QUESTO NON L’AMMAZZA NESSUNO (A PARTE LA MAGISTRATURA) - VENTI MINUTI DI INTERVISTA A SILVIO BERLUSCONI NON BASTANO. FIGURARSI A ‘’DIMARTEDÌ’’, DOVE IL PUBBLICO IN STUDIO LO HA ACCOLTO CON UNA STANDING OVATION DEGNA DI UN CAPO DELLO STATO. E COSÌ L’OTTUAGENARIO CON LA POMPETTA HA STORDITO DI CHIACCHIERE E DATI UN FLORIS APPASSITO - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Liberoquotiadiano.it

Floris e Berlusconi Floris e Berlusconi

Quando il conduttore di La7 si alza per congedarlo tendendogli la mano, il colpo di scena. Berlusconi è visibilmente sorpreso: "Già finita? Non mi chiede neanche cosa andrò a fare in Europa?". "Me lo ha detto prima...", si difende Floris con un sorriso tra l'interdetto e l'imbarazzato. E Berlusconi, serrandogli la mano in una morsa d'acciaio, riprende a parlare per un minuto intero.

 

Siparietto Berlusconi-Floris: "Mantenni tutte le promesse". "Mettiamo a verbale un'obiezione"

Floris e Berlusconi Floris e Berlusconi

Repubblica.it

 

Ospite della puntata di DiMartedì, in onda su La7, Silvio Berlusconi ha parlato delle differenze tra il governo in cui il leader di Forza Italia è stato presidente del Consiglio e quello attuale. "Vorrei ricordare che tutte le promesse che avevo fatto firmando con gli italiani il contratto di governo sono state mantenute". Un'affermazione cui Giovanni Floris ha risposto così: "Mettiamo a verbale un'obiezione". Berlusconi ha continuato: "Noi non mettemmo mai le mani nelle tasche degli italiani, non introducemmo nessuna nuova imposta". Anche in questo caso il conduttore del programma ha contestato: "Le preannuncio che contesterò: le tasse salirono".

Floris Floris

 

Condividi questo articolo

politica

FATE SPAZIO, ARRIVA L’EGO DI CACCIARI: “IO CAPISCO TUTTO DI POLITICA. TECNICAMENTE STIMO SALVINI: HA AVUTO INTUITO. CHI MI ACCUSA DI ESSERE DI DESTRA NON CAPISCE UN CAZZO” - "RENZI HA FATTO IL DUCETTO SENZA ESSERLO. DON VERZÉ È LA PERSONA PIÙ LAICA CHE HO INCONTRATO, DON GIANNI BAGET BOZZO IL PIU’ INTELLIGENTE. GIULIA BONGIORNO? NON E’ UNA COLPA ESSERE IGNORANTI. PULSIONI GAY? NON ANDREI CON UN UOMO NEANCHE SOTTO TORTURA. COSSIGA MI ERA MOLTO SIMPATICO. MI PRENDEVA SEMPRE PER IL CULO. MI DICEVA..."