UNA "PODESTA" PROPOSTA – JOE BIDEN HA NOMINATO JOHN PODESTA, EX CONSIGLIERE DI OBAMA E CAPO DI GABINETTO DI BILL CLINTON, COME CONSULENTE SENIOR PER L’AMBIENTE: DOVRÀ SUPERVISIONARE E CONTROLLARE IL MEGA INVESTIMENTO DA 370 MILIARDI DI DOLLARI IN ENERGIA PULITA VARATO DA “SLEEPY JOE” – DOVRÀ MEDIARE TRA I PROGRESSISTI RADICAL, CHE DICONO CHE IL GOVERNO FA TROPPO POCO, E LE LOBBY DEL PETROLIO CHE ALL’OPPOSTO VOGLIONO FRENARE SUL GREEN

-

Condividi questo articolo


hillary clinton e john podesta hillary clinton e john podesta

Articolo del “New York Times” – dalla rassegna stampa estera di “Epr comunicazione”

 

Podesta, un esponente democratico, supervisionerà 370 miliardi di dollari di investimenti in energia pulita. WASHINGTON - Il Presidente Biden ha nominato venerdì John Podesta, un veterano di Washington che ha guidato la strategia climatica dell'amministrazione Obama, per supervisionare l'investimento federale di 370 miliardi di dollari in energia pulita nell'ambito di una nuova legge storica sul clima. Scrive il NYT .

 

joe biden joe biden

In qualità di consulente senior di Biden per l'innovazione nel campo dell'energia pulita, Podesta si occuperà del modo in cui il governo erogherà miliardi di dollari in crediti d'imposta e incentivi alle industrie che stanno sviluppando l'energia eolica e solare, nonché ai consumatori che vogliono installare pannelli solari, riscaldare e raffreddare le loro case con pompe di calore elettriche o acquistare veicoli elettrici.

 

Oltre al periodo trascorso nell'amministrazione Obama, Podesta, 73 anni, è stato capo dello staff del presidente Bill Clinton e presidente della campagna elettorale di Hillary Clinton, non andata a buon fine, per la presidenza nel 2016. Ha fondato il Center for American Progress, un think tank di sinistra, di cui oggi è presidente del consiglio di amministrazione.

 

hillary clinton 6 hillary clinton 6

Da questa posizione, Podesta ha fornito consulenza informale all'amministrazione Biden, spingendo la Casa Bianca ad agire in modo più aggressivo sul cambiamento climatico. Con l'assunzione di Podesta, Biden continua a circondarsi di veterani delle passate amministrazioni democratiche, persone di vecchia data che possono entrare in posizioni impegnative senza una formazione specifica.

 

"Le sue profonde radici nella politica del clima e dell'energia pulita e la sua esperienza ai livelli più alti del governo significano che possiamo davvero partire da zero", ha detto Biden di Podesta in un comunicato.

 

john podesta neera tanden hillary clinton john podesta neera tanden hillary clinton

Podesta inizierà a lavorare alla Casa Bianca martedì, mentre Gina McCarthy, consigliere nazionale del presidente per il clima, si prepara a partire il 16 settembre, hanno dichiarato i funzionari dell'amministrazione.

 

La signora McCarthy, 68 anni, che ha svolto un ruolo centrale nell'integrazione della politica climatica tra le agenzie federali e nell'aumento del sostegno governativo allo sviluppo dell'energia eolica e solare, si pensava che si sarebbe dimessa da mesi. La signora McCarthy ha dichiarato ai suoi collaboratori che gli spostamenti associati al suo attuale lavoro erano stancanti e che non aveva intenzione di rimanere per l'intero mandato quadriennale del Presidente.

 

gina mccarthy, jake auchincloss, john kerry, bill keating, ed markey, sheldon whitehouse, elizabeth warren ascoltano biden in delaware gina mccarthy, jake auchincloss, john kerry, bill keating, ed markey, sheldon whitehouse, elizabeth warren ascoltano biden in delaware

La firma della legge sul clima da parte di Biden, avvenuta il mese scorso, ha rappresentato un naturale punto di svolta per la signora McCarthy. Le succederà il suo vice, Ali Zaidi.

 

In un'intervista, Podesta ha descritto il suo nuovo incarico come "un'occasione per dare il peso della politica del governo federale a un ciclo di investimenti e innovazione che non abbiamo mai visto prima negli Stati Uniti e che è quasi unico al mondo". Ha detto che "valeva la pena di uscire dalla pensione per questa opportunità".

 

"La trasformazione dell'economia energetica sarà la cosa più importante dal punto di vista economico che sta accadendo in questo Paese", ha dichiarato Podesta, che si dimetterà immediatamente dal consiglio di amministrazione del Center for American Progress.

 

JOHN E TONY PODESTA JOHN E TONY PODESTA

"Se le persone sentiranno questo nella loro vita quotidiana, sarà perché hanno un buon lavoro, pagano meno l'energia, respirano un'aria più pulita e i loro figli hanno un futuro che non è minacciato dal cambiamento climatico".

 

Il senatore John Barrasso, repubblicano del Wyoming, ha criticato la nomina di Podesta e la più ampia attenzione della Casa Bianca per il cambiamento climatico: "L'amministrazione Biden ha fatto tutto ciò che era in suo potere per soffocare la produzione energetica americana", ha dichiarato Barrasso in un comunicato.

 

"Questo ha portato a prezzi dell'energia alle stelle e a un'inflazione record. Spostare gli zar del clima non riporterà l'America al punto in cui dobbiamo essere come nazione dominante dal punto di vista energetico".

 

Il pas de deux alla Casa Bianca tra Podesta e McCarthy giunge in un momento critico per i Democratici, che sperano che una nuova azione su una serie di fronti, come il cambiamento climatico, possa risollevare le loro prospettive nelle elezioni di midterm di novembre.

 

JOE MANCHIN CON BIDEN JOE MANCHIN CON BIDEN

L'approvazione del disegno di legge sul clima e sulle tasse ha dato slancio a un'agenda sul clima che sembrava in pericolo di vita a causa delle divisioni interne ai Democratici e di una recente sentenza della Corte Suprema ostile alla regolamentazione ambientale.

 

"È stato come vedere Lazzaro risorgere dai morti", ha scritto Podesta in un messaggio il giorno in cui il Senato ha approvato la legge.

 

Tra le sfide che Podesta deve affrontare c'è la rabbia di alcuni progressisti per la nuova legge che, pur promettendo un livello storico di investimenti nell'azione per il clima, prevede anche nuovi progetti per i combustibili fossili.

 

john podesta john podesta

Alcune delle concessioni ritenute necessarie per ottenere il voto decisivo del senatore Joe Manchin III, il cui Stato natale, la Virginia Occidentale, è ricco di carbone e gas naturale, sono state la vendita di nuovi contratti di locazione petrolifera offshore e la promessa che nuovi progetti eolici o solari su terreni o acque federali sarebbero stati collegati a ulteriori concessioni per la trivellazione di petrolio e gas.

 

L'Agenzia Internazionale per l'Energia ha dichiarato che le nazioni devono smettere di approvare nuovi progetti di combustibili fossili se il mondo ha qualche speranza di evitare gli effetti più catastrofici del cambiamento climatico. La combustione di petrolio, gas e carbone produce emissioni di carbonio che stanno pericolosamente riscaldando il pianeta.

 

Joe Manchin Joe Manchin

Per alcuni progressisti, le disposizioni sui combustibili fossili contenute nella nuova legge rappresentano un tradimento da parte di Biden, che da candidato si era impegnato a bloccare nuovi progetti di trivellazione nelle terre pubbliche e nelle acque federali.

 

"Prolungare l'era dei combustibili fossili perpetua il razzismo ambientale, non è assolutamente al passo con la scienza del clima e ostacola la capacità della nostra nazione di evitare un disastro climatico", ha scritto questa settimana una coalizione di oltre 650 gruppi ambientalisti in una lettera ai leader democratici del Congresso.

 

john podesta john podesta

Un'altra sfida importante per Podesta è l'entità dei fondi previsti dalla legge, quasi 370 miliardi di dollari per i programmi energetici e climatici. Molte delle agenzie che saranno incaricate di spendere il denaro e gestire i programmi sono state sventrate dall'amministrazione Trump e hanno perso centinaia di scienziati ed esperti di politica. A Biden restano poco più di due anni di mandato per mettere in moto la lenta burocrazia federale e garantire il futuro energetico verde promesso dalla legge.

 

"Se perderanno un anno per far assumere solo una piccola manciata di persone, non raccoglieremo i frutti di questo incredibile momento", ha dichiarato Christy Goldfuss, che ha lavorato al fianco di Podesta come vicepresidente senior per le politiche energetiche e ambientali presso il Center for American Progress.

 

JOE BIDEN RON KLAIN JOE BIDEN RON KLAIN

"Gli analisti energetici sostengono che la nuova legge sul clima aiuterà gli Stati Uniti a ridurre le emissioni di circa il 40% rispetto ai livelli del 2005 entro la fine del decennio. Per raggiungere l'obiettivo di Biden di una riduzione del 50-52% saranno necessarie ulteriori azioni, tra cui regolamenti federali e politiche statali potenzialmente più aggressive sull'adozione di energie rinnovabili.

 

Per Podesta, che è stato capo dello staff del Presidente Clinton durante la procedura di impeachment ed è stato chiamato per aiutare a salvare un difficile secondo mandato del Presidente Barack Obama, il suo terzo viaggio alla Casa Bianca è in confronto un po' trionfale. Gli amici di Podesta hanno detto che aveva appena comprato una casa a San Diego dove sperava di andare in pensione prima che Ron Klain, il capo dello staff di Biden, lo chiamasse per offrirgli la nuova posizione.

 

john podesta parla al posto della clinton john podesta parla al posto della clinton

Il fratello di Podesta, Tony, gestiva una società di lobbying democratica di grande successo a Washington, che ha chiuso nel 2017. Negli ultimi due anni, Tony Podesta è tornato a fare lobbying a livello federale, rappresentando una manciata di clienti tra cui Huawei Technologies, un'azienda cinese di telecomunicazioni, e Quantum Materials Corp, un'azienda produttrice di nanotecnologie.

 

John Podesta è forse meglio conosciuto come un consumato mediatore di potere a Washington. È stato il direttore delle ricerche sull'opposizione di Michael Dukakis, candidato democratico alle presidenziali del 1988; ha lavorato a Capitol Hill come assistente di punta del senatore Patrick J. Leahy, democratico del Vermont, e anche del senatore Tom Daschle del South Dakota quando era leader della minoranza democratica. Podesta ha anche lavorato a fianco del fratello come consulente politico.

 

al gore bill clinton john podesta al gore bill clinton john podesta

Podesta, con un temperamento a volte mercuriale che secondo i colleghi si è ammorbidito nel corso degli anni, è noto per parlare senza mezzi termini. A gennaio, quando le prospettive di approvazione di una legislazione sul clima erano alquanto incerte, Podesta ha offerto una valutazione cruda: "Se non riescono a farcela, allora abbiamo fallito; il Paese ha fallito il test sul clima".

 

Podesta guiderà una task force di segretari di gabinetto e capi di 21 agenzie federali che Biden ha creato al momento del suo insediamento per mobilitare il governo ad affrontare il cambiamento climatico. Zaidi sarà il vicepresidente.

 

ron klain ron klain

In qualità di nuovo consigliere nazionale per il clima, Zaidi, 35 anni, supervisionerà l'ufficio della Casa Bianca per la politica climatica, composto da esperti tecnici e politici che aiuteranno Podesta e guideranno anche le nuove normative su centrali elettriche, automobili, pozzi di petrolio e gas e altre fonti, hanno detto i funzionari dell'amministrazione.

Zaidi ha ricoperto diverse posizioni nell'amministrazione Obama, tra cui quella di vicedirettore per la politica energetica nel Consiglio per la politica interna della Casa Bianca e di vicedirettore per la scienza e l'energia nell'Ufficio per la gestione e il bilancio della Casa Bianca. Ha anche ricoperto il ruolo di vice-segretario per l'energia e l'ambiente dello Stato di New York.

 

kamala harris joe biden kamala harris joe biden

La signora McCarthy, che ha ricoperto il ruolo di amministratore dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente nell'amministrazione Obama, ha plasmato le politiche nazionali per la lotta al riscaldamento globale per oltre un decennio. Ha sviluppato le prime norme del Paese per ridurre l'inquinamento che riscalda il pianeta, che sono state poi eliminate dall'amministrazione Trump.

 

Durante la campagna presidenziale del 2020, ha influenzato le promesse di Biden di fare più di qualsiasi altro leader nella storia della nazione per combattere il cambiamento climatico. In qualità di massimo funzionario del presidente per i cambiamenti climatici, è stata incaricata di tradurre in realtà questo ambizioso programma.

 

"Sarà considerata sia a livello nazionale che internazionale come colei che ha riportato gli Stati Uniti sul clima", ha detto recentemente Podesta della signora McCarthy.

 

Condividi questo articolo

politica

E TANTI SALUTI ALLA SEGRETEZZA DELLE FONTI – LA PROCURA DI ROMA HA ACQUISITO I TABULATI TELEFONICI DI SIGFRIDO RANUCCI E GIORGIO MOTTOLA, DI “REPORT”, PER IDENTIFICARE LA FONTE DELLA NOTIZIA DELL’INCONTRO TRA RENZI E MARCO MANCINI, IL 23 DICEMBRE 2020 – LA QUESTIONE È QUANTOMENO DELICATA: POTREBBERO MONITORARE TUTTI I CONTATTI AVUTI DAI CRONISTI NEGLI ULTIMI MESI, ENTRANDO IN POSSESSO DI UN NUMERO NOTEVOLE DI POSSIBILI FONTI - L'INSEGNANTE CHE HA FILMATO L'INCONTRO NON HA LEGAMI CON I SERVIZI, COME IPOTIZZATO DA RENZI

“LA NOMINA DI LUIGI DI MAIO DEVE AVERE UN PROFONDO SENSO DELL’UMORISMO EUROPEO CHE MI SFUGGE” – NEGLI EMIRATI ARABI NON HANNO PRESO BENISSIMO LA DECISIONE DELL’UE DI NOMINARE LUIGINO INVIATO UE NEL GOLFO PERSICO. IL CAPO DEL CENTRO DI RICERCA SULLE POLITICHE PUBBLICHE DI DUBAI, MOHAMMED BAHARON: “DA SOLO HA ROVINATO LE RELAZIONI ITALIANE CON EMIRATI ARABI UNITI E ARABIA SAUDITA” - AD ABU DHABI SI RICORDANO BENE DELLO STOP ALLA VENDITA DI ARMI DECISA DALL’EX GRILLINO NEL 2021…