIERAMMO E LUI MI DEDICÒ POESIE” - ALT! TORNA A PARLARE PATRIZIA D’ADDARIO, OSPITE DI GILETTI: “FUI COSTRETTA A PROSTITUIRMI DALL’UOMO CON CUI STAVO” - LA FUGA DALL’ORGIA CON ALTRE TRE RAGAZZE, A PALAZZO GRAZIOLI: “C’ERANO FARFALLE DAPPERTUTTO, MI SPIEGARONO CHE ERANO IL SIMBOLO DELLA PARTE PIÙ INTIMA DELLE DONNE. SENTÌ CHE MI ACCAREZZAVANO IN UN POSTO IN CUI NON DOVEVANO. SONO CORSA IN BAGNO PERCHÉ VOLEVO ANDARE VIA. BERLUSCONI MI HA RAGGIUNTO E MI HA…”