E IL "CAMPO LARGO" DIVENTO’ UNA AIUOLA PER FAR FARE LA PIPI’ AI CANI - CONTE SI SCATENA CONTRO DRAGHI E L'ALLEANZA PD-M5S È SEMPRE PIÙ A RISCHIO: “IL RAPPORTO CON LETTA? NON POSSIAMO NEGARE LE DIVERSITÀ DI VEDUTE SU ALCUNI ARGOMENTI”  – PEPPINIELLO PUÒ STARE TRANQUILLO, IL SENTIMENTO È RICAMBIATO! TRA I DEM CRESCONO LE INSOFFERENZE: LA ROTTURA PUÒ AVVENIRE GRAZIE AD UN CAMBIO DELLA LEGGE ELETTORALE -  GLI EX RENZIANI DI BASE RIFORMISTA INCAZZATISSIMI PER I SILURI QUOTIDIANI DI CONTE CONTRO GUERINI, CAPOFILA DELL’AREA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Matteo Pucciarelli e Giovanna Vitale per “la Repubblica”

 

«Il rapporto personale con Enrico Letta è ottimo, però delle diversità di vedute su alcuni argomenti non possiamo mica negarle...», va ripetendo Giuseppe Conte a chi gli chiede qual è il clima generale nel cosiddetto fronte progressista.

 

GIUSEPPE CONTE CON ENRICO LETTA GIUSEPPE CONTE CON ENRICO LETTA

La "diversità" principale tra 5 Stelle e Pd è legata al come stare nel governo guidato da Mario Draghi e il resto degli argomenti è conseguente: in primis il conflitto in Ucraina e l'invio (o meno) di nuovi armamenti, argomento sul quale di nuovo ieri l'ex presidente del Consiglio ha nuovamente alzato il tiro; ma anche il termovalorizzatore a Roma inserito nel decreto aiuti e che prima o poi andrà votato in aula.

 

Nel frattempo sia dentro il Movimento sia dentro i dem crescono le insofferenze contrapposte tra chi vorrebbe rompere l'alleanza, magari una rottura soft grazie ad un cambio della legge elettorale: «Per me nel 2023 bisogna andare da soli anche se resta il Rosatellum - confida un alto in grado del M5S - da quando ci siamo incasellati nel centrosinistra abbiamo perso ogni peso contrattuale ».

enrico letta e giuseppe conte 2 enrico letta e giuseppe conte 2

 

Specularmente, in Base riformista - gli ex renziani - i sentimenti sono simili. La linea di Conte sulla guerra, è la rimostranza della minoranza pd che a livello parlamentare però ha un gran peso, prende di mira quotidianamente il lavoro del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, capofila dell'area.

 

[...]

enrico letta e giuseppe conte 1 enrico letta e giuseppe conte 1

[...]

 

 

 

La faccenda ucraina di sicuro sta contribuendo a scaldare gli animi.

 

giuseppe conte enrico letta 2 giuseppe conte enrico letta 2

[...] Il governo - è la riflessione dei vertici 5 Stelle - non è nato con un mandato politico per affrontare questa guerra, ecco perché è importante che aggiorni il Parlamento e che lì si chiarisca l'indirizzo con cui affrontare uno scenario bellico in continua evoluzione.

 

Al Nazareno la si pensa molto diversamente: se oggi si può parlare di negoziati è perché avendo aiutato anche militarmente la resistenza di Kiev adesso la Russia è costretta a sedersi attorno ad un tavolo.

 

«Ma comunque paura di una votazione parlamentare, in caso, non ne abbiamo », sottolinea Letta. A contorno c'è la vicenda legata alla successione di Vito Petrocelli alla guida della commissione Esteri. [...]

LORENZO GUERINI LORENZO GUERINI

 

 

 

giuseppe conte giuseppe conte giuseppe conte enrico letta giuseppe conte enrico letta

 

Condividi questo articolo

politica

POSTA! - CARO DAGO, MA COM’È CHE, CON L’AVVICINARSI DELLE ELEZIONI, REPORT ET SIMILIA ESCONO CON INCREDIBILI SCOOP (SU FATTI DI 30 ANNI FA!) SU “FASCISTI”, “ESTREMISTI DI DESTRA”, STRAGI, SERVIZI SEGRETI (POI COSÌ SEGRETISSIMI NON SEMBRANO, VISTO CHE LI “BUCANO” TUTTI), “DEPISTAGGI” E VIA ANDANDO? AH, SAPERLO! - VAIOLO DELLE SCIMMIE, IL VIROLOGO MASSIMO GALLI TENTA LA "BURIONATA" ("IN ITALIA IL COVID NON CIRCOLA. IL RISCHIO È ZERO") : "LA MALATTIA RESTERÀ UN FENOMENO CONTENUTO"...

LA SEDIA VUOTA DI PALERMO GRIDA VENDETTA - IL CANDIDATO SINDACO DEL CENTRODESTRA ROBERTO LAGALLA DISERTA LE CELEBRAZIONI PER I 30 ANNI DALLA STRAGE DI CAPACI CONTRO "LE FEROCI PAROLE" DI PIF E MARIA FALCONE – I DUE SI ERANO CHIESTI: È POSSIBILE CHE, A 30 ANNI DA CAPACI E VIA D'AMELIO, UN CANDIDATO SINDACO (ROBERTO LAGALLA) DEBBA ESSERE LA RISULTANTE POLITICA DI UN "LODO" CHE HA VISTO COME SUOI ARCHITETTI CUFFARO E DELL'UTRI, ENTRAMBI CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA E REDUCI DALL'AVER SCONTATO PENE DETENTIVE PER REATI DI MAFIA?